Servizio Pubblico – Puntata del 10/04/2014 – Anticipazioni, temi e ospiti.

Anticipazioni, temi ed ospiti della puntata di Servizio Pubblico in onda, su La7, il 10 aprile 2014.

s1

Solo due settimane fa, Urbano Cairo, editore de La7, replicando alle malevole divagazione di Maurizio Caverzan, firma del berlusconiano Il Giornale, a proposito degli ascolti, in flessione, di Servizio Pubblico, aveva riconosciuto in Michele Santoro, e nel suo programma, una “colonna portante del palinsesto de La7“, sottolineando che Servizio Pubblicoanche quest’anno sta registrando ascolti molto importanti e in doppia cifra (da settembre a marzo, in 22 puntate, ascolto minuto medio 2.266mila e share del 10.11%)“, quindi, ricordando al giornalista che Santoro è “uno dei migliori conduttori nella storia della TV italiana, che ha un rapporto biennale con La7 e che La7 ha in animo di poter prolungare“. Ebbene, oggi, alla luce dei dati riguardanti la raccolta pubblicitaria di Servizio Pubblico, comprendiamo ancor meglio l’entusiasmo di Cairo, che per uno spot di 30 secondi, all’interno del talk con Marco Travaglio, chiede agli investitori la bellezza di 137mila euro. Secondo solo al programma di Crozza, per cui dovreste sborsare 182mila euro per 30 secondi di pubblicità, Servizio Pubblico frutta a La7 circa il doppio di quanto Ballarò rende invece alla Rai (per uno spot all’interno del programma di Floris, Rai Pubblicità chiede 70mila euro). Dunque, per rispolverare un vecchio motto, caro a Santoro, non sorprende che ‘Servizio Pubblico continui‘…

Veniamo, dunque, alla puntata di Servizio Pubblico, dal titolo “#Stai Villa Serena“, in onda questa sera, su La7. Come finirà? Ai servizi sociali, magari facendo volontariato in una casa per gli anziani una volta la settimana, come annunciato da un’indiscrezione del quotidiano Avvenire sul proprio sito online, oppure ai domiciliari? Nei giorni del verdetto sul come Silvio Berlusconi sconterà la propria pena, Matteo Renzi spiega (ancora una volta) come sarà il bonus in busta paga per la riduzione Irpef e presenta il Def. L’accordo sulle riforme tra lui e il Cavaliere, dal nome latino, Italicum, che prevede – tra le altre cose – l’abolizione del Senato elettivo sembrava essersi impaludato ma una telefonata tra Renzi e Berlusconi lo ha tenuto in vita, provocando però il contraccolpo di 22 senatori del Pd – il partito del Premier – che ora lo vorrebbero cambiare, magari con la collaborazione del Movimento 5 Stelle. Fronda passeggera o crisi? E l’ottimismo di Renzi oggi è anche l’ottimismo di Berlusconi, in uno dei giorni più importanti e amari nella vita del Cavaliere?

Tra gli ospiti la deputata di Forza Italia Daniela Santanché, il giornalista di Repubblica e candidato per la Lista Tsipras alle elezioni europee Curzio Maltese, l’editorialista de Il Giornale Vittorio Feltri, Maria Teresa Meli del Corriere della Sera e Alberto Zangrillo, direttore dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Cardio-Toraco-Vascolare presso l’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano e medico personale di Silvio Berlusconi

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter