Il Segreto: le trame dal 2 al 6 settembre 2013 – Anticipazioni

Le anticipazioni de “Il Segreto“, la soap opera di Canale5, nella settimana che va dal 2 al 6 settembre 2013. Le trame nel dettaglio.

Anticipazioni

Ecco le trame delle puntate de Il Segretoda lunedì 2 a venerdì 6 settembre.

Tristan arriva appena in tempo per salvare Martin dal proposito omicida di Felisa, che però, prima di venire presa in consegna dal dottore, sostiene di aver eliminato il neonato su richiesta di Angustias. Quest’ultima nega, ammettendo di aver chiesto a Felisa di fare qualcosa per liberarsi di Pepa e che non avrebbe mai potuto immaginare che quella donna sarebbe arrivata a tanto. Nonostante Mercedes confermi che Soledad non lo sposerà mai, il marchese vuole che le nozze siano presto celebrate.

Il becchino fugge e lascia Hipolito da solo, alle prese con tutta la questione delle foto; intanto, la Guardia Civile arriva da Madrid per perquisire il negozio, in seguito all’arresto dei genitori di Hipolito, accusati di aver attentato alla vita del re. A casa di Rosario si prepara la fuga di Juan, ma all’ultimo momento il ragazzo decide di restare. Tristan obbliga la madre a ritirare la denuncia contro Pepa. Donna Francisca decide che Angustias deve essere mandata in sanatorio con Felisa. Sebastian risolve il problema della manodopera seguendo il consiglio di Donna Francisca, che in apparenza gli dimostra tutta la sua stima. In realtà, la matriarca trama contro il ragazzo…

La malattia di Raimundo peggiora. Emilia costringe il padre a curarsi. Pepa è stata scagionata, così saluta Flora ed esce di prigione, trovando Alberto ad attenderla. Dopo un attimo, arriva anche Tristan. Quest’ultimo chiede perdono a Pepa, ma la ragazza replica che il loro amore è finito. Juan ricompare in paese, ma i fratelli temono che Donna Francisca lo venga a sapere e possa tramare qualcosa. Angustias finge di acconsentire al suo ricovero in sanatorio, ma poi fugge dalla villa con un pugnale in mano e raggiunge la stanza di Pepa.

La fabbrica di Sebastian è a rischio, dopo l’incidente. Angustias si toglie la vita. Juan decide di contrastare la famiglia Montenegro. Dopo la morte di Angustias, Pepa confessa a Tristan di essere la vera madre di Martin, ma non gli svela il nome del padre del bambino. Martin si dimostra ostile nei confronti di Pepa, a causa di una rivelazione fatta da Angustias in punto di morte. Prima di partire per le Asturie, dove accompagnerà il feretro della moglie defunta, Tristan parla con Emilia, che esprime qualche perplessità  sul racconto di Pepa.

Il marchese e Donna Francisca parlano della possibilità di uccidere Juan, ma vengono ascoltati da Mariana che decide di dirlo a Soledad. Pedro racconta la sua versione sui fatti di Madrid. Hipolito scopre che le sue foto hanno aiutato i genitori. Sebastian litiga con suo padre quando scopre che ha spinto il figlio di Porron a sporgere denuncia: il giovane si rifugia in casa di Donna Francisca. Soledad decide di sposare il marchese e di concedersi a lui, a patto di salvare la vita di Juan. Martín è arrabbiato con Pepa, in quanto pensa che abbia fatto fuori la madre e il fratellino; Tristán decide di lasciare il bambino dai parenti a Munia, mentre lui prosegue il suo viaggio nelle Asturie per seppellire Angustias.

Pedro riceve la lettera del governatore, il quale lo avverte che presto non sarà più sindaco. Soledad si è concessa al Marchese per salvare Juan, che intanto è sempre più immerso nell’attività sindacale (soprattutto dopo la vicenda del figlio di Porron). Ciò fa nascere nuovi problemi per Donna Francisca e Sebastian, i quali decidono di lasciare a Mauricio la soluzione dei disordini al conservificio. Raimundo confessa a don Anselmo che gli resta poco da vivere. Il giorno prima che Pepa si rechi nella capitale, Alberto le confessa il suo amore e le chiede di sposarlo.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter