La prova del cuoco – Puntata del 10/10/2014 – “Mari&Monti” con Ribaldone e Pascucci.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 10 ottobre 2014, con Antonella Clerici.

pdc1

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc4

La sigla ed ecco Antonella entrare in studio tutta raggiante, i saluti al pubblico in studio e a casa, un grande abbraccio alla popolazione di Genova colpita per l’ennesima volta dall’alluvione e al via con una nuova manche  di Superchef, un modo per fare conoscere e dare visibilità a nuovi cuochi emergente. Giudice dela sfida Antony Genovese, cuoco stellato de “Il Pagliaccio” a Roma, nativo francese ma al confine con l’Italia.

pdc3

In questa  manche del torneo abbiamo a confrontarsi Alfonso Della Croce, 23enne di Pescara che propone il rigatone quadro alla parmigiana, contro Ivan Ferrara, 28enne fiorentino, che invece presenta la porchettina di maiale conn mele renette e sedano rapa. Antonella si alterna nelle due cucine insieme allo chef stellato, la prima per conoscere e chiacchierare con i due ragazzi, il secondo per osservare come si destreggiano ai fornelli e come si propongono e cucinano. Alla fine assegna 7 al primo Alessandro e 6 al secondo. Antony è rimasto sorpreso da entrambi perchè li ha trovati davvero molto bravi sia nella realizzazione che nei procedimenti.

pdc2

Beppe Bigazzi è pronto per la sua rubrica Io mangio italiano in cui oggi ci parla di frutta secca, frutti che fanno benissimo. Abbiamo i pinoli, le noci, le nocciole, le arachidi, le mandorle, i pistacchi e così via tanti altri tipi. Sono prodotti altamente calorici che quindi vanno consumato con moderazione ma vanno assunti perchè fanno benissimo. Due noci al giorno…togliono il medico di torno.

pdc1

Mari&Monti“, la rubrica che vede impegnati Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone preparare, rispettivamente, l’uno un piatto di pesce e il secondo a base di carne. Inizia Pascucci e prepara le ceviche di ricciola.

Ingredienti :

  • Per la marinata: 1 limone ed 1 lime, ossia il succo e la scorza di un limone, 2 pomodori ramati, un cucchiaino di cipollotto tagliato sottile, mezzo cetriolo sbucciato, 150 ml di olio extravergine di oliva, 5 foglie di basilico, zucchero, sale e pepe qb, 4 cucchiai di brodo vegetale
  •  1 trancio di ricciola, insalatina verde qb, chip di riso o crostini di pane qb

pdc1

Facciamo la marinatura e quindi mondiamo i pomodori, togliamo la pelle e li tagliamo a pezzetti, mettiamo in una ciotola, uniamo la scorza e il succo di un limone, un cucchiaino di scalogno tagliato finemente, un cucchiaio di cetrioli tagliati finemente, un cucchiaio di basilico fresco tagliato al coltello, condiamo con un filo di sale, un pizzico di zucchero e di pepe e l’olio e amalgamiamo tutto, uniamo quindi anche 4 cucchiai di brodo vegetale classico.  Inseriamo nella marinata la ricciola sfilettata e tagliata a cubetti e lasciamo marinare bene per dieci minuti. Poi guarniamo o con dei crostini di pane o delle chips di riso. La abbiniamo ad un’insalatina verde. Buon appetito!

pdc2

Mari&Monti”, la rubrica che vede impegnati Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone preparare, rispettivamente, l’uno un piatto di pesce e il secondo un piatto dei monti, della montagna. Andrea prepara questa volta un invitante primo piatto, i ravioli di fonduta.

Ingredienti:

  • Per la sfolgia dei ravioli: 200 g di farina, 2 uova,  sale qb
  • Per la fonduta: 100 g di burro d’alpeggio, 50 g di farina, 300 g di fontina
  • Inoltre: 4 uova, 5 cavoletti di Bruxelles

Facciamo la clasica sfoglia impastando la farina con le uova e un pizzico di sale e lavoriamo il tutto fino ad ottenere un composto ben consistente, lo copriamo con la pellicola  e mettiamo a riposare per almeno mezz’ora. Prepariamo il ripieno per i ravioli, ossia la fonduta, sciogliamo il burro in una padella, aggiungiamo la farina facendo il classico roux che deve essere bello chiaro e non scuro, dopo qualche minuto aggiungiamo la fontina tagliata a pezzettini e amalgamiamo bene facendo cuocere piano piano a fiamma leggere fino a quandotutto ben sciolto ed amalgamato e poi lasciamo raffreddare.

pdc2

 Prepariamo la salsa facendo bollire le uova in acqua già calda per sette minuti esatti in modo da avere poi il rosso ancora ben morbido. Puliamo i cavoletti di Bruxelles, li sfogliamo e li sbollentiamo. Tiriamo sottilmente la sfoglia e la farciamo con la fonduta fatta messa in un sacco a poche, richiudiamo la sfoglia e ne ritagliamo i ravioli cuocendoli in acqua bollente e salata. Li scoliamo, mettiamo in una padella i ravioli, i cavoletti di Bruxellles e mantechiamo con un goccino di olio. Impiattiamo mettendo alla base i rossi d’uovo frullati ad immersione. Buon appetito.

pdc1

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter