“Quinta Colonna – Il Quotidiano” al debutto. Del Debbio “(non) prepara la strada a Berlusconi”.

L’appuntamento con Quinta Colonna diventa quotidiano? “Poveri noi“. Le parole cinguettate da Lucio Presta, al sopraggiungere della notizia che Retequattro avrebbe proposto una striscia informativa (o, forse, dovrei scrivere ‘propagandistica‘), dal lunedì al venerdì, in access prime-time, ovvero dalle 20:30 alle 21:15, ci tornano utili quest’oggi, per commentare le dichiarazioni del conduttore del programma succitato (al Giornale), Paolo Del Debbio, quindi per esprimere la nostra preoccupazione per ciò che di terribile, o meglio, di terribilmente populista, ci attende:

Facciamo parlare i cittadini che non ne possono più di ragionamenti complicati, di sofismi, di giochini parlamentari ma vogliono risposte semplici a domande semplici. Se questo è giornalismo di serie B, aspiro a farne uno di serie C. Il problema non è la scolarizzazione del pubblico, ma la de-scolarizzazione dei politici che sono sempre più lontani dalla gente. Chi viene da me si deve confrontare con le persone e molti lo temono.

Del Debbio, tra i fondatori di Forza Italia (!), respinge la tesi di quanti, legittimamente, sostengono che il suo (e non solo il suo, s’intende) sia un giornalismo ‘di propaganda‘ e stigmatizza la condotta di quei politici che, convinti di questo, declinano puntualmente il suo invito a dibattere in studio (probabilmente, sono incapaci di reggere il confronto con le personalità di straordinaria caratura che solitamente affollano il salotto di Del Debbio: Marina Ripa di Meana, Anna Falchi e Valeria Marini su tutti):

Solo pregiudizi. Io conduco come uno che si astiene nelle elezioni. Molti esponenti della sinistra che hanno accettato di essere ospiti ci hanno fatto i complimenti. Gli altri vadano pure in altri talk. Mi dicono che faccio populismo contro la linea politica di Berlusconi per preparare la strada a lui stesso: un po’ arzigogolata come tesi…

Sarà “arzigogolata come tesi“, ma gli applausi (a comando?) della platea dicono tutt’altro. Il lunedì, quella di Del Debbio sarà una maratona: oltre a Quinta Colonna – Il Quotidiano, condurrà il consueto appuntamento di prima serata (i temi e gli ospiti di questa sera):

Paolo darà la linea a Del Debbio. Cambio di camicia e via. Però saranno due programmi diversi: la striscia quotidiana, essendo più corta, dovrà avere argomenti più stringati e aggredire velocemente la tematica del giorno.

Nell’affollato panorama informativo nostrano, ci sarà spazio per una nuova creatura?

Cercheremo di capire se c’è uno spazio anche per noi. Del resto, al lunedì sera abbiamo avuto contro di tutto: da Celentano a Lerner, a Formigli, alla fiction, eppure il pubblico ci ha seguito con attenzione.

L’impavido Paolo, dunque, è pronto a scendere nell’arena. La formula sarà la medesima del programma di prima serata: sarà approfondito il tema politico-economico del giorno attraverso i pareri, spesso contrapposti, dei protagonisti e dei poveri disgraziati collegati dalle piazze.