Il Segreto: le trame dal 24 al 29 marzo 2014; mercoledì anche in prima serata – Anticipazioni

Le anticipazioni de “Il Segreto”, la soap opera di Canale5, nella settimana che va dal 24 al 29 marzo 2014 (mercoledì 26 anche prima serata). Le trame nel dettaglio.

se2

Ecco le trame delle puntate de Il Segreto, La soap opera di Canale5, aggiunge un altro appuntamento: Pepa e Tristan terranno compagnia i fedeli aficionados oltre che da lunedì 24 a venerdì 28 marzo alle 16:15 e in prima serata mercoledì 26 marzo alle 21:10, anche sabato 29 marzo alle 15:10. Dunque, come consuetudine, vi anticipiamo quanto vedrete nella prossima settimana de Il Segreto.

Raimundo convince Emilia a parlare con Sebastian, ma lui la caccia e proprio in quel momento Emilia si sente male. Olmo rivela a Soledad che il rapporto con sua madre è sempre più teso e che potrebbe anche decidere di eliminarla! In seguito, Agueda gli rivela di voler cambiare il testamento in favore di Pepa. Donna Francisca confida a Soledad alcuni brutti ricordi d’infanzia e la ragazza ne rimane molto turbata. Mariana è ancora sconvolta dalla disavventura con gli uomini di Pardo ed Enriqueta sospetta che le sia successo qualcosa di terribile. Olmo è arrabbiato per la decisione di Agueda di dividere la propria eredità fra lui e Pepa e si comporta in modo ambiguo e aggressivo perfino con Efren. Francisca continua a non potersi muovere dal letto e non cede davanti alle richieste di Don Anselmo per rivelare la verità su Tristan e Pepa. Hipolito va in cerca del boa che è fuggito; intanto sparisce l’asino di Facundo. Pepa ordina a Raimundo e ad Alfonso di fare pace con Sebastian per il bene di Emilia, ma lo stesso Sebastian non può giungere alla locanda in quanto ostaggio dell’esercito alla conserviera. Olmo Mesia tratta male Efren accusandolo di spiarlo ma, quando Pepa chiede spiegazioni, fa finta di niente.

Olmo decide di scusarsi con la madre e la sorella per il suo atteggiamento nell’ultimo periodo. Soledad rifiuta di andare a trovare la madre. Pepa cerca di buttare Tristan tra le braccia di Gregoria. Raimundo va a trovare Pepa e le porta notizie su Suor Calvario. Sebastian è nei guai perché l’esercito si è presentato a La Deliziosa per fare dei controlli. In caserma qualcuno si è sentito male e la colpa viene attribuita alle conserve di Sebastian. Raimundo è molto in ansia e si rivolge a Don Anselmo per chiedergli aiuto. Donna Agueda ha fatto dei controlli dopo essersi sentita male ma non ha nulla di grave. Agueda ha ormai deciso: cambierà il testamento e dividerà tutto a metà tra Pepa e Olmo. Inoltre a Pepa sarà dato il cognome di sua madre. Juan sta per inaugurare il suo bordello e ne è felice, anche se è piuttosto confuso riguardo al suo rapporto con Enriqueta. Hipolito ne combina un’altra delle sue e stavolta la sua attenzione si concentra su un boa. Donna Francisca, rimasta paralizzata in seguito all’intervento, è intrattabile e dimostra tutto il suo odio per Tristan e Gregoria. Don Anselmo scopre che Calvario non ha mai preso i voti per diventare suora e così decide di indagare.

Pepa è diventata a tutti gli effetti erede di Agueda, ma non riesce ad essere contenta non essendo abituata al lusso. Sebastian potrebbe essere nei guai. L’esercito sta mettendo sottosopra il suo ufficio in cerca di prove per accusarlo di aver venduto conserve non sterilizzate. Raimundo capisce che il suo rapporto con Agueda non si limita ad una semplice amicizia e così decide di dichiararsi. In paese si mormora che Calvario non sia una vera suora. Juan è nei guai: il suo casinò si è infatti incendiato completamente. Tra Tristan e Gregoria le cose sembrano aggiustarsi. Agueda rifiuta la proposta di Raimundo, che sta per ricevere un altro dolore: il figlio gli annuncia di aver deciso di partire. Hipolito si vanta per un’impresa inverosimile. Calvario sfrutta la tendenza al pettegolezzo di Dolores per carpirle informazioni sul misterioso viaggio di Don Anselmo. Pepa cerca di ingannare i suoi sentimenti per Tristan spingendolo tra le braccia di Gregoria. Un infuriato Pardo giunge a casa dei Castañeda e minaccia di morte Juan, ritenuto il responsabile indiretto dell’incendio del casinò. Juan ed Enriqueta stanno per essere uccisi da Pardo, ma in loro aiuto arriva fortunatamente Paquito. Efren fa amicizia con i bambini di Puente Viejo.

Hipolito incontra Marita e decide di portarla a casa nonostante non vada daccordo con Dolores. La conserviera di Sebastian è in procinto di andare in rovina per aver fornito cibi che hanno intossicato i soldati. Don Anselmo è tornato dal seminario e parla con Pepa. I due sospettano che Don Fermin nasconda un segreto. Proprio al seminario Martin, che aveva cercato di fuggire, viene ritrovato e riconsegnato a Don Fermin. I giornali scrivono che ci sono moltissimi soldati gravemente malati a causa delle conserve. La situazione per Sebastian a quel punto si mette proprio male e sia Tristan che la sua famiglia, specialmente Emilia, gli offrono il loro sostegno. Pardo ordina di distruggere la casa dei Castaneda. Juan decide che è il momento di liberarsi di Pardo. Donna Francisca si convince ad usare la sedia a rotelle. Marita decide di andarsene, ma Hipolito, deciso a trattenerla, chiede a Pedro di aiutarla a trovare un lavoro. Di fronte al rifiuto del padre, Hipolito decide di prendere lezioni di latino da Marita e poi gli viene l’idea di creare un’accademia delle lingue a Puente Viejo. Sfortunatamente quando espone il suo progetto a Pedro, arriva Dolores che va su tutte le furie.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter