La prova del cuoco – Puntata del 27/05/2013 – L’ultima settima, con Anna Moroni, le sorelle Landra e…

c5

Sara Farnetti, nell’anteprima, smentisce una ‘antica credenza‘: non esistono abbronzanti da tavola, ovvero alimenti che favoriscono l’abbronzatura. Consiglia, comunque, di ‘mangiare colorato‘: la frutta e le verdure. La sigla annuncia l’ingresso di Antonella, che introduce l’ultima settimana di quest’edizione de La prova del cuoco: “poi, ci rivedremo, se Dio vuole, a settembre“. Ultimo scontro tra il Diavolo e l’Acqua Santa, ovvero tra Andrea Mainardi e Suor Stella. La suora prepara delle tortillas con insalata, Andrea propone un’insalata diabolica.

Per la ricetta di Suor Stella, occorrono: 6 tortillas (focaccine sottili, tipo piadine), 12 friggitelli (peperoncini verdi dolci), 200 g di feta, 100 g di olive verdi, 1 cipolla rossa, 4 pomodori grossi ramati, prezzemolo, timo, basilico, olio, aceto, sale e pepe.

Affettate a rondelle la cipolla, unite le olive snocciolate, il trito di erbe aromatiche, aceto e olio. Fate soffriggere i peperoncini. Tagliate a spicchi i pomodori. Aggiungete i pomodori e i peperoncini al resto. Infine, la feta a tocchetti. Tagliate a metà le tortillas e accavallate le due metà chiudendole a cono. Riempite i coni con la farcitura.

c3

Per la ricetta di Andrea Mainardi, l’insalata diabolica, preparate: per la gelatina di pomodori: 4 pomodori ramati, 20 g di basilico, 50 g di acqua, 2 fogli di colla di pesce, 10 g di olio extravergine di oliva, sale q.b.; per le olive in gelatina: 12 olive verdi, 100 g di acqua, 1 foglio di colla di pesce, sale q.b.; per gli scalogni in agrodolce: 4 scalogni, 100 g di acqua, 40 g di zucchero, 10 g di aceto balsamico; per la salsa ai friggitelli: 4 friggitelli (peperoncini verdi dolci), 100 g di crema di latte, sale q.b.; inoltre: 200 g di feta, 50 g di gallette di riso, 50 g di spinacini, 100 g di ravanelli, 100 g di cetrioli.

Sbianchite i pomodori ramati, privateli della buccia e dei semi, quindi frullateli per immersione con un filo d’olio extravergine di oliva, l’acqua, il basilico e il sale. Sciogliete a parte la colla di pesce, unitela alla crema di pomodori e fatela gelatinare in un contenitore rettangolare alto 2 cm. Sciacquate le olive, mettetele in un vaso contenente dell’acqua per 4 ore; sciogliete la colla di pesce nell’acqua profumata del vaso, versatela negli stampi per il ghiaccio a cubetti, avendo cura di mettere un’oliva per ciascun scompartimento. Eliminate i primi tre strati degli scalogni; cuoceteli in acqua e zucchero per 10’; scolateli e saltateli in padella con l’aceto balsamico, fino a farli caramellare. Cuocete a fuoco dolce i peperoncini verdi nella crema di latte per 30’ e successivamente frullate per immersione in modo da ottenere una crema liscia ed omogenea. Impiattate disponendo in modo apparentemente “disordinato” la gelatina di pomodori, i cubetti di olive in gelatina, gli scalogni in agrodolce tagliati a metà, la feta, i ravanelli ed i cetrioli tagliati a fettine, gli spinacini, le gallette di riso e la salsa ai peperoncini.

c4

L’epico scontro si conclude con la vittoria dell’Acqua Santa. Arrivederci (forse) a settembre.

Le sorelle Landra, maestre in cucina della puntata odierna de La prova del cuoco, solcano i mari del gusto, preparando degli stracci di kamut alla crema di zafferano e fiori di borragine.

c6

In un robot da cucina mettete la farina di kamut e frullatela in modo da setacciarla. Unite le uova e lavorate rapidamente in modo da ottenere una pasta consistente,ma elastica. Aggiungete un filo d’olio e una presa di sale. Impastate ancora,poi lasciate riposare la pasta per una mezz’ora. Stendetela in una sfoglia non troppo sottile e poi tagliatela a losanghe. Lasciate riposare. Preparate la crema allo zafferano. Ammollate la mollica nell’acqua e poi strizzatela. Frullate le noci,poi aggiungete il pane. Aromatizzate con lo zafferano e diluite con il latte. Salate,pepate e unite un filo di olio extra vergine d’oliva. Lessate gli stracci in abbondante acqua salata. Scolateli non troppo e conditeli con la salsa allo zafferano. Spolverate con i fiori di borragine e servite subito.

c7

Anna Moroni apre le porte della sua pasticceria casalinga, suggerendo ingredienti e mosse per preparare un dolce fresco e golosissimo, il crumble di mandorle e ciliegie.

c8

Denocciolate le ciliege e saltatele in padella con due cucchiai di zucchero e un cucchiaio di sherry. Nel frattempo, in una ciotola, unite la farina, il semolino, lo zucchero e lavorateli col burro a tocchetti, aggiungete poi l’albume poco alla volta, in modo che vi regoliate se serva tutto o no, deve restare granuloso. Imburrate una pirofila quadrata, fate uno strato di ciliege copritelo con l’impasto a briciole, cospargere con le mandorle a scaglie. Infornare a 180° per mezz’ora e controllate che sia ben dorato.

c9

Antonellina corre in cucina, il cuore pulsante di Casa Clerici. Prepara un piatto sciuè sciuè ma d’effetto, le polpette di tacchino alla birra.

c1

Preparate un trito di salvia e rosmarino. Mettete le fettine di pane da toast a bagno nel latte. Mettete in una ciotola capiente il macinato di tacchino, l’uovo, il trito di rosmarino e salvia, un po’ di noce moscata, il grana e il pecorino grattugiati. Aggiungete il pane strizzato dal latte, aggiustate di sale e pepe e amalgamare tutto. Formate delle polpettine con le mani e passarle nella farina. Prendete una wok, versate un filo d’olio, la noce di burro e la cipolla rossa tagliata sottilmente. Lasciate appassire a fuoco basso. Quando la cipolla sarà appassita, toglietela e tenetela da parte. Aumentate la fiamma e nella stessa wok dorate le polpette. Quando saranno dorate da entrambi i lati, rimettete dentro la cipolla, aggiungete la birra, aggiustate di sale e lasciate cuocere coperte a fiamma media per 10 minuti. Trascorso questo tempo, girate le polpette e lasciatele cuocere per altri 10 minuti.

c2