La prova del cuoco – Puntata del 26/12/2014 – Speciale Santo Stefano.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 26 dicembre 2014, con Antonella Clerici.

lpdc

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. La sigla, ecco Antonella che arriva in studio, i saluti iniziali con gli auguri a tutti quelli che si chiamano Stefano e Stefania, Marco Di Buono dice di aver mangiato fin troppo a Natale…Antonella lo guarda e non dice niente, svia il discorso…visto che la puntata è registrata da diversi giorni…

nn2

Antony Genovese è protagonista de La cucina delle stelle, spazio in cui dovrebbe cucinare lui. Si sa gli chef sono assistiti da un loro secondo, e lui ha con sè Giuseppe Lo Giudice, che in pratica cucina mentre lui chiacchiera. Oggi fanno vedere un collo di maialecon rape in crosta di pane. Frulliamo 500 g di  sale con erbe aromatiche a piacere, trasferiamo in planetaria e uniamo 800 g di farina e poco per volta dell’acqua. Stendiamo il composto, avvolgiamo la rapa rossa nella crosta e inforniamo a 165° per 40 minuti., quindi la togliamo dalla crosta. Facciamo una salsa sciogliendo in un pentolino un pochino di burro, uniamo un goccio di olio, pochissimo di:  cannella, semi di cardamomo, pepe nero, anice stellato, bacche di ginepro, un mandarino tagliato grossolanamente, qualche dattero senza nocciolo e cuociamo a fuoco basso per  minuti, quindi frulliamo il tutto.

nn1

Saliamo e pepiamo il collo di maiale, rosoliamo in padella con l’olio per 10 minuti, ossia 5 minuti per lato, facciamo riposare e cuociamo in un’altra padela con il burro schiumoso, infine caramelliamo con rapa rossa frullata con aceto balsamico ridotto. Serviamo la carne con la rapa rossa e la salsa agli agrumi.

nn3

E’ il momento ora di Beppe Bigazzi e della sua rubrica Io mangio italiano, in cui oggi parla di tartufi. Sono molte le regioni che hanno i tartufi, alcune anche quello bianco pregiato. La stagione dei tartufi va dall’inizio dell’autunno fino a questo periodo, poi a marzo inizia quella del biancotto.

nn2

Mari&Monti”, la rubrica che vede impegnati Gianfranco Pascucci e Andrea Ribaldone preparare, rispettivamente, l’uno un piatto di pesce e il secondo un piatto dei monti, della montagna. Gianfranco prepara le mazzancolle al limone.

Ingredienti:

  • 16 mazzancolle, 1 finocchio, 1 limone, 1 scalogno, 1 cucchiaio di burro, 2 pomodori ramati, zenzero qb, polvere di liquirizia qb, mezzo litro di brodo vegetale

nn2

Prima cosa è la scelta del prodotto,  che deve essere il più fresco possibile. Puliamo le mazzancolle, le sgusciamo, togliamo la carcassa, la testa e il filettino nero. In una pentola di ghisa mettiamo a sfumare le teste facendole ben tostare con un goccio di olio a fiamma alta, girandole continuamente, oppure in forno per 10 minuti a 200°. Una volta ben tostate uniamo qualche pezzo di burro e lo lasciamo sciogliere. Uniamo quindi anche il brodo vegetale filtrato, al quale abbiamo aggiunto anche dei pomodori in modo che resti anche il loro succo, e lasciamo cuocere il tutto per 20 minuti unendo anche un  pezzo di limone.

nn2

Puliamo e tagliamo a fettine molto sottili il finocchio, in una padella antiarente scaldiamo una fetta di arancia amara con una fetta di limone, uniamo le fette di finocchio e le facciamo sudare, quindi saliamo. Togliamo il tutto,mettiamo nella stessa padella un goccio di olio, alziamo la fiamma e uniamo le mazzancolle a scottare da entrambi i lati.  Buon appetito. Impiattiamo mettendo alla base un pochino di polvere di zenzero e liquirizia, qualche gheriglio di noce a pezzetti, sopra un pochino di salsa ristretta fatta,  i finocchi con gli agrumi, le mazzancolle. Buon appetito.

nn3

Andrea prepara questa volta un invitante secondo piatto, un tipico piatto piemontese il fritto misto alla piemontese.

Ingredienti:

  • 200 g di fesa di manzo, 3 costolette di agnello, 1 fegatino di pollo, 1 mela Golden,  2 amaretti, 100 g di semola rimacinata di grano duro, 400 ml di latte, 1 limone, 30 g di zucchero, 100 g di insalitina mista, 5 uova, pangrattato qb, 300 g di burro chiarificato, olio extravergine di oliva qb, sale qb

cn2

Come sempre anche la scelta della carne va fatta accurtatamente. Dalla fesa tagliamo le bistecchine che lasciamo un pochino più alta affinchè non sia stracotta. Iniziamo facendo il semolino: in un pantolino scaldiamo mezzo litro di latte, uniamo quindi a pioggia la semola di grano duro mentre mescoliamo con una frusta affinchè non si formano i grumi e lasciamo cuocere per 15 minuti unendo anche lo zucchero, un pizzico di sale e la buccia grattugiata  di un limone.

nn1

Quindi stendiamo il tutto in una teglia foderata con carta da forno e lo lasciamo ben raffreddare nel frigorifero. Tagliamo poi a rettangoli o quadrati o a forme a piacere. In una ciotola sbattiamo le uova intere nel classico modo, impaniamo i pezzi di semolino prima nell’uovo e poi nel pangrattato, stessa cosa facciamo per i vari pezzi di carne, stessa cosa per gli amaretti, che lasciamo un pochino di più nell’uovo in modo che lo assorba, e per la mela tagliata a fette. Friggiamo il tutto nel burro chiarificato per qualche minuto. Se lo prepariamo prima possiamo poi scaldarlo nel forno. Impiattiamo servendo con un’insalatina. Buon appetito.

nn2

Antonella si cimenta in prima persona ai fornelli, nello spazio che prima era di Casa Clerici ed ora si chiama più semplicemente Le ricette di Antonella, come il nuovo libro della conduttrice. Quest’oggi, un altro piatto semplice e veloce ma molto gustoso: le patate croccanti al formaggio.

Ingredienti:

  • 4 patate grandi, 20 g di pangrattato, 40 g di grana grattugiato, burro qb, sale alle erbe qb

nn2

Immergiamo le patate intere con la buccia in acqua fredda e salata, accendiamo il fuoco e le lessiamo per circa 45 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Le scoliamo e le lasciamo intiepidire. Le tagliamo a metà per il lungo ma senza sbucciarle, facciamo dei tagli incrociati formando come un reticolo.

nn1

Le mettiamo su una placca rivestita di carta da forno, apriamo delicatamente i tagli con le dita e li condiamo con fiocchetti di burro e sale alle erbe fatto amalgamando delle erbe aromatiche a piacere con il sale. Spolveriamo di pangrattato precedentemente mescolato con il grana. Mettiamo nel grill del forno già caldo per circa 15 minuti fino a quando si forma una bella crosticina. Buon appetito!

nn3

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter