La prova del cuoco – Puntata del 20/09/2013 – Ricette e rubriche.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 20 settembre 2013, con Antonella Clerici.

pdc1

Nell’anteprima, Marco Di Buono rivela il menu di puntata: la sfida di Superchef, poi la Spisni, la dottoressa Maria Grazia Spalluto, il pesce con Pascucci e la gara finale. Antonella entra in studio festeggiando l’ultimo giorno d’estate, visto che domani inizia l’autunno; i saluti al pubblico e si inizia con Super chef, il torneo dedicato ai nuovi cuochi.

pdc2

A scontrarsi in diretta, sul tema delle carni bianche, ci sonoDiego Bongiovanni di Costiglione d’Asti, che presenta l’involtino di pollo e coste, e Santo Molino di Catania, che invece propone il nodino di pollo con cipola caramellata rossa e castagne. A giudicare il modo in cui i due concorrenti si destreggiano in cucina, osservandone pregi e difetti, quindi assegnando i 10 punti a disposizione, c’è Davide Scabin. Lo chef pluristellato, dopo aver anche assaggiato le due proposte, dà molti consigli e suggerimenti ai due cuochi e decide di assegnare 6 punti a Diego e 4 punti a Santo.

pdc1

E’ il momento di ballare la mazurka di Alessandra Spisni, la maestra di cucina che, nella sua rubrica della cucina della pasta fresca, propone i ravioli di carne con salsa di pomodoro.

pdc1

Saliamo e pepiamo la carne, la infariniamo leggermente e la mettiamo in una padella  a rosolare con una noce di burro e un goccio di olio, poi la sfumiamo con il vino, aggiungiamo poi a pezzetti la carota e la patata, il brodo, l’alloro, lo scalogno a pezzetti e facciamo cuocere per almeno un’ora e mezza a fuoco dolce.

pdc2

Frulliamo poi tutto aggiungendo un uovo o due a seconda della consistenza del compostoPrepariamo la sfoglia con uova e farina, la stendiamo, ritagliamo gli gnocchi che riempiamo con il composto di carne e lessiamo in acqua bollente e salata.

pdc1

Per il sugo in una pentola scaldiamo un goccio di olio con uno spicchio di aglio e uniamo i pomodori tagliati a pezzi, il parmigiano e il basilico e facciamo scaldare bene. Scoliamo i ravioli, li condiamo con il sugo di pomodoro e buon appetito!

pdc1

La dottoressa Maria Grazia Spalluto parla delle foglie di fico d’India e di come possiamo utilizzarle. Sono importanti perchè contengono polissacaridi che fanno bene per l’acidità di stomaco, regolarizzano l’intestino e fa bene anche da applicare sulla pelle per guarirne tagli. Usando guanti da giardino taglia un pezzo di pala eliminando le spine grattando con un coperchio, la spelliamo con il pelapatate, le laviamo sotto l’acqua.

pdc1

Facciamo una centifruga di frutti del fico, frulliamo 300 gr di pale senza spine e spellate, uniamo 500 gr di miele di acacia, un bicchierino di brandy e frulliamo tutto. Conserviamo in frigorifero e un cucchiaio alla mattina a stomaco vuoto aiuta a curare stomaco e intestino.

pdc1

Gianfranco Pascucci nella sua rubrica dedicata al pesce propone il maccarello in doppia cottura. Saliamo i filetti di maccarello che prima puliamo bene e li lasciamo marinare su della carta forno, poi inforniamo 10 minuti a 250° con il grill. In una terrina mettiamo un goccio di olio, dei pomodori tagliati a pezzetti, mettiamo sopra i maccarelli cotti al forno e mettiamo nel forno ancora caldo, ma spento, per 10 minuti. Lo scoliamo dall’olio.

pdc1

Frulliamo ad immmersione 2 uova intere, 10 gr di cipollotto, 230 gr dell’olio di cottura del pesce e otteniamo una salsa tipo maionese mettendo alla fine 10 gr di limone. Impiattiamo servendo il pesce con la maionese fatta e delle verdure scottate in padella e bruschette di pane.