Uomini e donne – Puntata del 6/05/2013 – Anticipazioni, foto e resoconto.

Lievi in passerella, grevi nella vita. Dame e Cavalieri, ad Uomini e Donne, hanno calcato la passerella con straordinaria naturalezza e, appunto, levità, ma hanno anche provato di vivere lo sbocciare di un amore con deleteria gravità. Per fortuna, ad Uomini e Donne, impera la leggerezza, ad inizio settimana. Le signore sfilano declinando il tema “A cena dai suoi“. Elga indossa un abitino blu, che a Tina ricorda “un grembiule da lavoro“; segue Barbara, con un pantalone nero, camicia di seta e giacchina a fiori: la giuria la preferisce alla prima. Rossella ha sfidato la bionda Paola: segue le indicazioni di Anahi, che le consiglia una gonna nera dalla lunga cerniera posteriore (aperta) e camicia bianca; Elga e Tina trovano l’outfit di cattivo gusto, ma Domenico prende le difese della Dama. Paola sceglie un elegante completo bicolore, ma perde per un punto. Gemma sfida Bruna e si affida alle cure di Anahi, che sceglie per lei un abito di seta multicolor; Bruna fa da sola e indossa un completo pantalone, che Anahi considera “perfetto“: i giurati premiano Gemma. E la volta del duello all’ultima pailettes tra Karine e Dina; Karine indossa un completo pantalone con décolleté nero, suscitando l’entusiasmo di Domenico e la gelosia di Giuliano… Dina veste da sola e sfoggia un elegante abitino bluette; discussioni sull’esito.

La classifica subisce alcune variazioni, ma Annamaria mantiene la vetta; quindi, ci si prepara alla finale dal tema “La febbre del sabato sera“. Annamaria conta sulla sapienza di Anahi e sfila con un completo rosso fuoco, ma raccoglie un punteggio modesto; Barbara fa da sola e indossa una scintillante tuta in lurex blu notte, con spacchi lungo le gambe: ottiene ottimi voti e le critiche di Elga la contesta. Rossella si rivolge ad Anahi e sfila con un microabito luccicante: voti alti, ma Tina contesta le scelte della stylist; anche Gemma si affida ad Anahi, che sceglie per lei un elegante tubino nero. Karine chiude la sfilata, raccogliendo l’apprezzamento della stylist e lo scetticismo dei giurati.