La prova del cuoco – Puntata del 24/02/2014 – La guerra di Anna, ricette di Spisni, Mainardi e Landra.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 24 febbraio 2014, con Antonella Clerici.

cuoco

Anteprima con Marco che assiste Tata Francesca intenta a dare consigli alle mamme che le chiedono aiuto tramite mail, poi, il conduttore, svela il menu di puntata: i consigli di Beppe Bigazzi, la guerra culinaria di Anna Moroni, le ricette di Alessandra Spisni, Andrea Mainardi e delle sorelle Landra e infine la gara. La sigla non basta ad Antonella per salutare tutto il caloroso pubblico in studio, la conduttrice raggiunge poi subito Beppe Bigazzi, pronto per la rubrica de La differenza fa la differenza, a parlare di mozzarelle e di tutti i tipi: dlala fiordilatte, a quella di bufala fino a quella per pizza. Il termine mozzarella risale al lontano 1570, poi nel 1996 è arivata la denominazione dop per quella di bufala campana, prodotta nelle province di Salerno e Caserta e alcune comuni delle province di Benevento, Napoli, Isernia e Frosinone.

cuoco

Anna Moroni è pronta per un’altra guerra culinaria, all’interno della sua rubrica Anna contro tutte, dove quest’oggi se la vede con la signora Anna Rita Procaccioli di Ascoli Piceno, confrontandosi sulla preparazione di un classico marchigiano: le olive ascolane.

cuoco1

Se la sfidante fa le classiche olive ascolane, Anna propone le sue alla “nonna papera“. Per Anna non conta la ricetta originale, ma il sapore alla fine.

Anna Rita per il ripieno mette in una padella della carne di manzo e della carne di maiale tagliata a pezzettini, senza condimenti, unisce poi sedano, carota e cipolla tagliati a pezzettoni grossi, lascia rosolare tutto per un po’, poi sfuma con il vino bianco, una volta evaporato unisce la passata di pomodoro e fa cuocere dolcemente per circa 30 minuti, unisce un po’ di parmigiano e di noce moscata, un uovo, amalgama tutto  e poi macina tutto nel tritacarne. Snocciola a spirale delle classiche olive, le mette in acqua salata e poi le riempie con il composto fatto dando all’oliva una forma allungata. Le passa nella farina, nell’uovo sbattuto e nel pangrattato e le frigge in olio bollente per tre minuti.

cuoco3

Anna usa la carne di manzo, di pollo e del prosciutto crudo, taglia tutto a pezzettini e fa cuocere in padella con una noce di burro e del vino bianco che usa per sfumare. Quando il tutto è cotto lo passa al tritacarne, cuoce anche le olive e trita anch’esse con il tritacarne. Mette il tutto in una ciotola e aggiunge un rosso d’uovo, un po’ di formaggio grana, del limone grattugiato e un pochino di noce moscata e amalgama tutto. Forma delle polpette, le impana passandole nella farina, uova e pangrattato e le frigge in abbondante olio. Federico Quaranta, giudice della gara, premia la ricetta originale assegnando quindi la vittoria ad Anna Rita.

cuoco1

Alessandra Spisni, dopo aver danzato ed essersi scatenata e aver chiacchierato con Antonella, apre il suo spazio dedicato alla cucina della pasta fresca preparando delle gustosissime pappardelle con noci e gorgonzola.

cuoco1

Impastiamo la farina e le uova, stendiamo il panetto con il mattarello e ritagliamo le pappardelle e le facciamo ben asciugare. In un pentolino mettiamo i due formaggi, la panna, un pizzico di sale e pepe e facciamo sciogliere il tutto a fuoco molto basso, infine una volta ottenuta una bella salsina uniamo il prezzemolo tritato. Lessiamo le pappardelle, le scoliamo e le condiamo con la salsa al gorgonzola , uniamo i gherigli di noci tagliati grossolanamente, spolveriamo con il formaggio grana e buon appetito!

cuoco1

Andrea Mainardi, anche quest’oggi, corre in giro per il mondo e prepara il fish and chips, ossia il pesce fritto con le patatine, un piatto nazionale inglese, la ricetta anglosassone più conosciuta nel mondo. Consiste in un filetto di pesce bianco (solitamente merluzzo) fritto in pastella e attorniato da abbondanti e spesse patatine, anch’esse fritte.

cuoco1

Laviamo, puliamo, tagliamo a filetti e asciughiamo il merluzzo, peliamo le patate e le tagliamo a spicchi. Prepariamo la pastella sciogliendo il lievito di birra in tre cucchiai di latte tiepido, aggiungiamo il restante latte, la farina bianca, la farina di mais, i tuorli e l’erba cipollina tritata, amalgamiamo bene e facciamo riposare per un’ora. Friggiamo le patate in abbondante olio di semi e poi le mettiamo in forno per tenerle calde. Immergiamo i filetti di merluzzo nella pastella, li friggiamo quindi nell’olio bollente per circa quattro minuti. Scoliamo e saliamo a piacere.

cuoco2

Prepariamo quindi la purea di pisellli sciogliendo  in un pentolino il burro, uniamo gli scalogni tritati e facciamo appassire, mettiamoi piselli e le foglioline di menta, un po’ di brodo vegetale e cuociamo il tutto per un quarto d’ora. Togliamo i piselli dal fuoco, ne teniamo da parte un paio di cucchiai e frulliamo ad immersione il resto poi uniamo quelli tenuti da parte. Serviamo il pesce con le patatine, la purea di piselli e della maionese amalgamata con birra e senape. Buon appetito!

cuoco1

Antonella ora diventa la terza sorella, raggiungendo nella loro postazione le mitiche sorelle Landra che oggi preparano un classico secondo piatto ma con una variante che lo rende davvero delizioso: l’ arrosto di vitello alla pizzaiola.

cuoco1

In una casseruola mettiamo ad insaporire nell’olio lo spicchio d’aglio, aggiungiamo poi la carne e la facciamo ben dorare su tutti i lati fino a quando sarà ben colorita, sfumiamo con il vino bianco secco e lo facciamo  evaporare, poi aggiungiamo la passata di pomodoro e l’origano, mescoliamo bene, saliamo e pepiamo. Chiudiamo con il coperchio e facciamo cuocere per circa un’ora. Togliamo la carne, la tagliamo a fette e la serviamo con il sugo di cottura che prima filtriamo e con intorno le varie verdure (patate, zucchine, carote, peperoni) tagliate a listarelle sottili e stufate in padella. Buon appetito!

cuoco2