La prova del cuoco – Puntata del 23/09/2014 – “Anna contro chi?” e Sergio Barzetti.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 23 settembre 2014, con Antonella Clerici.

pdc2

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1

La sigla, i saluti iniziali di Antonella e al via con una nuova sfida per Anna Moroni nella rubrica “Anna contro chi?“. A sfidare la cuoca oggi c’è Cristian Bertol e il tema della sfida è il senape. Cristian propone il filetto di maialino alla senape con pancetta affumicata e mele caramellate, Anna invece prepara il tacchino fritto al miele e senape.

Anna – Ingredienti:

  • 600 g di petto di tacchino, succo di limone, 200 g di vino bianco secco, farina qb, fecola di patate qb, un cucchiaio di senape, 1 cucchiaio di brandy, 1 cucchiaio di miele millefiori, 2 finocchi, olio extravergine di oliva, sale e pepe

pdc1

Tagliamo il petto di pollo a striscioline sottili, li annodiamo formando i nodini e li mettiamo a marinare nel succo di limone e nel vino bianco per circa un’ora. Poi li togliamo dalla amrinatura, li passiamo nella farina e poi nella fecola (aiuta a dare più croccantezza) e li friggiamo nell’olio di arachide o in quello extravergine di oliva. Prepariamo quindi la salsa amalgamando un cucchiaio di senape, uno di miele e un pochino di brandy. Tagliamo i finocchi a pezzetti e li facciamo insaporire in padella con un goccio di olio e uno spicchio di aglio (se piace). Condiamo i nodini di tacchino con la salsa fatta e li serviamo con i finocchi. Buon appetito!

pdc2

Cristian – Ingredienti:

  • 200 g di filetto di maialino, 4 fette di pancetta affumicata, 1 cucchiaio di senape, 2 mele Golden, 50 g di zucchero semolato, 1 noce diburro, olio extravergine di oliva, sale qb

pdc1

Battiamo bene le fette di carne, sopra ad ogni fetta spalmiamo la senape, avvolgiamo le varie fette a delle fettine di pancetta e mettiamo il tutto a rosolare in una padella con l’olio. Sciogliamo il burro in una padella antiaderente, uniamo lo zucchero e facciamo caramellare e poi uniamo le mele sbucciate e tagliate a fettine e le facciamo cuocere per dieci minuti all’inizio a fuoco molto forte e poi molto basso in modo da farle appassire. Condiamo le mele caramellate con un pochino di sugo di cottura dei filetti di maialino. Li serviamo con le mele caramellate. Buon appetito. Il giudice di gara, Federico Quaranta, dopo aver osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria a Cristian.

pdc2

Carlo Cambi, nella sua rubrica dedicata ai prodotti del mercato, parla di uva. Con in dono appunto l’uva Antonella va da Sergio Barzetti, il maestro di cucina di oggi, che ci propone una sua ricetta mai banale ma semplice, lo strudel a rete con uva mele pere e gocce di taleggio.

Ingredienti:

  • Per la pasta brisè: 200 g di farina 00, 100 g di farina fine di mais, 150 g di burro, 90 ml di acqua frizzante, 1 limone non trattato, mezzo cucchiaio di lievito per dolci, un cucchiaio di zucchero a velo, 1 pizzico di sale.
  • Per il condimento: 50 g di pizzutella, 50 g di uva americana, 150 g di pere kaiser ruggine, 150 g di mele golden, 150 g di taleggio, 6 savoiardi, 40 g di burro, 2 cucchiai di zucchero di canna

pdc2

Denoccioliamo l’uva, sbucciamo e tagliamo a dadini le pere e le mele. In una padella antiaderente sciogliamo una noce di burro, uniamo una foglia di alloro, poi uniamo le mele e le pere tagliate a dadini, spolveriamo con un pizzico di zucchero di canna e una grattugiata di buccia di limone e facciamo cuocere appena, poi uniamo i vari tipi di una denocciolate e i savoiardi tagliati a pezzettini piccoli, uniamo anche il taleggio a pezzettini e amalgamiamo bene tutto ottenendo così il ripieno dello strudel.

pdc3

Prepariamo ora la pasta brisè mettendo in una ciotola la farina, la farina di mais, zucchero a velo, un pizzico di sale, il lievito e del burro ammorbidito, un pizzico di sale e scorza di un limone grattugiata, amalgamiamo con le mani sbriciolando bene il composto, poi uniamo l’acqua frizzante e amalgamiamo bene tutto. Facciamo riposare un pochino il panetto in frigorifero, poi lo stendiamo con il mattarello infarinando bene la spianatoia in cui lo stendiamo.

pdc4

Passiamo sopra l’aggeggino apposta (che lascia dei buchini) per fare la rete, poi versiamo sopra il ripieno fatto, facciamo roteare le varie parti chiudendo a strudel. Lo mettiamo in una teglia foderata con carta da forno, spennelliamo con il latte, mettiamo sopra lo zucchero e inforniamo (Antonella lo interrompe e Sergio quindi non dice i tempi di cottura, presumibilmente comunque intorno ai 180° per 40/50 minuti). Buon appetito!

pdc1

E’ il momento dello spazio dedicato alla pizza e alla focaccia e Gabriele Bonci è già pronto per proporre una straordinaria e coloratissima creazione. In compagnia del giovane Fulvio Marino, il mugnaio di fiducia di Gabriele che tutti ormai conosciamo, ci parlano dei vari tipi di farine. Più alto è il numero della farina e più questa è ricca, integrale. La 00 è la farina più alta in assoluto (ideale per i dolci), la 0 è un po’ più carica di fibra (ideale per biscotti e pizza). Questi due tipi di farina non sono fatte a mulino, invece lo è la 2, quella di tipo buratto. Oggi utilizzano una farina semiintegrale, di tipo 2, per fare una focaccia integrale.

pdc1

Iniziamo dall’impasto: 1 kg di farina tipo 2, 700 gr di acqua, un cubetto di lievito fresco sciolto in un goccio di acqua e zucchero, un pizzico di sale e impastiamo tutto. Impastiamo bene sulla spianatoia infarinata facendo le pieghe di rinforzo, quindi la mettiamo su una teglia ben oleata e la lasciamo lievitare sulla teglia. Poi la stendiamo sulla teglia (deve essere ancora ben oleosa), facciamo lievitare ancora fino a quando non diventa bella gonfia. Quindi la inforniamo per 25 minuti infornando a 250°, poi abbassiamo subito a 180°. La tagliamo a metà e la farciamo con un po’ di cicorietta di campo passata in padella, fette di prosciutto crudo stagionato. Buon appetito!

pdc3

Antonella si cimenta in prima persona ai fornelli, nel suo spazio che prima era quello di Casa Clerici, mentre ora si chiama più semplicemente Le ricette di Antonella. La conduttrice quest’oggi prepara un piatto semplice e veloce: il cartoccio di spaghetti con tonno e porri.

Ingredienti:

  • 160 g di spaghetti, 2 porri, brodo vegetale qb, 200 g di tonno, mezzo cucchiaino di salsa di soia, erba cipollina qb, olio extravergine di oliva, sale e pepe

pdc2

Lessiamo gli spaghetti in acqua bollente e salata. Tagliamo finemente il porro e lo mettiamo a stufare in una padella con un goccio di olio, poi uniamo il tonno (una scatoletta), amalgamiamo facendo cuocere un minuto. Scoliamo gli spaghetti molto al dente, li uniamo al sugo e amalgamiamo, mettiamo un goccio di salsa di soia. Mettiamo il tutto sopra a della carta forno, chiudiamo a pacchetto o a caramella e inforniamo a 180° per 5 minuti. Buon appetito!

pdc1

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter