“Dopotutto non è brutto”: Geppi Cucciari al debutto, su Rai1. Un grand tour in 4 tappe, con il critico d’arte Bonami.

Debutta questa sera, su Rai1, “Dopotutto non è brutto”, il nuovo programma dedicato all’arte con Geppi Cucciari ed il critico Francesco Bonami. Le dichiarazioni della conduttrice.

cucciari

L’ultima “apparizione” risale al concertone del primo maggio su Raitre, dopo le sue invasioni barbariche nel programma della Bignardi su La7. Stiamo parlando di Geppy Cucciari, promessa (ormai mantenuta!) del panorama della comicità rosa made in italy. L’esilarante conduttrice da stasera dovrà vedersela con una fascia oraria del palinsesto di Raiuno che per anni (decenni) è stata dominio di Bruno vespa e del suo parlamento televisivo. Per 4 mercoledì dimenticatevi di plastici di case dell’orrore e navi naufragate, di diagnosi psicologiche dei vari Meluzzi e Crepet, di parole e promesse di politici, e godetevi questo Dopotutto non è brutto, programma itinerante che ci invita, grazie anche al critico d’arte Francesco Bonami. a scoprire bellezze sconosciute o nascoste di altrettante 4 città italiane: Torino, Venezia, Roma e Napoli.

La comica ha cosi commentato questa nuova esperienza televisiva: “Innanzitutto considero queste quattro puntate nelle quali sarò accanto a Francesco Bonomi, un grandissimo esperimento. Francesco mi ha chiesto di accompagnarlo in quattro città – Venezia, Roma, Napoli e Torino – con un approccio distaccato nei confronti di ciò che avremmo visto“.

A proposito invece di questa inedita (storica) collocazione in tv e del conduttore di Porta a porta aggiunge: Con Vespa siamo condomini, non dirimpettai litigiosi. E naturalmente i nostri programmi viaggiano su binari diffrenti. Quindi niente competizione. Io e Francesco Bonomi, lui critico d’arte, io volto televisivo tendente al comico, viaggeremo nelle quattro città italiane con lo spirito di una gita scolastica che va in visita ad un museo. Quindi non ci saranno le atmosfere delle tradizionali lezioni di arte. Con questo spirito mostreremo al pubblico di Raiuno opere d’arte fuori dai percorsi tradizionali seguiti dai visitatori e dai turisti. Ad esempio, abbiamo scoperto un museo della frutta a Torino che pochi conoscono. E abbiamo constatato che il museo di Capodimonte è così poco visitato che, quando cammini, senti il suono dei tuoi passi“.

E ancora: “avrò uno sguardo più curioso che informato. Infatti il mio compagno di viaggio mi ha fatto capiire che noi italiani abbiamo sempre la sensazione di dover avere per forza punti di vista prestabiliti. Invece l’Italia è talmente variegata che è meglio avere un approccio aperto e non prevenuto“.

E il compagno di viaggio, appunto, il critico Bonami, ha voluto sottolineare che “non ci sarà il gioco delle parti. Geppi non è venuta con il mandato comico. Sarà, semplicemente, un viaggio di due persone“.

O di qualche milione di telespettatori? E’ tutto ciò che auguriamo alla simpaticissima Geppy.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter