La prova del cuoco – Puntata del 14/03/2014 – Torneo Superchef, Spisni, Tocci…

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 14 marzo 2014, con Antonella Clerici.

c8

Anteprima con Marco Di Buono intrattiene le signore del pubblico, in attesa della puntata di oggi, che come ogni venerdì prevede una nuova sfida del torneo Superchef, la cucina della pasta fresca con la sfoglina Alessandra Spisni, la dieta di Evelina Flachi e il piatto a base di pesce di Gianfranco Pascucci, ovviamente la gara finale.

Alessandra Spisni mette le mani in pasta e inizia a cucinare, mentre Antonella l’aiuta nella preparazione della ricetta di oggi, quando avviene un’incursione in cucina! Di chi si tratta? E’ Enrico Brignano, che con la sua comicità rende un momento gastronomico di grande ilarità. Il trio Spisni, Clerici e Brignano oggi prepara dei fagottini gratinati prosciutto e gorgonzola

Ingredienti per 4 persone: 3 uova, 300 g di farina da sfoglia, 300 g di gorgonzola dolce, 300 g di prosciutto cotto affettato spesso, 100 g di mascarpone, 500 g di latte fresco intero, 50 g di burro, 30 g di farina, 100 g di salsa di pomodoro, un cucchiaio di grana grattugiato, q. b. di sale, q. b. di noce moscata.

Impastate con farina e uova una pezzatura di pasta e tiratela con l’aiuto di un mattarello.
Dalla sfoglia ricavate tanti quadrati da 12 cm ca e cuoceteli in abbondante acqua salata, successivamente bloccate la cottura in acqua fredda.  Al centro di ogni quadrato mettete una fetta di prosciutto e dei pezzetti di gorgonzola mescolati con del mascarpone, confezionate la pasta a fagottino.

Preparate della besciamella classica con del latte, del burro, della farina e insaporitela con del sale e della noce moscata.

Fornitevi di una pirofila e mettete al suo interno della salsa di pomodoro, allineate su di essa i fagottini precedentemente preparati e ricopriteli con della besciamella e, quest’ultima macchiatela con altra salsa di pomodoro, finite con una spolverizzata di formaggio grattugiato. Gratinate la pasta in forno a 200°C.

Lo “gnomo del bosco“, Augusto Tocci, anticipando la primavera spiega come preparare un piatto tipico della stagione dei fiorile chiocciole con cerinte, ricotta e semi di zucca croccanti.

Su di una padella mettete un filo di olio extravergine di oliva e fate imbiondire della cipolla tritata; inserite adesso le cerinte e fatele appassire. A fuoco spento aggiungete alla verdura della ricotta fresca e amalgamate il tutto. In un’altra padella a fuoco vivace fate diventare croccanti dei semi di zucca.

In abbondante acqua salata cuocete la pasta (formato: chiocciole). Private la pasta dell’acqua di cottura e saltatela in padella con le cerinte e la ricotta. Presentate il piatto con l’aggiunta della parte croccante dei semi di zucca e la parte cromatica dei fiori di cerinta.

Venerdì pesce con Gianfranco Pascucci, che per il pubblico di Rai1, oggi, cucina la cozze gratinate con pangrattato al verde.

Sgusciate le cozze o a crudo o dopo averle passate in acqua calda per 10 secondi. Se sgusciaste le cozze a crudo mettete il mollusco in una ciotola con la sua acqua, mentre la valva (conchiglia) ponetela da parte. Se sgusciaste le cozze con la sbianchitura di 10 secondi, lasciate il frutto all’interno della sua conchiglia.

In un tegame mettete 3 spicchi di aglio con un filo di olio extravergine di oliva, abbondante prezzemolo e l’acqua delle cozze. Tagliate del pane raffermo a dadini e irroratelo con un po’ di latte e succo di limone. Con l’aiuto di un cutter tritate il pane e fate rosolare la mollica in forno fino a quando risulterà dorata.

Con l’aiuto di un frullatore ad immersione frullate il prezzemolo cotto e filtratelo. Aggiungete alla mollica precedentemente preparata, del liquido verde e fatelo nuovamente asciugare in forno e passatelo al cutter.

Adesso su di una placca da forno ponete le cozze e ricopritele con il pan grattato al prezzemolo, aggiustate di sale, inserite un filo di olio extravergine di oliva e infornate per 6 minuti ca fino a quando in superficie doreranno. Il risultato sarà quello di un piacevole contrasto tra la morbidezza del mollusco e la croccantezza della panatura.