La prova del cuoco – Puntata del 26/04/2014 – La vignarola in torta, le scaloppine e la crostata ai tre cioccolati.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 26 aprile 2014, con Antonella Clerici.

pc1

Come ormai ogni sabato il fischio d’inizio della puntata de La prova del cuoco è per le 11:40 con un’anteprima di circa venti minuti, in cui la protagonista è Anna Moroni, che fa lezioni di cucina a niente di meno che all’incapace Marco Di Buono. La rubrica della cuoca, per l’appunto, si chiama “A scuola di Anna con Marco Di Buono” e la lezione di oggi riguarda la preparazione di un piatto freddo: l‘insalata di pollo alla peruviana.

pc1

Tagliamo a fettine la cipolla mettendola prima nel freezer cinque minuti per non lacrimare, la facciamo soffriggere in padella con uno spicchio di aglio. Tagliamo a metà i peperoncini eliminando i semini e mettiamo in padella, in una ciotola sfilacciamo il petto di pollo che prima bolliamo, ammolliamo il pane in cassetta nel latte, poi lo strizziamo e lo mettiamo nel mixer, uniamo tutto il sugo di cipolla fatto in padella,uniamo le noci e frulliamo tutto. Rimettiamo la poltiglia in padella, uniamo il pollo sfilacciato e cuociamo unendo un po’ di brodo, il grana e un pochino di curcuma. Condiamo il tutto unendo le patate lessate e tagliate a fettine, le olive nere, l’uovo sodo a fettine, qualche foglia di insalata e buon appetito!

pc2

Mezzogiorno si avvicina, quindi fine anteprima, reclame, sigla e l’arrivo in studio di Antonella, che raggiunge Andrea Casamento, che noi della redazione salutiamo calorosamente e ringraziamo per la sua straordinaria gentilezza, al pianoforte per qualche canzoncina e per ricordare l’appuntamento di stasera con Ti lascio, che riserverà un sacco di sorprese, i saluti iniziali e andiamo a fare la spesa al mercato con Beppe Bigazzi.Abbiamo quindi una sfida tra due squadre di diverse località, che presentano dei prodotti e con questi preparano una ricetta, una sorta di campanile italiano e per l’appunto in questa sfida partecipano ex concorrenti di questa gara. A scontrarsi questa volta ci sono il Friuli Venezia Giulia e la Calabria.

Nella cucina verde, Teresa Covaceuzsach e Sara Simoncig, madre e figlia di Stregna (UD), si dilettano nella preparazione dei “Fiori di patata al finocchietto selvatico”. Nella cucina rossa, i coniugi Palmiro Raffo e Annamaria Monetta di Belvedere Marittimo (CS) preparano gli “Gnocchi orto e mare”. Per Beppe quindi un bel compito, quello di parlare di eccellenti prodotti narrandone l’origine e le innumerevoli proprietà, nonchè curiosità su come si ottengono. Due piatti veramente semplici in cui la differenza la fanno la qualità dei prodotti usati.

Tutti da Anna Moroni, che propone la sua ricetta della domenica, quest’oggi una lezione per imparare a preparare e cucinare una tipica torta rustica romana: la vignarola in torta.

pc1

Tagliamo finemente una cipolla, la facciamo rosolare in padella con un goccio di olio e uniamo le fave e facciamo cuocere qualche minuto. Puliamo e tagliamo a pezzetti gli asparagi, puliamo i carciofi, saltiamo in un’altra padella gli asparagi con i piselli e in un’altra ancora i carciofi facendo cuocere il tutto per circa 15 minuti. Prepariamo la pasta brisè impastando 200 gr di farina con 90 gr di burro, 1 uovo, 20 gr di acqua e un pizzico di sale.

pc2

Lasciamo riposare il panetto, lo stendiamo e foderiamo una tortiera che prima imburriamo e spolveriamo con della farina di mais grande. In una ciotola rompiamo tre uova, uniamo il grana e la ricotta, un pizzico di sale e di pepe, la mentuccia, la buccia grattugiata di un limone e amalgamiamo tutto. Uniamo anche tutte le verdure cotte e amalgamiamo. Versiamo il composto nella tortiera sopra la pasta brisè. Inforniamo per 45 minuti a 180°.Buon appetito!

pc

Lorenzo Branchetti e Natalia Cattelani, per la rubrica Cucina in famiglia, coadiuvati da Tata Francesca, che intrattiene i bambini, propongono una ricetta anche questa volta gustosa e invitante. Prepariamo quindi insieme ai bambini per deliziare il loro ma anche il nostro palato, un deliziodo secondo piatto, ossia delle sfiziose scaloppine speck rucola e formaggio.

pc1

Scaldiamo un goccio di olio in una padella antiaderente, uniamo a sciogliere anche una noce di burro, mettiamo poi a cuocere le fettine di carne di vitello che prima infariniamo bene scrollando poi la farina in eccesso, le cuociamo girandole dopo un paio di minuti dall’altra parte, quindi sfumiamo con il vino bianco, saliamo e pepiamo e infine uniamo il formaggio tipo provola grattugiato. In un’altra padella bella calda mettiamo a rapprednere facendolo diventare bello scuretto lo speck tagliato a fettine. Serviamo le scaloppine con la rucola, qualche pomodorino datterino e mettiamo sopra lo speck croccante sbriciolato. Buon appetito!

pc

Lorenzo si ‘immerge‘ nel momento dedicato al dolce d’alta pasticceria, preparatoci dalle esperte mani del maestro del cioccolato Guido Castagna, che propone, per la gioia di tutti, una deliziosa torta, il croccante ai tre cioccolati e lamponi. Iniziamo da una base croccante con 90 gr di burro e 100 gr di zucchero,impastiamo il tutto unendo anche un uovo, uniamo quindi 90 gr di farina di mandorle (o 45 gr di farina di nocciole e 45 gr di farina di mandorle) e 110 gr di farina di riso e amalgamiamo impastando tutto. Mettiamopoi il composto in frigorifero per due ore, versiamo il composto che sarà a briciole in uno stampo e inforniamo a 170°per 15 – 20minuti.

pc1

Una volta cotto mettiamo sopra uno strato di uovo di cioccolato fondente, prepariamo una gelatina di lamponi con 250 gr di zucchero, 1 kg di lamponi e 30 gr di colla di pesce, portiamo a bollore e poi mettiamo in uno stampo di silicone e mettiamo nell’abbattitore di temperature. Prepariamo della classica crema inglese che alleggeriamo poi unendo del cioccolato al latte fuso. Mettiamo in uno stampo la gelatina di lampone,sopra la mousse al cioccolato al latte e mettiamo nell’abbattitore. Mettiamo tutto sopra al biscotto fatto prima, altro cioccolato fondente e fragole tagliate a pezzetti decorando anche con cioccolato bianco. Buon appetito!

pc2