La prova del cuoco – Puntata del 10/02/2014 – La guerra di Anna, ricette di Spisni, Mainardi e Ambra Romani.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 10 febbraio 2014, con Antonella Clerici.

c1

Anteprima con Marco che assiste Tata Francesca intenta a dare consigli alle mamme che le chiedono aiuto tramite mail, poi svela il menu di puntata: i consigli di Beppe Bigazzi, la guerra culinaria di Anna Moroni, le ricette di Alessandra Spisni, Andrea Mainardi e Ambra Romani e infine la gara. Antonella, subito dopo la sigla, raggiunge  Beppe Bigazzi che è pronto per la sua rubrica La conoscenza fa la differenza per parlare di allevamenti ittici, di acqua dolce e salata, di vasca e di acqua fulente e anche in mezzo al mare. Il meglio dell’allevamento sono quelli di acqua dolce, all’interno di parchi nazionali o regionali. L’acqua ovviamente deve essere pulita e fluente e non riscaldata, l’ alimentazione di questi pesci deve essere ad hoc.

c1

La tranquillità di Beppe è il preambolo per la scatenata Anna Moroni che questa volta coinvolge la signora Vittoria, di origine calabrese ma residente a Siracusa. La competizione della guerra culinaria di Anna contro tutte oggi vede la preparazione della tradizionale pasta siciliana, la  pasta alla norma.

Versione Anna – Tagliamo una melanzana in due, eliminiamo il liquido di vegetazione e la scaviamo al centro, così da ottenere una forma a barchetta che andrà a contenere la pasta. Le “barchette”le passiamo o al forno o le friggiamo nell’olio. L’interno della melanzana scavato lo tagliamo a cubetti e friggiamo in abbondante olio. Facciamo il sugo soffriggendo in una padella della cipolla, uniamo il pomodoro, le melanzane fritte  e del basilico a crudo.

c1

Cuociamo delle busiate in abbondante acqua salata. Scoliamo la pasta al dente e ultimiamo la cottura in padella con il sugo mettendo anche la ricotta salata. Sulla base delle barchette mettiamo del caciocavallo, la pasta, della ricotta salata e ultimiamo la cottura in forno per 10 minuti.

c1

Versione signoraVittoria – Lessiamo la pasta in acqua bollente e salata, per il sugo tagliamo a pezzi dei pomodorini ciliegini, mettiamo in padela con un goccio di olio, uniamo la passata di pomodoro e i pelati, aggiungiamo un cipollotto tagliato a pezzi, una carota, un pizzico di sale e di zucchero e facciamo cuocere il tutto per almeno 10 minuti, poi togliamo la carota e passiamo tutto al setaccio.

c1

Tagliamo a dadini una melanzana e la friggiamo in un goccio di olio. Rimettiamo il sugo in padella, uniamo i dadini di melanzana fritta e del basilico a crudo. Scoliamo la pasta, la condiamo con il sugo, uniamo la ricotta salata grattugiata e il caciocavallo grattugiato, impiattiamo guarnendo con altro sugo e formaggi grattugiati. Il giudice di gara Federico Quaranta che ha visto e osservato tutto decreta che a vincere sia il piatto di Anna.

c1

Alessandra Spisni prosegue la sua avventura televisiva de la sua rubrica La cucina della pasta fresca preparando un’invitante ricetta, i fagottini di carciofi con pancetta affumicata. Impastiamo la sfoglia con le uova e la farina e mettiamo il tutto in un sacchetto per alimenti per ripararla dall’aria. Puliamo e laviamo i carciofi togliendo le foglie esterne più dure e la barba interna, lasciamo solo la parte tenera, tagliamo a spicchi e cuociamo in acqua fredda salata per 10 minuti, poi scoliamo e tritiamo finemente.

c1

Mettiamo in una rterrina, uniamo il parmigiano e l’uovo, amalgamiamo, mettiamo il pangrattato, quanto ne occorre per ottenere una buona consistenza, saliamo pepiamo, un po’ di maggiorana e il ripieno è pronto. Tiriamo la sfoglia, la riempiamo col composto fatto e ricaviamo i fagottini che cuociamo in acqua bollente e salata. Tagliamo grossolanamente la pancetta e la rosoliamo in padella nel suo grasso, bagnando poi con aceto balsamico tradizionale di Modena. Scoliamo i fagottini, li condiamo con la pancetta e buon appetito!

c2

Andrea Mainardi propone un viaggio del gusto, nelle usanze gastronomiche mediorientali, con i falafel” (polpette fritte speziete) a base di legumi. Ecco la ricetta di un buon piatto vegetariano.

c2

Ammorbidite delle lenticchie secche in acqua, traslate il tutto in un bicchiere e passate a frullatore ad immersione. Mettete il composto in un recipiente e aggiungete della cipolla cruda, del prezzemolo, del cumino, un pizzico di lievito per dolci e aggiustate di sale. Amalgamate tutti gli ingredienti fino a quando otterrete un impasto morbido. Formate tante piccole polpette e friggetele a bagno d’olio.

c3

Per accompagnare le polpette vegetariane preparate una salsa, hummus. Fornitevi di ceci cotti, passateli al frullatore ad immersione, aggiungendo dell’aglio, della pasta di sesamo, del limone, dell’olio e un po’ di curry. Per concludere il pasto, realizzate un’insalata di pomodorini e cetrioli. E buon appetito.

c1

Ambra Romani attende, nel suo spazio, Antonella, e anticipando di avere buone idee dolciarie da proporre per San Valentino, ne da un’anticipazione preparando una crostata con le rose di zucchero.

c2

Immergere a uno a uno i petali delle rose nello sciroppo di zucchero e poi nello zucchero, quindi disporre su un foglio di carta da forno e lasciare indurire per una notte. Per la pasta frolla integrale, disporre le due farine a fontana su una spianatoia e incorporarvi al centro il burro a pezzetti, lo zucchero, l’uovo, il lievito e un pizzico di sale. Impastare velocemente con le mani, formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e far riposare in frigorifero per 30 minuti. Stendere la pasta con l’aiuto di un mattarello e foderare una tortiera imburrata e infarinata. Bucherellare con i rebbi di una forchetta e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.

c3

Sformare, far raffreddare e trasferire su un piatto da portata. Per la crema, portare a bollore la panna, quindi togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato a pezzetti. Mescolare finché i grumi non si saranno sciolti completamente. Far intiepidire. Farcire la crostata con la marmellata alla rosa, coprire con la crema, far rassodare in frigorifero e guarnire con i petali di zucchero. Buon appetito!

c1