Bilancio di inizio stagione: affondano Perego-Di Mare, Venier annaspa, d’Urso riemerge. Nessuno rimpiange Giusti.

Bilancio tv autunno 2013:  affondano Perego-Di Mare, Venier annaspa, d’Urso riemerge. Nessuno rimpiange Giusti. Per fortuna che Fazio c’è…

bilancio

Azzardiamo un bilancio del primo mese della nuova stagione televisiva? Sorprese, conferme e novità hanno di già animato i nuovi palinsesti e le penne di critici e addetti ai lavori. Qualcuno si aspettava forse il successo dell’onnipresente signora D’Urso e il conseguente calo (che peccato!) di ascolti del contenitore concorrente di Raiuno, il longevo La vita in diretta? Spettatori che non sono di certo traslocati sul tanto strombazzato ritorno della Mara nazionale a Domenica in… Della serie “non basta un bravo capitano a portare in porto la nave“.

Un vero peccato per Franco Di Mare (grande professionista) e Paola Perego (che però non prende il massimo dei voti in simpatia e capacità empatica) che finalmente hanno tentato di liberare il programma da gabbie e schemi tipici del noir-show. Un taglio più giornalistico e moderno che non ha premiato però in termini di ascolti. Gli italiani del pomeriggio continuano a preferire lo sciacallaggio di certe trasmissioni, il vacuo e il giallo-reality.

Qualcuno ancora avrebbe immaginato che il simpatico Morandi avrebbe fatto a quasi settant’anni il migliore show della sua vita? (E migliore di Celentano?). Tra musica, ricordi e le incursioni esilaranti di Fiorello e Checco Zalone, l’Italia televisiva ha avuto conferma del fatto che solo i vecchi leoni ruggiscono con forza. E che bello ritrovare Rita Pavone, una Carrà versione dance e Marco Morandi che non si limita più a fare il figlio ma vive e cresce di linfa sua (musicale e non).

C’è nessuno che rimpiange Max Giusti fra i pacchi o la Cabello fra le partite di calcio? Il sottoscritto no!

E’ ancora bello ritrovare FazioLittizzetto, che come pochi ci ricordano che l’autunno televisivo è veramente cominciato, e un bel po’ meno l’aver constatato che la Rai deve ricorrere ai ballerini della Carlucci per rimediare un po’ di spettatori utili a contrastare l’acchiappatutto De Filippi (e non solo di ascolti).

In attesa di vedere i nuovi sviluppi della nostra amata televisione non ci resta che… vivere!

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter