La prova del cuoco – Puntata del 21/11/2013 – La pasticceria di Anna, il Campanile di Beppe e…

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 21 novembre 2013, con Antonella Clerici.

c1

Marco Di Buono, nella breve anteprima, rivela il menu della puntata: il Campanile italiano con Beppe Bigazzi, il piatto di carne di Andrea Ribaldone, la pasticceria casalinga di Anna Moroni. Ingresso mesto, quest’oggi, in segno di rispetto, di lutto per le vittime della Sardegna. “Cercheremo di fare una puntata senza la solita allegria, perchè non ce l’abbiamo nel cuore, ma tenendovi compagnia“, spiega Antonella, che introduce una nuova manche del Campanile Italiano. Marco e Patrizia, colleghi e campioni in carica della Marche, devono vedersela con Eleonora e Salvina, sorelle, siciliane. “Due regioni che onorano il nostro paese“, esordisce Beppe Bigazzi, che celebra Sicilia e Marche, esaltandone la storia, oltre che le eccellenze gastronomiche (tra cui il panettone ai pistacchi Bonfissuto, di cui vi abbiamo parlato, e che oggi fa mostra di sé sul bancone delle concorrenti siciliane).

c2

Al termine dell’esecuzione, il pubblico si pronuncia, attraverso il televoto, confermando campioni i concorrenti delle Marche, con il 70% delle preferenze.

Giovedì carne, con Andrea Ribaldone, che quest’oggi prepara un secondo piatto squisitamente autunnale, la spalla di maiale con ceci e vin cotto.

c3

Ingredienti: 500 g di spalla di maiale con cotenna, 300 g di ceci secchi, 1 spicchio d’aglio, 500 ml di vino bianco, 2 carote, alloro, rosmarino, olio evo, sale.

Mettere i ceci secchi in ammollo nell’acqua per una notte. Cuocerli in abbondante acqua salata finchè risulteranno morbidi. Frullarne la metà in modo da ottenere una crema, unire anche quelli interi. Scaldare 50 ml di olio e mettervi in infusione l’alloro, il rosmarino e l’aglio. Versare l’olio aromatizzato nella zuppa di ceci. Scottare la spalla di maiale in padella con poco olio. Bagnare con il vino bianco e cuocere a fiamma bassa per circa un’ora e mezza. Con l’aiuto di uno scavino, ricavare della palline dalle carote (della stessa grandezza dei ceci). Servire il maiale con la crema di ceci e carote, guarnire con le foglie di alloro.

c4

E’ il momento più atteso, da grandi e piccini, quello del dolce; lo è ancor di più se a prepararlo è una cuoca provetta come Annina Moroni, che quest’oggi sforna una torta sontuosa, la torta giuanduiotta.

c5

Ingredienti: 250 g di farina “00”, 250 g di albumi, 200 g di zucchero, 100 g di cioccolatini alla gianduia tritati, 1 cucchiaio di cioccolato amaro, 75 g di olio di semi, 50 g d’acqua, ½ bustina di lievito per dolci.

Montare gli albumi a neve. Aggiungere piano lo zucchero e continuare a montare gli albumi fino ad ottenere la consistenza della meringa. Mescolare l’acqua e l’olio con una frusta, unire la farina mescolata al lievito e, aggiungere i cioccolatini tritati grossolanamente. Versare in uno stampo di 22 cm imburrato ed infarinato e cuocere in forno già caldo a 170-175° per 45 minuti circa. Sfornare e servire calda.

4

L’estetica in cucina, con le sorelle Landra, che da due, diventano tre, con l’arrivo di Antonella “landrizzata“. Le due cuoche, dopo una lunga assenza, tornano a La prova del cuoco per proporre delle deliziose tartellette ai porcini.

c6

Ingredienti per la pasta foncee: 200 g di farina integrale, 120 g di burro, 1 trito di prezzemolo, 1 uovo, sale. Per il ripieno: 300 g di porcini, uno spicchio d’aglio, 1 cucchiaio scarso di fecola, 100 g di brodo vegetale, timo, olio extravergine d’oliva, 1 noce di burro, sale e pepe a piacere, un pane d’Altamura.

Preparare la pasta foncee:in un robot da cucina mettere la farina e frullarla da sola. Unire poi il burro freddo di frigorifero tagliato a pezzetti e il prezzemolo tritato. Frullare per pochi secondi o fino a quando il burro risulterà sbriciolato. Unire l’uovo e il sale e lavorare rapidamente. Stendere la pasta su di un foglio di carta forno. Con un tagliapasta di circa 6 cm di diametro ricavare circa ventiquattro dischetti con cui fodererete altrettanti stampini. Con una forchetta bucherellare il fondo e le pareti degli stampini. Passare in forno preriscaldato a 200° per circa quindici minuti. Controllare la cottura e se occorre far cuocere per altri cinque minuti. Lasciare poi intiepidire le tartellette. Pulire i porcini con un panno umido ed eliminate le radici. In una padella mettere lo spicchio d’aglio privato del germoglio e farlo insaporire nell’olio. Unire i porcini affettati piuttosto piccoli e cuocerli a calore moderato per una decina di minuti. Salare e se vi piace pepare. Eliminare lo spicchio d’aglio. Spolverarli con la fecola e rimescolando far assorbire. Aggiungere il brodo e rimescolare. Unire il timo tritato e portare all’ebollizione. Farcire le tartellette e servirle subito.

c7

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter