La prova del cuoco – Puntata del 26/05/2014 – Nuova sfida per Anna, ricette di Spisni, Mainardi e Romani.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 26 maggio 2014, con Antonella Clerici.

c8

Anteprima con Marco, che svela il menu di puntata: i consigli di Beppe Bigazzi, la guerra culinaria di Anna Moroni, le ricette di Alessandra Spisni, quella di Andrea Mainardi, in giro per il mondo, i dolci di Ambra Romani e infine la gara tra due concorrenti speciali in questa ultima settimana di programmazione prima della pausa estiva, assistiti, come sempre, da due chef del programma.

Antonella raggiunge Anna Moroni, che, come ogni lunedì, è pronta a sfidare una delle telespettatrici più abili ed affezionate del programma, all’interno della sua rubrica Anna contro tutte. Oggi tocca alla signora Maria Rosaria. Anna Moroni propone la sfida dello spiedino e prepara gli spiedini di carne con riso pilaf all’orientale.

Facciamo marinare, per una notte, la carne in una salsa composta da salsa di soia, tabasco, limone, salsa Worcester, paprika, sale e pepe. Sbollentiamo la cipolla e sfilettiamo il peperone con un pelapatate.

pc1

Laviamo il riso pilaf sotto l’acqua corrente. In un tegame, mettiamo la cipolla, un filo d’olio e 3-4 bacche di cardamomo; quando l’olio è caldo, vi tostiamo per pochi minuti il riso, quindi aggiungiamo l’acqua e lasciamo cuocere per circa 10 minuti. Componiamo gli spiedini, alternando dei tocchi di carne a delle fettine di peperone e di cipolla. Li cuociamo in padella, con un filo d’olio. Mantechiamo il riso con la salsa di cottura degli spiedini.

c2

La signora Maria Rosaria risponde con la sua versione degli spiedini. Formiamo lo spiedino, alternando i tocchetti di carne (la pancetta va collocata nella parte centrale). Rosoliamo in padella con un filo d’olio.

pc1

Quasi a cottura ultimata, sfumiamo con il vino bianco e aggiustiamo di sale e pepe. Mettiamo in padella la cipolla, la mela tagliata a cubetti, zucchero ed aceto balsamico. Lasciamo cuocere coperto per 20 minuti circa. A cottura ultimata, frulliamo il tutto ed otteniamo la salsa di accompagnamento. Il giudice di gara Federico Quaranta, una volta osservato e assaggiato le due proposte, assegna la vittoria alla signora Maria Rosaria.

pc2

Inizio settimana all’insegna del buonumore e della golosità, insieme alla sfoglina Alessandra Spisni, che oggi propone gli strozzapreti ai peperoniFai la fontana con la farina e al centro versa l’acqua. Lavora l’impasto con le mani fino ad ottenere un panetto omogeneo. Stendi la sfoglia e taglia delle strisce sottili con il matterello tagliapasta. Confeziona gli strozzapreti: arrotola la pasta tra i palmi delle mani, partendo da una estremità, come se volessi creare dei piccoli cilindri, quindi staccali alla giusta lunghezza. Pulisci e lava i peperoni.

c3

Taglia i peperoni a striscioline di mezzo cm di spessore e tre cm di lunghezza e metti in acqua salata per 3 minuti di orologio in una pentola. In un tegame abbastanza capiente soffriggi l’aglio nell’olio. Appena biondo togli l’aglio ed aggiungi i peperoni scolati dall’acqua ma non troppo asciutti. Durante la cottura dei peperoni cuoci anche gli strozzapreti. Appena pronti scola la pasta e passala nel tegame con i peperoni. A piacere puoi servire gli strozzapreti aggiungendo il basilico spezzettato a mano e il pecorino grattugiato.

c4

Corriamo in giro per il mondo, insieme ad Andrea Mainardi, (oggi, nuovamente insieme all’amata suor Stella) che prosegue nel suo percorso culinario proponendo una specialità nostrana, il panino con la porchetta.

c5

Ingredienti per 4 persone: 4 rosette di pane, 500 g di porchetta di Ariccia, 4 patate di media dimensione, 100 g di spinaci freschi, 50 g di burro, 50 g di pane grattugiato, 1 spicchio di aglio, 1 limone biologico, timo fresco q.b., 100 g di pecorino grattugiato, sale fino q.b., pepe nero q.b. Per la maionese alla birra: 2 uova intere, 250 ml di olio di semi di girasole, 1 lattina di birra, paprika dolce rossa q.b., sale fino q.b.

c6

Pelare e tagliare a fette le patate. Rosolarle con una parte del burro, lo spicchio d’aglio, la scorza del limone, il timo, il sale e il pepe. Quando saranno cotte, spolverarle con il pane grattugiato. Nel frattempo, frullare per immersione in un bicchiere le uova con l’olio, la birra ridotta a ¾ , un pizzico di paprika e aggiustare di sale. Farcire le rosette con le fette di porchetta, gli spinaci saltati velocemente nel rimanente burro, le patate “sabbiose”, il pecorino e glassare con una dose generosa di maionese alla birra.

c7

E’ un lunedì più goloso, con Ambra Romani, che all’interno del suo spazio dedicato al dolce, propone una ricetta tratta dall’ultimo libro del programma, Tutti a tavola!, ossia quella dei macarons estivi. Tritare finemente al mixer la farina di mandorle con lo zucchero a velo e setacciare con cura per evitare che si formino grumi. Trasferire in una ciotola. Nel frattempo, montare a neve ben ferma gli albumi. In un pentolino, sciogliere a fiamma dolce lo zucchero con 75 ml di acqua e cuocere finché lo sciroppo non avrà raggiunto la temperatura di 118° (l’uso del termometro da pasticceria è indispensabile per questa preparazione). Versare lo sciroppo a filo sugli albumi e continuare a lavorare con lo sbattitore per altri 10’ per fare intiepidire. Aggiungere il colorante rosso in polvere diluito con un cucchiaino da caffè di acqua (per un colore intenso ne va aggiunto molto).

c9

Incorporare 1/3 degli albumi nella farina e lavorare con una spatola morbida fino ad ottenere un composto elastico. Mescolare con un movimento circolare dall’alto verso il basso, unire poco alla volta gli albumi rimanenti, amalgamando bene l’impasto ma senza smontare la meringa. Trasferire in una sacca da pasticciere e confezionare i macarons utilizzando l’apposito tappetino in silicone (in alternativa, distribuire il composto in una teglia rivestita con carta da forno formando tante piccole “monete” ben distanziate l’una dall’altra). Picchiettare ripetutamente sul fondo della teglia per livellare perfettamente l’impasto. Per i macarons al limone: ripetere lo stesso procedimento di quelli al lampone; aggiungendo il colorante giallo anziché il rosso e la buccia ( solo la parte gialla) del limone alla meringa. Far riposare a temperatura ambiente per 1 ora e 30′ finché sulla superficie non si sarà formata una leggera crosticina. Toccandoli leggermente con un dito l’impasto dovrà risultare liscio e sodo. Cuocere in forno preriscaldato a 150° per 12/15’. Sfornare, far raffreddare e sformare con delicatezza. Farcire con la confettura.

c10