La prova del cuoco – Puntata del 31/01/2014 – Torneo Superchef, Spisni, Tocci e la pizza di Bonci.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 31 gennaio 2014, con Antonella Clerici.

pdc1

Anteprima con Marco Di Buono intrattiene le signore del pubblico, in attesa della puntata di oggi, che come ogni venerdì prevede una nuova sfida del torneo Superchef, la cucina della pasta fresca con la sfoglina Alessandra Spisni, i segreti del bosco con lo gnomo Augusto Tocci e il piatto a base di pesce di Gianfranco Pascucci. Proprio Alessandra risponde ad una richiesta di un telespettatore, che chiede come mai le siano venute male delle tagliatelle fatte con farina 00 e farina di mais. Ovvio, sottolinea la Spisni, la farina 00 è troppo generica, ci vuole la farina da sfoglia! Sigla, Antonella arriva in studio puntuale nonostante il nubifragio che sta interessando la capitale: sono in onda in ‘stato d’emergenza‘, visto che molti dello staff non sono riusciti ad arrivare in tempo. I saluti al pubblico e si parte con la nuova sfida di Superchef.

pdc1

Il tema di oggi è il riso e a  confrontarsi abbiamo Maurizio Altamura, di Bari, che propone il sushi alla barese, e Luigi Annunziata, di Ottaviano, Napoli, che invece propone il riso basmati thailandese con melissa e finocchietto. Davide Scabin, il giurato della gara, a causa del maltempo non è ancora arrivato, per cui a giudicare oggi c’è il sommelier Luciano Mallozzi. Antonella si divice quindi tra i due chef concorrenti per seguire cosa stanno facendo e per parlare con loro che si raccontano parlando, oltre che del piatto che stanno proponendo, anche della loro formazione, carriera e vita privata.

pdc1

Mallozzi dopo aver osservato e mangiato anche tutto, sottolinea come entrambi siano stati molto bravi e assegna 6 a Maurizio e 7 a Luigi.

pdc1

Antonella raggiunge la sua “ballerina preferita“, oltre che abilissima sfoglina, ovvero Alessandra Spisni, che anche oggi si scatena in cucina, ballando la mazurka e preparando le rosette con asiago e zucca; a vigilare sull’operato della cuoca, una vecchia conoscenza de La prova del cuoco, Maria Grazia Calò, che oggi siede tra il pubblico.

pdc1

In un tegame largo dai bordi bassi, sciogli il burro con l’olio e fai scaldare. Unisci lo spicchio d’aglio e la cipolla tritati grossolanamente. Lava, pulisci e taglia la zucca a cubetti piccoli Aggiungi i cubetti di zucca e le foglie di salvia. Condisci con sale e pepe e continua a mescolare ogni tanto fino a che la zucca abbia tutta preso sapore. Cuoci la sfoglia prezzemolata in un unico pezzo o al massimo in due in acqua bollente salata. Appena pronta scola la sfoglia.

pdc2

Passa la sfoglia in un recipiente con abbondante acqua fredda e salata. Togli dall’acqua fredda la sfoglia e stendila su di un piano pulito. Distribuisci sulla sfoglia il formaggio affettato sottilmente. Aggiungi al formaggio la zucca stufata con la salvia. Sbriciola sulla sfoglia condita anche i gherigli di noce sminuzzati. Arrotola la sfoglia senza stringere troppo e taglia le rosette. Allinea le rosette in una teglia da forno e distribuisci qualche fiocchetto di burro e parmigiano. Inforna a 180° per circa 20 minuti a gratinare.

pdc3

Lo gnomo contadino Augusto Tocci oggi parla di un prodotto che  una bomba di vitamina C, ossia i falsi frutti della rosa canina. Tutti fanno la marmellata ma così facendo si distrugge tutta la vitamina C che contiene. Quindi li schiacciamo in un mortaio, otteniamo la polpa e questo passato è ricchissimo di vitamina. Lo conserviamo mischiandolo a del miele vergine e non trattato. Gabriele Bonci è pronto a sfornare un’altra delle sue creazioni: la pizza con patate, funghi e formaggio. Un’ottima pizza per premiarci e gustare qualcosa di consistente in queste giornate di maltempo in tutta la penisola.

pdc2

Per l’impasto mettiamo in una ciotola bella capiente 1 kg di farina tipo  macinata a pietra, 700 gr di acqua, aggiungiamo  gr di lievito di birra in polvere e iniziamo ad amalgamare tutto, aggiungiamo quindi 5 gr di sale, un altro goccio di acqua e amalgamiamo tutto, trasferiamo sulla spianatoia e impastiamo facendo delle pieghe e massaggi. Lo mettiamo in frigorifero a lievitare per  24 ore.

pdc3

Stendiamo quindi l’impasto, lo mettiamo in una teglia, mettiamo sopra le patate che sbucciamo e grattugiamo a filetti grossi, uniamo un trito di aromi ossia rosmarino, pepe e finocchio, dei semi di finocchio e inforniamo a forno caldo al massimo. Una volta cotta mettiamo sopra i funghi chiodini prima passati in padella e ultimiamo grattugiando sopra del provolone. Buon appetito.

pdc1