La prova del cuoco – Puntata del 19/02/2014 – Chi batterà lo chef? Le ricette di Messeri, Moroni.

_Marco Magnani_

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 19 febbraio 2014, con Antonella Clerici.

cuoco1

Pubblicità

Nuova puntata, frizzante ed energica, de La prova del cuoco; il cui menu odierno è come sempre ricco di rubriche e ricette: ad iniziare dalla sfida di Chi batterà lo chef?, passando per le ricetta del casale di Luisanna Messeri, dalla ricetta all’insegna del risparmio di Anna Moroni e ovviamente la gara finale. Anteprima con Marco Di Buono, che con Annina e Luisanna parla della differenza tra bollitura e sbianchitura. Marco dimostra di non saperne assolutamente nulla e Anna gli dice che proprio non sa niente: ha proprio bisogno di imparare le basi della cucina. Antonella entra sulle note della sigla, saluta il pubblico in studio e quello a casa, qualche considerazione sulla prima serata del Festival di Sanremo (Antonella è entusiasta della performance di Raffaella Carrà, che ha cantato Fatalità), e si parte con Chi batterà lo chef?

cuoco1

A cercare di sconfiggere Gilberto Rossi abbiamo Federica e Claudia, due amiche ed insegnanti che hanno portato: olio di mais, panna, liquore al’anice, lievito per dolci, limone, uova, cioccolato fondente, burro, zucchero, ricotta, farina, cannella e zucchero a velo. Andrea Amadei, l’affascinante giudice della gara, ha portato un particolare tipo di cioccolato, quello di Modica, da sostituire a quello portato dalle sfidanti. Le due presentano castagnole con ricotta e cioccolato, Gilberto risponde con un soffice al limone con fonduta alla cannella. Proposta delle concorrenti:  Create un impasto con della farina 00, delle uova intere e della scorza di limone. A parte amalgamate della ricotta fresca con dello zucchero e della cannella. Incorporate i due impasti e inserite dell’anice e un po’ di lievito per dolci. Una volta che avrete ottenuto un panetto di pasta liscio e uniforme formate tanti grissini dai quali estrarrete tante piccole porzioni di pasta che andrete ad arrotolare su se stesse e friggere in abbondante olio portato a temperatura. Quando le castagnole saranno esternamente dorate, privatele dell’olio e adagiatele su carta assorbente. In un pentolino sciogliete del cioccolato con un po’ di panna. Questa salsa al cioccolato servirà per accompagnare le castagnole che adagerete su di essa.

cuoco1

Proposta di Gilberto:  Lavorate la farina 00 con dello zucchero al velo, della scorza di limone, del tuorlo d’uovo e della ricotta fresca. Quando l’impasto sarà omogeneo, formate tanti grissini dai quali otterrete tante piccole porzioni di pasta che andrete ad arrotolare su se stesse. Fate bollire in un tegame dell’acqua, con dello zucchero semolato, dell’anice e un po’ di olio.

cuoco2

Immergete i soffici al limone nell’acqua bollente e fateli cuocere. Privateli poi dell’acqua di cottura e poneteli su di uno specchio di cioccolato ottenuto dallo sbattimento, a caldo, di un po’ di panna dove avrete inserito del cioccolato di Modica, un pizzico di cannella e alla fine un po’ di burro per lucidare la salsa al cioccolato.Andrea assaggia e premia ancora una volta il piatto dello chef.

cuoco1

Riapre la cucina del casale, con i consigli culinari della rossa Luisanna Messeri, che oggi prepara l’acquacotta con l’ovettoisotto.

cuoco4

In un tegame mettete della cipolla rossa e del sedano tagliati a rondelle, del concentrato di pomodoro, dei pomodori pelati, del peperoncino e fate cuocere il tutto. In un secondo momento aggiungete a questo composto il brodo vegetale ceh avrete precedentemente filtrato. Prendete tre fogli di pasta fillo e create dei quadrati di sfoglia che andrete a posizionare su delle coppe. Inserite, all’interno di queste ultime, della ricotta di pecora, un po’ di sale e pepe, un uovo e chiudete la pasta fillo a mò di saccoccio.

cuoco3

Aiutandovi con una pinza immergete il saccoccio in olio, portato a temperatura, e giratelo su se stesso per farlo cuocere su tutti i lati. Ponete il saccoccio di pasta fillo sul brodo precedentemente preparato accompagnato da crostini di pane.

cuoco5

Anna Moroni, nello spazio dedicato alla rubrica Cucinare risparmiando propone, lo spezzatino di vitella con patate e sedano.

cuoco1

Su di una padella ponete un filo d’olio, appassite la cipolla con del sedano, inserite lo spezzatino a tocchetti e fatelo rosolare. Sfumate la carne con del vino bianco, fate evaporare l’alcool e inserite delle patate a cubetti. Aggiustate di sale e pepe. Aggiungete adesso la salsa di pomodoro e fate cuocere il tutto per 30 minuti.

cuoco2

Passo a due in cucina fra Sergio Barzetti e Antonella. La ricetta di oggi è quella della torta salata con corote e taleggio. La base della torta salata sarà constituita da pasta brisè. Per realizzare quest’impasto, mettete in una planetaria del burro, della farina e dell’acqua con del sale sciolto. Formate un panetto di pasta e ponetelo in frigorifero a riposare per 30 minuti. Su di una padella fate sciogliere del burro con una foglia di alloro, inserite adesso delle carote crude tagliate a rondelle e dei porri, insaporite con  sale, zucchero di canna e mettete un po’ di acqua gassata.

cuoco1

Fate cuocere dagli 8 ai 10 minuti. Prendete il panetto di pasta brisè, con l’aiuto di un mattarello stendete uan sfoglia sottile e con quest’ultima ricoprite una teglia. Togliete la pasta in eccesso che fuoriesce dalla teglia e adagiate al suo interno il composto che avete cotto precedentemente in padella (carote e porri). Sbattete uova, zafferano, un po’ di panna e ricoprite le carote e i porri con quest’impasto. Mettete sulla superficie della torta dei pezzetti taleggio. Pinzettate con le dita gli esterni della pasta brisè e infornate la torta salata a 190 °C per 40 minuti.

cuoco2

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter

Dirette, La prova del cuoco, Televisione and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .
Pubblicità

Lascia un commento

*

  1. mi piacerebbe vedere più ricette senza carne e con pochi formaggi, visto che stiamo distruggendo il mondo con la sofferenza che creiamo agli uomini e agli animali. Oltretutto è anche per la nostra salute. Sapete bene cosa dice il prof. Veronesi vero? Vi ringrazio. Amo molto la cucina di Sergio Barzetti, ovviamente senza carne!!