La prova del cuoco – Puntata del 26/10/2013 – Benedetta Parodi ai fornelli.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 26 ottobre 2013, con Antonella Clerici. La scuola del cuoco, ricetta della domenica, Beppe Bigazzi, Branchetti/Cattelani e la gara con Benedetta Parodi.

c10

Marco Di Buono, nella breve anteprima, svela il menu di puntata: il nuovo torneo dedicato a giovani chef dell’ultimo anno delle scuole alberghiere, la ricetta della domenica di Anna Moroni, la nuova rubrica con Beppe Bigazzi, le golosità di Guido Castagna, la cucina in famiglia con Natalia Cattelani, Lorenzo Branchetti e Tata Francesca e infine la gara finale con Benedetta Parodi e la mamma ai fornelli. Antonella raggiunge Marco ed il maestro, quindi presenta il nuovo cd de La prova del cuoco, in edicola da martedì. Annina Moroni già l’attende: “dobbiamo fare una bella ricetta della domenica! Dobbiamo avere l’usanza di mangiare insieme, la domenica!“. La ricetta della domenica di Anna, è quella del braciolone ripieno con purè di spinaci.

c1

Antonella si offre di battere la carne. Anna prepara la frittatina, mescolando le uova con il latte, la farina, il formaggio grattugiato. Trasferiamo il composto in padella, quindi facciamo dorare su entrambi i lati. Mettiamo la frittata sulla carne battuta, condiamo con il prezzemolo tritato e gli affettati. Arrotoliamo la carne e leghiamo l’arrosto con lo spago. Antonella si preoccupa di sfigurare al cospetto dell’esperta Benedetta Parodi…

c2

Rosoliamo in padella, con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e la cipollina tagliata finemente. Rosoliamo il nostro arrosto in padella, su tutti i lati. Aggiungiamo una noce di burro e dell’acqua salata, tanta quanto basta a coprire l’arrosto (se è necessario, la aggiungiamo durante la cottura). Lasciamo cuocere per 1 ora circa. Aggiungiamo un cucchiaio di maizena (amido di mais) al fondo di cottura. Per il purè, si lessano gli spinaci e le patate, quindi si passano, con un po’ di burro. Serviamo l’arrosto con il purè ed il fondo di cottura addensato.

c3

Il torneo dedicato alle giovani promesse della cucina nostrana, ovvero gli studenti dell’ultimo anno di Istituti Alberghieri di tutta Italia, quest’oggi vede protagonisti gli allievi dell’Istituto “Luigi Einaudi” di Canosa (Bari), Veronica ed Edoardo, e quelli dell’Istituto “Cesare Musatti” di Dolo (Venezia), Andrea ed Enrico. A decidere, infine, i promossi ed i bocciati, la sommelier Daniela Scrobogna, giudice unico di gara: 7 a Canosa, 8 all’istituto di Dolo, che quindi prosegue la gara.

c4

Beppe Bigazzi imperversa: anche al sabato, come al lunedì ed al giovedì, monopolizza l’attenzione del pubblico raccontando l’Italia. Nella nuova rubrica, L’acquolina in bocca, parla di tutti quei prodotti considerati vere eccellenze e che rappresentano un vanto della tradizione italiana. I primi, sono il Canestrato di Castel Del Monte e il Pecorino di Farindola, due qualità di formaggi che hanno il pregio di deliziare il palato e di fare bene alla salute.

c6

Vado dal re del cioccolato“, annuncia Antonella, che racconta l’esperienza di Guido Castagna ai mondiali di cioccolato a Londra: 4 ori, per 4 prodotti, che Antonella prontamente si offre di assaggiare. Quest’oggi, il maestro cioccolatiere prepara una millefoglie con crema di cachi e cioccolato.

c5

Prendiamo la polpa dei cachi (100 g), che frulliamo, con un mixer ad immersione, con un pizzico di zenzero. Aggiungiamo 10 g di colla di pesce ammollata in acqua, quindi qualche goccia di succo di limone. Trasferiamo la nostra crema di cachi in una ciotola ed uniamo 20 g di crema pasticcera (possiamo anche trascurare di aggiungerla), quindi la panna montata e zuccherata (100 gr). Prendiamo dei fogli di pasta fillo, li bagniamo con del burro, spolveriamo con zucchero al velo, inforniamo a 170° per 15 minuti circa. Prepariamo una ganache, mettendo sul fuoco 100 g di panna e 100 g di cioccolato. Quindi, componiamo: su una sfoglia di pasta fillo, mettiamo la crema di cachi, della granella di pistacchi, quindi un’altra sfoglia, crema e via dicendo (come un classico mille foglie). Completiamo con la ganache al cioccolato.

Conclude questa carrellata di bontà la portata cucinata da Natalia Cattelani, che affiancata da Lorenzo Branchetti e da Tata Francesca, prepara un piatto adatto ai più piccoli, che già affollano la sua cucina: monkey bread alla pizzaiola.

c7

Impastiamo tutti gli ingredienti, nel modo classico, come faremmo per il pane o la pizza; quindi mettiamo a lievitare 1-2 ore. Prendiamo un cucchiaio di impasto, grande come una noce, mettiamo dentro un cubetto di formaggio e la chiudiamo; facciamo lo stesso con gli altri ingredienti: olive, salame, pomodorini ecc.

c8

Insaporiamo la salsa di pomodoro, con origano, aglio, sale ed olio. Oliamo una teglia a ciambella, la foderiamo con la carta forno, quindi procediamo. Tuffiamo le palline di pane farcite nella salsa, quindi le trasferiamo all’interno della teglia, riempiendola. Lasciamo riposare 30 minuti ancora, quindi inforniamo a 180° per 45 minuti.

c9

La gara, quest’oggi, è animata da Benedetta Parodi, che insieme alla madre Laura, ed ai cuochi  Paolo Zoppolatti e Simone Loi, danno vita ad una sfida in cui l’estro, la fantasia e l’abilità tra pentole e fornelli, avranno un ruolo decisivo per il verdetto finale, decretato dal pubblico in studio.

c11

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter