La prova del cuoco – Puntata del 12/02/2014 – Chi batterà lo chef? Le ricette di Messeri, Moroni.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 12 febbraio 2014, con Antonella Clerici.

c1

Nuova puntata, frizzante ed energica, de La prova del cuoco; il cui menu odierno è come sempre ricco di rubriche e ricette: ad iniziare dalla sfida di Chi batterà lo chef?, passando per le ricetta del casale di Luisanna Messeri, dalla ricetta all’insegna del risparmio di Anna Moroni e ovviamente la gara finale. Anteprima con Marco Di Buono, che con Anna e Luisanna parla del taglio di carne per uno spezzatino tenero: Luisanna usa il muscolo o cappello del prete, ossia un pezzo di carne di seconda scelta con un po’ di grassetto e nervetti.

c1

Antonella saluta il pubblico, ringrazia i telespettatori per il pubblico che ieri ha regalato grandi ascolti (Di Buono sottolinea “ci hanno seguito“, ancora non si rende conto della sua presenza inutile e da soprammobile, in tempi di crisi, sarebbe subito da cacciare) e al via con Chi batterà lo chef? dove a cercare di sconfiggere Gilberto Rossi abbiamo Claudia e Benedetta, due amiche che si sono conosciute in farmacia un paio di anni fa, che hanno portato: farina, pancetta dolce, zucca, noce moscata, parmigiano, uova e alloro.

c1

Benedetta però svela il nome della ricetta e Andrea Amadei, il giudice della gara, quindi sente. Andrea ha portato come ingrediente la pancetta piacentina doc, che va quindi a sostituire quella dolce. Avendo la sfidante detto il nome della ricetta, anche Gilberto è costretto a fare la stessa cosa, ossia i tortelloni, senza glutine per le sfidanti, di zucca e pancetta per Gilberto, praticamente la stessa cosa, osserva Antonella che parla con le due sfidanti che raccontano come sia nata la loro amicizia: si sono conosciute scoprendo di essere entrambe intolleranti al glutine. Insieme hanno poi aperto a Finale Emilia, un laboratorio di pasta fresca in cui fanno la pasta, ma anche dolci, esclusivamente per celiaci. Entrambi fanno la pasta per i tortelloni impastando la farina per celiaci e le uova.

c1

La differenza sta che le sfidanti fanno il ripieno con la zucca e condiscono poi con la pancetta, mentre Gilberto riempie i tortelloni con la pancetta tritata e amalgamata con del parmigiano e li condisce poi con una purea di zucca. E’ il momento per Andrea di assaggiare i tortelloni e nelle due varianti e decreta che a vincere siano quelli preparati dallo chef. Lo ha premiato per il contrasto tra la salsa di zucca dolce e il ripieno sapido, mentre nell’altro ha trovato la pasta insipida e il sugo asciutto.

c2

Luisanna Messeri, la simpaticissima brociona dai capelli rossi, come ogni mercoledì, riapre la cucina del casale, proponendo il pasticcio di maiale. Foderiamo le pareti di una pirofila rotonda e alta con le fette di prosciutto crudo. Peliamo le patate e le tagliamo a fette, grattugiamo la cipolla.

c1

Alterniamo nella pirofila strati di fette di carne, di patate e cipolla. Bagnamo col brodo, copriamo tutto con la pasta sfoglia sigillando bene i bordi. Facciamo un piccolo buco sulla sfoglia per far passare l’aria e inforniamo a 160° già caldo per ben due ore. Buon appetito!

c3

Tocca ad Annina Moroni, che quest’oggi, per la sua rubrica Cucinare risparmiando, per l’appunto ci suggerisce una ricetta che ci consenta, insieme, di deliziare il palato e preservare il portafogli. Cuciniamo risparmiando, dunque, preparando la zuppa d’orzo. Mondiamo e laviamo l’orzo, lo mettiamo in una pentola con due litri di acqua, facciamo cuocere a fuoco moderato salando leggermente.

c1

Tritiamo il prezzemolo, l’aglio, le cipolle, il sedano, le carote e il porro. Tagliamo anche lo speck a pezzetti, uniamo il tutto nella pentola dell’orzo e continuiamo la cottura mescolando. Uniamo quindi anche le patate sbucciate e tagliate a pezzettini, l’estratto di carne e facciamo cuocere finchè il tutto si sarà ridotto a zuppa. Saliamo e pepiamo a piacere, un goccio di olio e buon appetito!

c2

Gabriele Bonci è pronto a sfornare un’altra delle sue creazioni: il calzone. Un’ottima variante di quello classico che lo rende gustosissimo al tatto e croccante.Per l’impasto amalgamiamo 1 kg di farina di farro setacciata, 3 grammi e mezzo di lievito di birra, 600 gr di acqua, uniamo 15 gr di sale e impastiamo tutto dando poi le classiche pieghe di rinforzo. Spezziamo l’imposto a 180 gr e facciamo lievitare le palline d’impasto ben coperte con un telo o con la pellicola.

c1

Puliamo e tagliamo a pezzetti dei carciofi e li facciamo appassire in padella con un goccio di olio. Stendiamo le palline e riempiamo i calzoni mettendo al centro della mozzarella fiordilatte tritata, un po’ di carciofi stufati, del gorgonzola a pezzetti, chiudiamo i calzoni e li mettiamo in una teglia. Li spennelliamo con mozzarella e uovo. Inforniamo nella parte bassa del forno alla massima temperatura e poi lo abbassiamo a 180°. Buon appetito!

c2