La prova del cuoco – Puntata del 08/01/2015 – Campanile italiano, ricette di Spisni, Messeri e Anna Moroni.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 8 gennaio 2015, con Antonella Clerici.

cp1

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Anteprima con Luisanna Messeri intenta a consigliare dei modi per rendere più golosa la frutta. Possiamo prendere una mela, togliere il cappelletto iniziale, svuotarla all’interno e riempirla di frutta secca, oppure prendere una teglia, mettere mele, pere e altra frutta di stagione tagliate a fette, un’arancia con la buccia ben lavata, uniamo frutta secca a piacere, copriamo con thè verde oppure con del prosecco avanzato dalle feste, il succo di un’arancia spremuta e informiamo a 180° per un’ora ottenendo una vera ghiottoneria.

cp2

Sigla, ecco Antonella che percorre lo studio, i saluti iniziali, ringrazia il pubblico che anche ieri ha seguito il cuoco con affetto grandissimo, e già c’è pronto al centro ad aspettarla Beppe Bigazzi per la consueta sfida del Campanile italiano.

cp2

A sfidarsi oggi i campioni di Crodo, Piemonte, rappresentata da due amici, contro i nuovi entrati di Renon, Bolzano, Trentino Alto Adige, dove abbiamo marito e moglie.  Se i campioni propongono i gnocchetti di ricotta e spinaci con burro e salvia e carrè di anello in crosta di erbe cotto nel fieno , gli sfidanti rispondono con strudel salato con crauti e parika e un primo piatto a base di ricotta e spinaci.

cp3

Antonella e Beppe si dividono tra le due cucine per seguire le gesta dei concorrenti e Beppe per passare in rassegna i vari prodotti d’eccellenza tipici delle zone narrandone i vari usi e costumi delle tradizioni locali. Al televoto da casa il compisto di eleggere il vincitore, e decreta che si confermano campioni i concorrenti di Crodo con il 67% di preferenze.

cp1

La cucina della pasta fresca ha un nome: Alessandra Spisni, che si scatena sulle note dell’ormai classico balletto che la introduce. Come noto, ad Alessandra piace mangiare, e bene, e di certo non ci prepara un piatto dietetico, ma un piatto godurioso, consistente e anche molto allegro alla presentazione, questi infatti sono gli ingredienti di grande successo della simpaticissima cuoca, che questa volta propone un primo piatto, un classico: le tagliatelle con prosciutto cotto e carciofi.

Ingredienti per 4 persone:

  • Per le tagliatelle: 300 g di farina , 3 uova
  • Per il condimento: 200 g di prosciutto cotto , 4 carciofi, 1 cipolla bianca, olio extravergine d oliva, sale e pepe

cp1

Per la pasta impastiamo la farina con le uova, otteniamo il classico panetto che lasciamo riposare qualche minuto e  poi tiriamo con il mattarello, dalla sfoglia ottenuta, che sarà grande quanto un lenzuolo, ritagliamo le tagliatelle che cuociamo in acqua bollente e salata. Per il sugo in una padella scaldiamo un goccio di olio extravergine di oliva, uniamo la cipolla tagliata sottilmente e la facciamo ben rosolare. Uniamo quindi i carciofi che prima puliamo e tagliamo a pezzettini, li facciamo stufare, saliamo e pepiamo.

cp2

Li copriamo con l’acqua calda e li facciamo cuocere a fuoco vivace fino a quando l’acqua non si sarà completamente asciugata. Una volta che sono cotti uniamo il prosciutto cotto tagliato a striscioline, amalgamiamo e facciamo cuocere il tutto ancora qualche minuto. Scoliamo le tagliatelle e le condiamo con il sugo fatto. Buon appetito.

cp3

Accantonati i dolci veri e proprio, che ormai Anna propone quasi quotidianamente nell’appendice pomeridiana di  Dolci dopo il Tiggì, Annina Moroni propone le sue frivolezze, ossia dei piatti semplici e golosi da realizzare nelle occasioni più disparate: oggi è la volta di utilizzare un formaggio francese, per preparare il camembert in crosta di nocciole.

cp1

Ingredienti per 2 persone:

  • una piccola forma di camembert, 25 g di nocciole tostate, 2 cucchiai rasi di pangrattato, 1 uovo, farina q.b., olio per friggere, sale e pepe

Nel mixer tritiamo le nocciole faccendo attenzione a non tritarle troppo. Tagliamo la forma di formaggio camembert in sei spicchi. In una ciotola sbattiamo l’uovo con un pizzico di sale e di pepe. In un’altra ciotola mettiamo la farina e in un’altra mettiamo le nocciole tritate e il pangrattato e amalgamiamo.

cp2

Passiamo ora i vari spicchi di formaggio prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel composto di nocciole e pangrattato, facendo così una panatura. Facciamo attenzione a premere bene il formaggio quando lo impaniamo per farla bene aderire. In una padella antiaderente scaldiamo 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, quindi mettiamo a cuocere gli spicchi di formaggio, friggendoli 5 minuti per lato. E buon appetito.

cp3

La rossa preferita di Antonella, e non solo, la simpaticissima brociona Luisanna Messeri, introdotta dalla canzoncina “Luisanna dai capelli rossi“, all’interno della sua rubrica del c’era una volta, quest’oggi propone un’altra ricetta della tradizione, una ricetta della “signora Petronilla”, donna medico vissuta oltre un secolo fa. Oggi realizziamo la cotoletta col formaggio.

Ingredienti:

  • Per le cotolette: 4 cotolette di vitello, 80 g di burro, 100 g di grana, 100 g di fontina a fette, 1 cipolla tritata, 1 tazza di brodo vegetale, 1 bicchiere di Marsala secco, sale e pepe
  • Per il contorno: 500 g di fagiolini verdi lessati, 1 mazzetto di erba cipollina, 1 tazza di panna, 30 g di burro, 1 spicchio di aglio, sale e pepe nero

cp2

In un bel tegame sciogliamo un pezzetto di burro, uniamo un goccio di olio extravergine di oliva e uniamo a cuocere le cotolette di vitello che prima passiamo nella farina. Le facciamo soffriggere per due minuti, poi le giriamo, saliamo, pepiamo e mettiamo qualche pezzettino, pochi, di cipolla. Sfumiamo quindi con  il Marsala e lo lasciamo evaporare. Quindi uniamo il brodo vegetale e lasciamo cuocere. Tagliamo finemente a fettine il grana, tagliamo a fettine la fontna. Sopra ad ogni cotoletta mettiamo delle fettine di grana e di fontina. Copriamo col coperchio e lasciamo cuocere per due minuti affinchè il formaggio si sciolga bene.

cp3

Per il contorno lessiamo dei fagiolini verdi surgelati (perchè sono prodotti estivi e adesso freschi non ci sono), scottiamo l’erba cipollina nell’acqua bollente. In una padellla antiaderente sciogliamo il burro, uniamo uno spicchio di aglio e lo lasciamo insaporire, uniamo la panna, saliamo, pepiamo e lasciamo insaporire. Facciamo i fagiolini a mucchietti legandoli  con l’erba cipollina, li mettiamo nel piatto da portata e dressiamo mettendo sopra la salsa fatta. Serviamo con le cotolette al formaggio e il sughino della loro cottura. Buon appetito.

cp1

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter