La prova del cuoco – Puntata del 03/10/2014 – “Mari&Monti” con Ribaldone e Pascucci.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 3 ottobre 2014, con Antonella Clerici.

pdc1

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

c2

Anteprima con Pascucci che parla del pesce spatola, pesce a carne bianca, che va cotto sulla pelle a fiamma alta. Lo scotta, poi sopra mette cipolla e pomodoro. Ribaldone, invece, lo propone imporchettato con speck e finocchietto.

c5

Sigla, ecco Antonella, i saluti iniziali e si parte con una nuova manche di Superchef, che vede oggi come tema il pesce e vede gareggiare Fabiana Scarica, 26enne di Castellamare di Stabia, Napoli, che propone la pizzaiola di mare e Massimo Scirocco, 23enne della provincia di Foggia che invece presenta le chicche di patate di baccalà con calamaretti e cime di rapa.

c6

Ad osservare i due cuochi e a giudicarne i procedimenti, il modo come si pomgono e il risulato finale c’è lo chef stellato Antony Genovese.Antonella si alterna nelle due cucine insieme allo chef stellato, la prima per conoscere e chiacchierare con i due ragazzi, il secondo per osservare come si destreggiano ai fornelli e come si propongono e cucinano. Alla fine assegna 6 a Fabiana e 4 a Massimo, perchè non gli è piaciuto il fatto che non abbia salato l’acqua e ha trovato banale e sbrigativo l’impasto delle chicche di patate.

c4

Beppe Bigazzi è pronto per la sua rubrica Io mangio italiano in cui oggi ci parla di pere, un frutto straordinario di cui spesso si parla poco. Eravamo i maggiori produttori al mondo di questo prodotto, ora si arriva persino ad importarlo.

c3

Mari&Monti“, la rubrica che vede impegnati Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone preparare, rispettivamente, l’uno un piatto di pesce e il secondo a base di carne. Inizia Pascucci e prepara le alici in viola.

Ingredienti :

  • 10 alici, 2 patate, 1 cavolo rosso, olio per friggere, sale, pepe, erba cipollina, 1 limone, 1 spicchio di aglio
  • Per la pastella: 50 g di albume, 100 g di farina, 100 g di birra, 100 g di olio

pdc1

Sbucciamo le patate e aiutandoci con una mandolina le tagliamo a fili lunghi e sottili, quindi mettiamo in ammollo in acqua fredda. Dopo un po’ le scoliamo e asciughiamo e avvolgiamo le alici nei fili di patate formando delle speci di nidi. Prepariamo la pastella amalgamando la farina con la birra fredda, quindi friggiamo in pastella i nidi di alici. In una padella con olio e aglio stufiamo il cavolo rosso, uniamo il brodo vegetale e facciamo cuocere, poi filtriamo il succo rimasto. Condiamo le foglie di cavolo con olio, sale e pepe. Impiattiamo mettendo al centro delle foglie di cavolo rosso, mettiamo sopra le alici fritte e condiamo con il sughetto filtrato. Saliamo e guarniamo con gocce di succo di limone. Buon appetito!

pdc2

Andrea Ribaldone, invece, per il suo piatto a base di carne, quello dei monti, propone gli involtini di manzo e speck in crema di erbe.

Ingredienti:

  • 200 g di carpaccio di fesa di manzo, 200 g di speck, 100 g di formaggio d’alpeggio, 50 g di burro, 10 g di farina, 300 g di erbe selvatiche miste, 1 carota con ciuffo, olio extravergine di oliva q.b, sale q.b.

pdc1

In una padella facciamo sciogliere il burro, poi uniamo la farina e facciamo cuocere per cinque minuti, quindi aggiungiamo il formaggio tagliato a dadini. Quando sarà completamente fuso, togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare.

pdc2

Facciamo gli involtini alternando la carne cruda con le fette di speck, terminiamo con delle palline di formaggio fuso, quindi chiudiamo gli involtini dando una forma tonda. Cuociamo le erbe in acqua bollente, le frulliamo ad immersione unendo  un filo d’olio extravergine, un pizzico di sale e poca acqua di cottura. Serviamo gli involtini con la crema al formaggio e una carota cruda a tocchetti. Buon appetito.

pdc3

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter