La prova del cuoco – Puntata del 11/12/2014 – “Campanile italiano”, Anna Moroni e tante altre ricette.

“La prova del cuoco”: la diretta e le ricette della puntata del 11 dicembre 2014, con Antonella Clerici.

c2

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

La cucina della pasta fresca ha un nome: Alessandra Spisni, che si scatena sulle note dell’ormai classico balletto che la introduce. Come noto, ad Alessandra piace mangiare, e bene, e di certo non ci prepara un piatto dietetico, ma un piatto godurioso, consistente e anche molto allegro alla presentazione, questi infatti sono gli ingredienti di grande successo della simpaticissima cuoca, che questa volta propone i triangoli rossi alle pere con salsa di cicoria e uvetta.

Ingredienti:

  • Per la sfoglia: 350 g di farina, 3 uova, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro.
  • Per il ripieno: 2 pere abate, 200 g di robiola, 100 g di grana, 1 uovo, un trito di maggiorana e timo.
  • Per la salsa: 1 scalogno, 50 g di burro, olio extravergine d’oliva, 150 g di cicorietta, 1 cucchiaio di uvetta appassita, ½ bicchiere di vino bianco secco, 50 g di pecorino grattugiato, sale e pepe.

Impastare la farina con le uova e il concentrato di pomodoro e confezionare la sfoglia. Tenere da parte a riposare. Preparare il ripieno: tagliare a dadini le pere e unirle in una ciortola con la robiola, il grana, l’uovo e il trito di odori. Amalgamare bene il composto. Riprendere la sfoglia, tagliarla a quadrati e mettere un mucchietto di composto in ogni quadratino. Chiudere a triangolo e cuocere in acqua bollente salata. Pulire e lavare la cicorietta, una volta sbollentata scolarla e tagliarla a striscioline sottilissime. Tritare lo scalogno e lasciarlo soffriggere nel burro ed olio, bagnare con il vino bianco e aggiungere le uvette, aggiustare con sale e pepe. Lasciare cuocere qualche minuto poi aggiungere la cicorietta sminuzzata, condire con sale e pepe e cuocere a fiamma vivace il tempo di cottura della pasta. Appena i triangoli salgono a galla, scolare e passarli direttamente nella padella con la cicoria. Amalgamare la pasta per insaporire pochissimi secondi e servire accompagnata da formaggio grattugiato.

Abbandonati i dolci, che Annina oramai propone quasi quotidianamente ai Dolci dopo il Tiggì, la rubrica del mattino è dedicata alle frivolezze di Anna, che quest’oggi propone un antipasto o degli stuzzichini perfetti per le cene natalizie: si tratta dei salatini al curry e paprika.

Ingredienti:

  • 300 g di farina, 1 cucchiaino di curry in polvere, 1 cucchiaino di paprika dolce, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino di pepe, ½ cucchiaino di senape in polvere, 240 g di burro, 100 g di grana grattugiato, 1 uovo sbattuto, 1 cucchiaino di semi di coriandolo.

Preriscaldate il forno a 220°C. Dividere la farina in due ciotole setacciandola, e aggiungere in una il curry, mezzo cucchiaino di sale, mezzo cucchiaino di pepe e la senape. Nell’altra ciotola alla farina aggiungere la paprika, mezzo cucchiaino di sale e mezzo cucchiaino di pepe. In ogni ciotola unire metà del burro tagliato a pezzi e lavorarlo fino a che non prenda la consistenza della mollica di pane. Usando una forchetta, mescolare il parmigiano (sempre dividendo a metà la dose) e un uovo in ogni ciotola fino a che il composto non risulti ben amalgamato. Mescolare in modo da ottenere una pasta soffice. Mettere ogni composto in una tasca da pasticciere con una bocchetta a stella. Disporre su una teglia da forno leggermente unta gli spumoncini al curry e su un’altre teglia quelli alla paprika, facendo attenzione a distanziarli bene. Decorare ogni spumoncino con semi di coriandolo e cuocere in forno per 10-15 minuti, fino a che siano leggermente dorati ai bordi. Lasciare raffreddare su una gratella e disporre su un piatto di portata.

La rossa preferita di Antonella, e non solo, la simpaticissima brociona Luisanna Messeri, introdotta dalla canzoncina “Luisanna dai capelli rossi“, all’interno della sua rubrica del c’era una volta, quest’oggi propone un’altra ricetta della tradizione, una ricetta della “nonna Paola“. Prepariamo quindi la vitella allo sherry.

Ingredienti:

  • un girello di vitella da 800 g, ½ l di brodo vegetale, 30 g di amido di mais, 30 g di farina, 60 g di burro, 1 bicchiere di sherry, 300 g di groviera, 500 g di piselli surgelati, 500 g di funghi chiodini, timo fresco, 1 spicchio d’aglio, 4 patate lesse, olio extravergine, sale e pepe nero.

Arrostire il girello a fiamma allegra. Lessare le patate e tagliarle a fettine. Tagliare a fette anche l’arrosto rosolato e metterlo in una teglia sopra uno strato di fettine di patata, alternando una fetta di patata e una di carne. Preparare a parte una besciamella col brodo (vellutata) utilizzato al posto del latte e profumata con lo sherry. Condire la carne con qualche cucchiaiata di questa vellutata. Spolverate di groviera grattugiato e passate in forno a gratinare. Servite con un contorno di pisellini e funghetti ripassati in olio, aglio e timo.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter