Gad Lerner lascia La7: “non mi ci trovo più”. “Non trovo saggio invecchiare davanti alla telecamera”.

infedele

Gad Lerner lascia La7: lo ha annuncia, lo stesso giornalista, sul suo blog, spiegando le ragioni di una scelta tanto radicale e sofferta.

Tutto ha un termine, e nel mio caso si tratta solo di un lieve anticipo sulla tabella di marcia che mi ero prefissato. A 12 anni dalla sua fondazione, cui mi onoro di aver partecipato, lascio La7. Con tutto l’affetto e la riconoscenza, pur mantenendo un rapporto di amicizia con il nuovo azionista Urbano Cairo, lo confesso: non mi ci ritrovo più. A scanso di equivoci sgradevoli -difendere il lavoro compiuto dalle malelingue resta un dovere- in tutti questi 12 anni, fino all’ultimo, il rapporto costi/ricavi/ascolti delle mie trasmissioni è stato eccellente. Lo sanno i vari manager che si sono succeduti. Se ora interrompo la collaborazione che Cairo mi offriva di proseguire è perchè bisogna saper riconoscere il tempo che passa, anche il logoramento, le mutate condizioni ambientali, le nuove scelte editoriali legittime ma distanti dalla mia visione. Ringrazio tutti, a cominciare dai miei meravigliosi collaboratori. Sono stati 12 anni belli. Ma non trovo saggio invecchiare davanti a una telecamera. Conto di avere ancora qualcosa da dirvi e da darvi.

Questa mattina, alla conferenza stampa di presentazione del palinsesto autunnale de La7, Urbano Cairo, il nuovo editore del “settimo canale“, aveva giustificato l’assenza del giornalista dal palinsesto con queste parole: “Gad Lerner è un grande innovatore e credo che anche lui senta l’esigenza di tornare in tivvù con un Infedele 2.0. Oggi è anche molto impegnato con LaEffe Tv, siamo anche soci al 20 per cento, quindi se va bene ne sarei ancora più contento“.