Il Segreto: le trame dal 21 al 23 dicembre 2014 – Anticipazioni

“Il Segreto”: le anticipazioni delle puntate in onda dal 21 al 23 dicembre 2014

segreto

Il Segreto accompagna i telespettatori anche durante le festività natalizie: questa settimana l’appuntamento con la celebre soap opera è per domenica in prima serata con una lunga puntata, trasmessa dalle 21:10 circa, e lunedì e martedì alle 16:10 ovviamente su Canale5. Dunque, come consuetudine, vi anticipiamo quanto vedrete nella prossima settimana de Il Segreto.

Dolores, per consolare Hipolito, riesce a farlo nominare direttore del coro, mentre Candela perdona Pia e la riaccoglie in casa sua. Donna Francisca regala a Soledad dei soldi per partire: le due si dicono addio. Soledad porta i soldi a Luis e gli dice che, una volta partiti, si toglierà la vita e gli chiede di aiutarla a farlo. Olmo viene a sapere della loro fuga ed è sconvolto, ma Fernando cerca di consolarlo. Quando resta solo, Fernando tira fuori dalla tasca il crocifisso di Maria. Soledad sta organizzando il viaggio a Parigi con l’intento di porre fine alla sua vita. Chiede a Luis di darle una mano, ma lui rifiuta. Raimundo è tornato a Puente Viejo più depresso che mai. Non vuole parlare con nessuno, soprattutto dopo che Francisca si è rifiutata di incontrarlo.

Emilia, Tristan e Don Anselmo sono preoccupati che Francisca voglia vendicarsi, ma lei assicura Emilia che non è sua intenzione. Il capitan Herrero ritiene che la sciarpa ritrovata nelle scuderie appartenga all’aggressore e che, durante la lotta, Maria sia riuscita a strappargliela via e a vedere il suo volto. Crede quindi che, continuando le sedute con il dottor Collado, lei possa ricordare il viso dell’aggressore. Maria è determinata a continuare la terapia e intanto escogita un piano per convincere Tristan a far tornare Aurora a Puente Viejo. Don Anselmo e Pedro fanno visita a Raimundo e tentano di convincerlo che l’unico modo per superare i suoi sensi di colpa sia tentare nuovamente di parlare con Francisca. Francisca minaccia Fernando, dicendogli che, se Olmo farà del male a Soledad e Luis, lo riterrà l’unico responsabile.

Hipolito cerca di abbandonare la direzione del coro, ma Dolores promulga un bando in cui obbliga tutti i cittadini a partecipare. In conseguenza di ciò, Hipolito ha modo di conoscere un uomo che ha un parente che possiede un’agenzia investigativa e decide di rivolgersi a lui per ritrovare Quintina. Maria e Gonzalo convincono Candela ad andare a parlare con Tristan per persuaderlo a far ritornare Aurora in paese. Inizialmente Tristan se la prende, ma alla fine si convince e informa i ragazzi che sono riusciti nel loro intento. Raimundo non sa cosa fare e Emilia gli consiglia di scrivere una lettera di perdono a Francisca. Quest’ultima, dopo qualche esitazione, la legge e si commuove, ma alla fine non accetta di vederlo e chiede a Maria di informare suo nonno che non ci sono speranze di un riavvicinamento.

Dolores continua a redigere bandi e vorrebbe obbligare i concittadini ad inchinarsi al suo passaggio. Don Anselmo e Gonzalo la convincono a fare dell’altro, come ad esempio organizzare eventi culturali. Il capitan Herrero continua le sue indagini. Si presenta alla locanda per rivedere i suoi appunti e viene fermato da un venditore ambulante che lo informa di aver visto chi ha aggredito Maria. Il venditore ambulante – che poi si scopre essere stato pagato da Fernando – rivela al capitan Herrero di aver visto uscire Gonzalo dalle stalle la notte dell’aggressione a Maria. Né Emilia e né il capitano credono a questa storia e Herrero decide di proseguire con le indagini. Soledad parla del suo grande amore per Juan con Luis, che sembra quasi convinto ad accettare di aiutarla nel suo piano di porre fine alla sua vita per ricongiungersi con il suo amato.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter