Il Segreto: le trame dal 14 al 19 aprile 2014 – Anticipazioni

Le anticipazioni de “Il Segreto”, la soap opera di Canale5, nella settimana che va dal 14 al 19 aprile 2014. Le trame nel dettaglio.

se2

Ecco le trame delle puntate de Il Segreto, la soap opera di Canale5, in onda da lunedì 14 a venerdì 18 aprile alle 16:15 e sabato 19 aprile alle 15:25. Questa settimana l’appuntamento serale del mercoledì salta per lasciar spazio alla miniserie Rodolfo Valentino-La leggenda con Gabriel Garko. Dunque, come consuetudine, vi anticipiamo quanto vedrete nella prossima settimana de Il Segreto.

Tristan difende Pepa dalle accuse di Raimundo. Soledad ha il sospetto che possa essere Olmo a mettere in giro le voci sulla presunta colpevolezza di Pepa, ma lui nega. Gli Ulloa scoprono che il loro nuovo padrone è Juan. A Puente Viejo è giunto l’investigatore Zamalloa per indagare sulla morte di Agueda e Olmo dice a Pepa che sono stati degli amici della stessa donna a voler chiarire la causa della morte. Pepa accetta l’intervento dell’investigatore e si mette a disposizione, tanto da offrirgli anche alloggio al Jaral. Zamalloa interroga Pepa e poi Olmo. In seguito, quando parla con Gregoria, scopre che tra le medicine di Agueda c’è una boccetta di cui la dottoressa non sa nulla. Da qui nascono i suoi dubbi su Pepa, l’unica che aveva accesso alle medicine e che avrebbe dovuto rendersi conto della presenza di questo medicinale. Alfonso cerca di convincere Emilia e Raimundo ad accettare l’offerta di Juan, ma non riesce ad avere una loro risposta. Juan continua ad insistere e gli dice che, se riuscirà a convincerli, gli darà il doppio della paga.

L’investigatore Zamalloa indaga ancora sulla morte di Agueda, tra le cui medicine è stato trovato un contagocce che Pepa non aveva mai visto. Dopo un’attenta analisi di Gregoria, si scopre che dentro c’era dell’arsenico. Marita è riuscita a tradurre la mappa del tesoro e ad individuare dove si trova. Vedendo il fratello in difficoltà, Juan si propone di comprare la locanda ma Emilia non sembra per niente convinta. Dopo i continui insulti ed umiliazioni da parte di Donna Francisca, Mariana si ribella e decide di non voler più lavorare per lei. Zamalloa ha scoperto che ad Agueda venivano somministrate ingenti dosi di arsenico e ora tutti i sospetti convergono su Pepa, anche se in molti credono impossibile che la ragazza possa aver fatto fuori sua madre. Mariana non intende più tornare a lavorare alla villa, con grande disappunto di Rosario. Hipolito e Pedro vengono scoperti a scavare nel giardino di donna Francisca, dove pare sia nascosto il tesoro. Emilia è preoccupata per il futuro della locanda, che è stata rilevata da Juan. Tristan e Pepa ricostruiscono gli eventi prima della morte di Agueda e cominciano a sospettare di Olmo.

Juan scopre da Enriqueta che il profondo malumore di Emilia deriva proprio dalla scarsa fiducia che la ragazza nutre per lui. Pepa cerca di incastrare Olmo sugli orari del giorno della morte di Agueda, ma lui sembra particolarmente certo del suo alibi. Enriqueta tenta di convincere Mariana a riprendere a lavorare per Francisca, ma poi le dimostra di essere dalla sua parte. Rosario teme di perdere anche Mariana. Tristan è furioso per le accuse rivolte a Pepa. Marita dice a Don Anselmo di voler lasciare Puente Viejo perché ha trovato un buon lavoro a Valencia e soprattutto per non alimentare pettegolezzi, temendo di essere una tentazione per lui. Alfonso e Raimundo si trovano d’accordo nel firmare le carte per il passaggio di proprietà della locanda a Juan Castaneda. Emilia vorrebbe continuare a lavorare alla locanda, ma prima chiede a Juan se ha intenzione di continuare con i suoi affari sporchi e, quando lui le risponde di sì, la ragazza dice di non essere più interessata. Zamalloa trova un testamento di Agueda che disereda Pepa.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter