“Millennium” – Sesta puntata del 26/08/2014 – Anticipazioni e temi. Viaggio nell’Italia del sommerso.

I temi, gli argomenti e gli ospiti della sesta puntata di Millennium, stasera in prima serata su Raitre.

mill3

Dopo la pausa della settimana post ferragosto, questa sera nella prima serata del martedì di Raitre torna Millennium, il nuovo programma politico della rete con la sesta, la penultima, puntata del nuovo esperimento estivo. Purtroppo il programma non può di certo considerarsi un successo: già dall’esordio l’ascolto è stato decisamente deludente e sotto le attese non avendo raggiunto nemmeno il 4%, nelle successive due puntate gli ascolti sono risaliti ma hanno registrato poco più del 5% di share; mentre nelle altre due puntate andate in onda lo share si è stabilizzato tra il 4 e il 5%. Difficile, dati alla mano, pronosticare un futuro per il programma che molto presumibilmente non vedrà più la luce al termine di questo ciclo. Alla conduzione del talk tre donne: Mia Ceran, Elisabetta Margonari e Marianna Aprile che raccontano attualità e politica con uno sguardo rivolto al passato, per capire cosa non ha funzionato, ma soprattutto indirizzato al futuro, provando a scardinare luoghi comuni e retorica politica.

La sesta puntata in onda questa sera sarà un viaggio nell’Italia del sommerso e della prostituzione mentre il governo deve rifare i conti della crisi, in attesa che l’Istat inserisca nel Pil – come chiede l’Europa – proprio le attività illegali.

Ospiti in studio: Daniela Santanchè (Forza Italia), Simona Bonafè (Pd), lo scrittore Antonio Pennacchi, il presidente dell’Adam Smith Society Alessandro De Nicola, Pierluigi Battista del Corriere della Sera.

La consueta “in3vista” iniziale ha come protagonista il ministro della Difesa Roberta Pinotti, sui temi caldi dell’attualità internazionale.

Elisabetta Margonari è in collegamento in diretta da Portonovo di Ancona con, tra gli altri, il presidente della Regione Marche Gian Maria Spacca.

Nel corso della puntata Marianna Aprile intervista Efe Bal, la trans di origine turca disposta a pagare i 400mila euro che le chiede il Fisco, a patto che la prostituzione venga legalizzata.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter