La prova del cuoco – Puntata del 29/03/2014 – Ricette di Anna Moroni, Natalia Cattelani

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 29 marzo 2014, con Antonella Clerici.

c6

Anche questo sabato la puntata de La prova del cuoco inizia alle 11:40 con un’anteprima di circa venti minuti, in cui la protagonista è Anna Moroni, che fa lezioni di cucina a niente di meno che all’incapace Marco Di Buono. La rubrica della cuoca, per l’appunto, si chiama “A scuola di Anna con Marco Di Buono” e la lezione di oggi riguarda la preparazione delle crepes prosciutto e mozzarella.

c2 - Copia

Sbattiamo 2 uova intere e un tuorlo con una parte della farina, aggiungiamo tutto il latte e, poca per volta, la farina. Amalgamiamo bene gli ingredienti. Scaldiamo la padella e la ingrassiamo con una noce di burro. Versiamo un mestolo di composto, facendolo aderire su tutta la superficie della padella. Giriamo e facciamo cuocere su entrambi i lati. Proseguiamo allo stesso modo con le altre crepes.

Prepariamo il sugo con la passata di pomodoro, un filo di olio, sale e basilico. Tagliamo la mozzarella a fettine e il prosciutto cotto a cubetti. Farciamo le crepes con fiordilatte e prosciutto ed arrotoliamo. Disponiamo le crepes nella teglia, condiamo con il sugo e il grana grattugiato. Mettiamo in forno a 180° a gratinare.

c1

Mezzogiorno si avvicina, quindi fine anteprima, reclame, sigla e l’arrivo in studio di Antonella, che raggiunge Andrea Casamento al pianoforte per qualche canzoncina e per ricordare l’appuntamento di stasera con Ti lascio, con stasera ospiti Rita Pavone e Roberto Vecchioni, i saluti iniziali e andiamo a fare la spesa al mercato con Beppe Bigazzi.

Abbiamo quindi una sfida tra due squadre di diverse località, che presentano dei prodotti e con questi preparano una ricetta, una sorta di campanile italiano e per l’appunto in questa sfida partecipano ex concorrenti di questa gara. A scontrarsi questa volta ci sono la Val D’Aosta e la Basilicata. Nella cucina verde, gli amici Davide Allera e Marco Stefenelli di Cogne, preparano i maltagliati di rapa rossa al burro e timo. Nella cucina rossa, Federico Valicenti e Pino Ricciardulli di Terranova di Pollino (PZ), realizzano lo sformatino di patate, ricotta e melanzane. Per Beppe quindi un bel compito, quello di parlare di eccellenti prodotti quali rapa, burro, timo, patate, ricotta, melanzane, narrandone l’origine e le innumerevoli proprietà, nonchè curiosità su come si ottengono. Due piatti veramente semplici in cui la differenza la fanno la qualità dei prodotti usati.

Tutti da Anna Moroni, che propone la sua ricetta della domenica, quest’oggi un invitante piatto ricco e completo, ovvero quello delle  tasche a sorpresa.

c4

Preparate tre farce differenti per riempire la carne.

1^ farcia. Lavate, pulite e cuocete degli asparagi in abbondante acqua portata a temperatura. Tagliate a pezzetti gli asparagi cotti e, con l’aiuto di un frullatore ad immersione, frullateli aggiungendo della feta, dei pinoli e aggiustando, per ultimo, di sale e pepe. Se il composto dovesse risultare poco lavorabile inserite del pan grattato.

2^ farcia. Lavate, pulite e cuocete delle carote, tagliate in due parti, in abbondante acqua portata a temperatura. Riducete a pezzetti le carote e con l’aiuto di un frullatore ad immersione frullatele insieme a dei pezzi di groviera aggiustando, per ultimo, di sale e pepe. Se il composto dovesse risultare poco lavorabile inserite del pan grattato.

3^ farcia. Mettete in ammollo dei pomodori secchi, privateli dell’acqua e tagliateli a pezzetti; con l’aiuto di un frullatore da immersione frullate i pomodori secchi, del fior di latte e delle noci. Se il composto dovesse risultare poco lavorabile inserite del pan grattato.

Una volta che le farce saranno pronte, su di un piano adagiate delle fette di tacchino, salatele, adagiate al centro della carne un cucchiaio di farcia a piacere e confezionate la fettina a mo’ di tasca, limitando le chiusure con degli stuzzicadenti. Sul fuoco mettete 3 padelle diverse inserendo un filo di olio extravergine di oliva e una noce di burro, fate dorare le tasche di tacchino da entrambe le parti poi aggiungete del brodo e lasciate cuocere per 15 minuti ca.

Servite la portata, tagliando in due parti le tasche di tacchino, con un contorno di asparagi e carote lesse.

c3

Lorenzo Branchetti e Natalia Cattelani, per la rubrica Cucina in famiglia, coadiuvati da Tata Francesca, che intrattiene i bambini, propongono una ricetta anche questa volta gustosa e invitante. Prepariamo quindi i tranci di riso tricolore. Ospiti 3 simpatici amici protagonisti del film Cuccioli, il paese del vento, il sequel appena uscito nelle sale cinematografiche, un pulcino, una papera e un cagnolino.

c4

Tritate della cipolla e fatela appassire in un tegame, poi aggiungete del riso e fatelo tostare: continuate la cottura del riso in maniera tradizionale, aggiungendo del liquido e salate.

In un’altra pentola cuocete della salsa di pomodoro. Non appena il riso sarà cotto dividetelo in due parti, in una aggiungete del grana grattugiato, dei rossi di uovo e della salsa; nell’altra porzione di riso sommate solamente del grana grattugiato. Fornitevi di due teglie foderate con della carta forno, adagiate al proprio interno, in una il riso con la salsa, nell’altra il riso in bianco, livellate il composto e ponetelo in frigorifero affinché compatti. Successivamente sul riso rosso adagiate della provola tagliata, delle fettine di prosciutto cotto e dell’altra provola tagliata, poi sovrapponete la forma di riso bianco e lo spolverizzate con del formaggio grattugiato. Ponete il riso in forno per 20 minuti, tagliatelo a tranci e presentatelo su di un piatto da portata con una decorazione con salsa di basilico.

c5

Infine, nella rubrica “Il Gelato d’Autore”, Pietro Di Noto, esperto ristoratore messinese, da dieci anni si è completamente dedicato alla produzione di gelati artigianali. Sono 600 i gusti inventati da Pietro tanto da entrare, a breve, nel Guinnes dei primati. Oggi, ci regalerà una ricetta da “bollino rosso” adatta per serate molto intime: il gelato afrodisiaco.

Ingredienti: 1 l di acqua frizzante, 2oo ml di spumante, 10 frutti della passione, 1 avocado, 1 cucchiaio di chiodi di garofano, 200 g di mandorle tritate, 250 g di zucchero, 2 cucchiai di anice, il succo di un limone, q. b. di peperoncino in polvere, q. b. di semi di coriandolo.

In un recipiente inserite dell’acqua e dello spumante, poi sommate la polpa dei frutti della passione, dell’avocado tagliato a pezzi, delle mandorle tritate, dello zucchero, un po’ di anice, del succo di limone, del peperoncino e dei semi di coriandolo e frullate il tutto con l’aiuto di un frullatore ad immersione. In un secondo momento azionate il mantecatore e inserite in composto afrodisiaco che ne sarà venuto fuori e lavoratelo fino a quando diventerà voluminoso. Servite il gelato afrodisiaco in metà avocado privato dalla noce interna.

c7

Infine, all’interno della gara dei cuochi è stata proposta la seguente ricetta (clicca sul link):

  • Tortino al cioccolato e composta di fragole di Lorenzo Santi

c8 - Copia