Market – Sfide al mercato – Pupo conclude il programma dalla Puglia.

Market – Sfide al mercato – Il programma condotto da Pupo realizzato con il Ministero delle politiche agricole – Puntata del 12 luglio 2014, recensione

market1

Terminata La prova del cuoco, in meritata vacanza fino agli inizi di settembre quando grazie al grande successo di sempre avrà anche una lunga appendice pomeridiana, mentre durante la settima andava in onda la fiction Don Matteo, il sabato è stato presidiato da un nuovo esperimento culinario: Market – Sfide al mercato, con la conduzione di Pupo. Un programma caciarone, un misto tra un talent e un programma di cucina in cui ogni puntata, in diretta da una località diversa, vede due ignari concorrenti sfidarsi sui piatti tipici del posto.

Si narrano quindi i prodotti, andandoli a comperare direttamente nel mercato della città, poi si cucina, ma senza indicare dosi e procedimenti dettagliati e infine uno chef decide chi tra i due concorrenti l’ha fatto meglio. Un’idea carina, passata però quasi inosservata: se il pubblico non ha nè premiato nè bocciato il programma con ascolti mediocri, nei media il programma quasi non è stato considerato. Nota positiva la conduzione di Pupo, anima del programma con la sua verve.

market5

Nella sesta ed ultima puntata in onda oggi, il programma realizzato in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, in onda  alle 12.30 va in Puglia. Pupo accoglierà gli sfidanti a Santa Scolastica, nel quartiere Carrassi di Bari. Un mercato grande, colorato e colorito.

Il giovane e passionale chef Antonio Bufi descriverà la Puglia con tutta l’empatia possibile da chi è tornato a vivere lì dopo anni di esperienze lontano. I piatti  che proporrà saranno: “spaghetti in acqua pazza con pesce serra” e “filetti di alalunga con padellata di verdure”. I due concorrenti saranno Erica Aloè, una blogger piemontese giramondo, e Riccardo Coronati, giovane romano di bell’aspetto con la passione del pianoforte e della cucina. Il serra e l’alalunga sono due pesci con tutte le virtù del pesce azzurro: poco costosi, molto saporiti, ricchi di omega 3,  con l’unico difetto di essere poco conosciuti.

E nei due piatti ci saranno i sapori forti e sinceri di una regione che ha tradizioni culinarie tra le migliori d’Italia. Chissà chi dei due li interpreterà al meglio e si meriterà un invito da Bufi. Il perdente, invece,  si godrà un bel pezzo di focaccia barese in compagnia di Pupo.