“Sereno Variabile Estate” nella Tuscia, nella puntata del 31 agosto 2013.

Sereno Variabile Estate” è nella Tuscia nella puntata in onda quest’oggi, 31 agosto 2013, su Rai2.

Sereno Variabile Estate

Se, su Rai1, Donatella Bianchi segue, anche quest’anno, la “Linea Blu” che demarca le coste della nostra, bella penisola; su Rai2, Osvaldo Bevilacqua [ri]parte per le vacanze, raccontando l’Italia dei vacanzieri nel nuovo ciclo di Sereno Variabile Estate, in onda, ogni sabato, alle 13:30.

Nella nuova puntata di quest’edizione, il giornalista, che percorre in lungo ed in largo la penisola dal 1977 (!), rivolgerà un “saluto cordialissimo” dalla provincia di Viterbo, la Tuscia. Osvaldo Bevilacqua, infatti, inizierà il suo viaggio da Tarquinia, uno dei più antichi ed importanti insediamenti della dodecapoli etrusca. Ad aprire la puntata sono i butteri, che ancora oggi operano nella Tuscia intorno a Tarquinia, conducendo un duro lavoro nel settore dell’allevamento dei bovini. Bevilacqua, in compagnia del  vice questore aggiunto e capo ufficio territoriale biodiversità di Roma del Corpo forestale dello Stato, Lorenza Colletti, visita anche la Riserva Naturale di Popolamento animale Statale Salina di Tarquinia. Con il prorettore dell’Università della Tuscia di Viterbo, Giuseppe Nascetti, Direttore del Centro Ittiogenico Sperimentale Marino (CISMAR), appartenente al Dipartimento di Scienze ecologiche biologiche (DEB), scopriamo, con l’aiuto di alcuni studenti dottorandi, un programma di ripopolamento di cavallucci marini e astici, specie che a causa dell’inquinamento rischiano di scomparire dall’ambiente marino.

Osvaldo Bevilacqua si sposta poi sul lago di Bolsena per parlare di archeologia subacquea, una disciplina giovane, ma che interessa numerosi appassionati di archeologia e immersioni. Tra i reperti ritrovati sul fondo del lago c’è anche la piroga preistorica monossile (ricavata da un unico tronco di albero) dell’Isola Bisentina, attualmente conservata nel Museo della Navigazione nelle Acque Interne di Capodimonte. Sereno Variabile presenta anche le proposte sportive del lago che interessano i praticanti di canoa, vela e kayak.

Bevilacqua conclude il suo viaggio a Montefiascone, dove si trovano la Chiesa e il Monastero delle suore Benedettine di San Pietro. In questo luogo caratterizzato da grande spiritualità le monache mettono a disposizione una foresteria per l’ospitalità dei moderni pellegrini che ripercorrono la Via Francigena, ma anche per tutti coloro che desiderano trascorrere un periodo di preghiera, riposo e vacanza. Sempre a Montefiascone si parlerà di vendemmia, per la quale vengono impiegati anche asini. Tra i migliori vini prodotti in zona figura il bianco “Est! Est!! Est!!!” a Denominazione di Origine Controllata (DOC). Gran finale con i prodotti tipici, dalle mozzarelle di bufala ai salumi e ai formaggi.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter