La prova del cuoco – Puntata del 18/11/2013 – La guerra di Anna, il piatto della Spisni e…

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 18 novembre 2013, con Antonella Clerici.

c11

Tata Francesca affianca Marco di Buono nell’anteprima: per lei la domanda di una telespettatrice (“la bambina di 12 mesi non ne vuole sapere di stare nel seggiolone“), alla quale consiglia: “lontane da me le costrizioni! Dobbiamo creare un’abitudine piacevole: ci sediamo davanti a lui e gli diciamo: ‘adesso mangiamo insieme la pappa’“. Antonella fa il suo ingresso, saluta il pubblico, ma Beppe ha già da ridire: “c’è un signore che dovrebbe essere espulso! Non conosce il pane dell’Abruzzo… ma non si vergogna?!“. Antonella “trema” già… Beppe parla della carne commercializzata nei supermercati e, sempre più spesso, nei macellai: consiglia di consumare carne prodotta in Italia, ma solo quella buona. Beppe la mangia 1 o 2 volte al mese.

Per fortuna arriva Anna Moroni, che però non è meno battagliera di Beppe. A sfidare Annina, quest’oggi, Paola Pennesi, dalla provincia di Roma, che prepara il cinghiale. Paola, nel dettaglio, propone le pappardelle al ragù di cinghiale in bianco; Anna risponde con i ravioli al cacao ripieni di cinghiale stufato.

c5

Paola prepara il soffritto, mettendo in padella, con un filo d’olio, sedano, carote e cipolle tagliati a cubetti. Aggiunge, in padella, le diverse carni macinate (prevale il cinghiale).

c6

Lascia cuocere per 2 ore circa. A metà cottura, mettiamo metà del burro e del vino indicati nella ricetta; a fine cottura, il burro ed il vino restanti. Per le pappardelle, impasta le farine, di grano tenero e duro, con le uova. Tiriamo la pasta e ricaviamo le pappardelle, che lessiamo in acqua salata, quindi saltiamo in padella con il ragù.

c9

Anna marina il cinghiale, mettendolo a bagno con vino rosso ed erbe aromatiche (salvia, rosmarino, bacche di ginepro, scalogno) per una notte. Quindi, saltiamo il cinghiale in padella, con un po’ di burro. Una volta rosolata per bene, la tagliamo a pezzetti più piccoli, sfumiamo con del vino e lasciamo cuocere per 1 ora.

c7

Tritiamo la carne, aggiungendo la salsiccia (facoltativa) ed il concentrato di pomodoro. Per la pasta, misceliamo la farina con il cacao amaro, impastiamo con le uova. Quindi, tiriamo la pasta, disponiamo il nostro ripieno e ricaviamo i ravioli. Li lessiamo in acqua salata. Condiamo con del burro appena nocciolato, delle bacche di ginepro e dei pinoli.

c8

Federico assaggia le due proposte, quindi proclama vincitrice Paola, nonostante avesse gradito anche il “piatto singolare” di Anna…

Antonella raggiunge, di corsa (Bigazzi ha rubato troppo tempo!), Alessandra Spisni, che oggi ha ballato una polka… In vista del Natale, Alessandra prepara un dolce goduriosissimo, un millefoglie alla crema.

c1

Ingredienti per la pasta sfoglia: 250 g di burro, 250 g di farina ”00”, un bicchiere di acqua fredda, un pizzico di sale, 3 cucchiai rasi di zucchero semolato. Per la crema: 350 g di latte fresco intero, 35 g di farina, 80 g di zucchero semolato, sale grosso q.b., una scorza di limone, 2 uova, ¼ di panna fresca, un cucchiaio di zucchero vanigliato.

Impastare la pasta sfoglia (ecco come farla) e stenderla sottile ma non troppo, dividere in tre pezzi uguali per forma e dimensione, mettere in teglia da forno con bordo basso, pennellare con acqua e spolverare con lo zucchero semolato.

c4

Bucherellare tutta la superficie con una forchetta, cuocere in forno a 180° fino a che la superficie risulta dorata e la pasta ben cotta. Nel frattempo preparare una crema, scaldare il latte con la grana di sale e la scorza di limone. In una terrina, mescolare benissimo lo zucchero semolato con le uova, quindi unire la farina e rimescolare, fino ad ottenere una crema, poi diluire il tutto con il latte caldo e, dopo aver filtrato cuocere in tegame a fuoco medio sempre mescolando, lasciando bollire per un minuto. In un contenitore di giuste forma e dimensioni,foderato di carta da forno,assemblare la torta. Disporre uno strato di pasta sfoglia dorata con la parte zuccherosa appoggiata al fondo dello stampo, stendere sulla pasta sfoglia la crema ottenuta ben distribuita. Coprire con un altro pezzo di pasta sfoglia, sempre con la parte zuccherosa rivolta al basso, quindi sulla crema. Riporre in luogo fresco a raffreddare e una volta freddo in frigo almeno due ore, trascorso questo tempo, rovesciare la torta sul piatto da portata destinato. Montare ben ferma la panna fresca con lo zucchero vanigliato, spalmare la panna sulla pasta sfoglia e coprire con l’ultimo pezzo di pasta con lo zucchero dorato rivolto verso l’alto. A piacere spolverare leggermente di zucchero a velo la superficie della torta, anche i bordi possono essere decorati a piacere. Tenere in frigo minimo due ore prima di servire.

c2

Andre Mainardi, quest’oggi, si specchia nella cucina di Cesare Marretti. Antonella è preoccupata… lo chef ossigenato prepara dei cannoli di panzanella.

c10

Stendere le fette di pane molto sottili con un mattarello; ricavare dei rettangoli e avvolgerli sugli stampi da cannolo. Far seccare in forno a 160° per 15′. Nel frattempo, preparare il ripieno: ammorbidire la mollica del pane nel latte e aggiungere una dadolata di cetriolo e un filo di olio extravergine. Aggiustare di sale e pepe. Farcire i cannoli e riempire le estremità con dei cubetti di petali di pomodoro conditi con olio, sale e pepe. Servire con una crema di basilico ottenuta emulsionando le foglie con poco olio extravergine. Guarnire con la cipolla, il sedano ed il cetriolo tagliati a julienne e resi croccanti in acqua e ghiaccio.

c12

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter