La prova del cuoco – Puntata del 17/04/2013 – Anna contro tutte, Barzetti,

Nell’anteprima, le simpaticissime sorella Landra spiegano come congelare i carciofi: si possono conservare sia interi che fatti a spicchi, puliti e sbollentati. L’ideale è conservarli in un contenitore che elimini l’aria, sottovuoto insomma. Sigla ed ecco Antonella, che raggiunge Andrea al pianoforte per i saluti iniziali. Antonella è già preoccupata perchè stamattina Annina non la ha nemmeno salutata. Antonella racconta la cuoca è passata dal suo camerino dicendo: “Ciao devo andare a fare i panzerotti”. Spirito, quindi, già battagliero per Anna Moroni, alle prese con una nuova “guerra” culinaria di Anna contro tutte, che prevede la rivincita sulla signora Rosella Favia di Bari. “Barzetti non ridere“, intima Anna al cuoco, che se la sta ridendo… Oggi si sfidano sulla preparazione dei panzerotti: Rosella li propone alle quattro stagioni, Anna fa quelli classici.

Rosella impasta farina, lievito, sale, zucchero e acqua. Per il ripieno ne prepara uno con cipolla, uvetta e olive (autunno), carne (lessata e impastata con un uovo) e mozzarella (versione invernale), basilico, ricotta e mozzarella (ripieno estivo), ricotta e formaggio (versione primaverile). Si tira l’impasto, si farcisce con i ripieni, si chiude in modo da formare i panzerotti e si frigge nell’olio di arachidi.

Anna, invece, per l’impasto dei panzerotti amalgama farina, lievito, patate bollite e schiacciate, sale, olio, zucchero e acqua. Prepara tre tipi diversi di ripieno: uno di fiordilatte, parmigiano, un uovo, prosciutto cotto e pomodoro appassito in forno. Un altro con provola affumicata, prosciutto cotto e basilico. Infine, un ripieno di acciughe salate, fiori di zucca e mozzarella. Tira l’impasto, farcisce ciascun panzerotto con un ripieno diverso, li richiude  e li frigge nell’olio di arachidi.

A giudicare i due piatti ci sono oggi Ivano Ricchebono e Renato Salvatori che, dopo aver osservato, fatto battute e assaggiare, sono pronti per votare. Antonella si domanda come mai Anna oggi sia così: diversa dal solito… si chiede se abbia un nuovo fidanzato, ci siano novità e si chiede se ha lasciato Tonino dopo quasi 50 anni. Anna tossisce, non vuole parlare, prima di chiedere se “pioverà domani?“. Poi, però, recita il noto proverbio che chi lascia la strada vecchia per la nuova… Rosella ottiene 9 – 10, Anna ottiene 7 – 8. A vincere quindi è Rosella.

Antonella raggiunge le sorelle Landra, le maestre in cucina di oggi che, addobbate di verdure, dopo aver improvvisato un balletto, preparano l’aspic di pollo al profumo di aceto balsamico.

Per prima cosa mettiamo la gelatina nell’acqua fredda, in un recipiente trasparente e piatto. In un pentolino, aromatizziamo dell’acqua con  spumante e aceto balsamico, poi mettiamo a sciogliere la gelatina, che abbiamo tolto dall’acqua e strizzato. Lessiamo a parte patate, fagiolini e carote e facciamo raffreddare tutto. In uno stampo, tortiera rotonda o quadrata, mettiamo sul fondo uno strato di composto di acqua aromatizzata, lasciamo raffreddare e mettiamo in frigorifero per circa 20 minuti. Con le verdure (tranne le patate) e un uovo sodo tagliato a fettine formiamo uno strato, creando decorazioni a piacere, ricopriamo  tutto di fette di patate lessate, aggiungiamo il pollo lessato e tagliato a pezzetti, prosciutto tagliato a pezzetti, altre verdure e ricopriamo il tutto con la restante gelatina. Mettiamo in frigorifero per almeno un paio di ore. Impiattiamo guarnendo con altra gelatina e maionese aromatizzata con aceto balsamico e diluita con un goccio di acqua. Buon appetito!

Vado dal mio gnometto brocione Augusto Tocci“, annuncia Antonella, raggiungendo appunto l’Augustoche oggi parla di viole mammolefacendone uno sciroppo. Le mettiamo in un contenitore, mettiamo sopra dell’acqua bollente, le pestiamo, poi coliamo il tutto, aggiungiamo al liquido ottenuto un composto fatto con acqua e zucchero e conserviamo per qualche giorno. L’ideale è per guarnire dei formaggi freschi o per alleviare ad esempio la “tosse canina“.

Ed ora un bel passo a due con Sergio Barzetti, intento a preparare i garganelli tiepidi con punta d’asparago e patata gialla.

Lessiamo i garganelli in acqua e alloro; lessiamo le patate in acqua e alloro, puliamo gli asparagi pelando la parte dura e li lessiamo 6 minuti in acqua bollente, con un goccio di olio ed una foglia di alloro. Schiacciamo le patate e le condiamo con foglie di maggiorana spezzettate, asparagi tagliati a pezzetti, finocchietto selvatico e ammorbidiamo con un goccio di acqua di cottura della pasta; saliamo e pepiamo. Scoliamo i garganelli e li lasciamo intiepidire. Uniamo quindi i garganelli al composto di patate e mescoliamo tutto. Buon appetito!