Linea Bianca – Settima puntata del 7 febbraio 2015 – Con Massimiliano Ossini. Anticipazioni e temi.

Linea Bianca – Settima puntata del 7 febbraio 2015 con Massimiliano Ossini. Anticipazioni, temi e luoghi.

bianca1

Dopo il programma dedicato all’ambiente marino e a tutto ciò che lo circonda, Linea Blu, che per ora ha terminato il ciclo annuale di puntate, e dopo il programma che si dedica alla natura, al territorio e tutto ciò che lo circonda, Linea Verde, in onda ogni domenica mattina, a Raiuno mancava giusto un programma dedicato alla montagna e a ciò che la circonda. Ecco quindi che nel sabato pomeriggio di Raiuno ha preso il via Linea Bianca, il programma fratello degli altri due e dedicato appunto alla montagna. Alla conduzione c’è Massimiliano Ossini, già apprezzatissimo conduttore qualche anno fa, per diverse edizioni di Linea Verde. Per Linea Bianca si tratta della seconda edizione visto che il programma fu testato, per solo qualche puntata, nell’ormai lontano 2001.

linea8

Tremilaseicento piste da discesa per un totale di seimilasettecento chilometri, soffici distese bianche, imponenti vette innevate che fanno da sfondo ad una natura incontaminata. Sugli sci per raccontare le bellezze delle montagne italiane ci sono Massimiliano Ossini e Alessandra del Castello, giovane e brava maestra di sci.
Ma non solo neve, curiosità, sapori, personaggi e divertimento: dal dissesto idrogeologico al problema della sicurezza in montagna, alla tutela e difesa dell’ambiente; queste alcune delle interessanti tematiche, di grande attualità, che verranno affrontate nel corso dei diversi appuntamenti che ci accompagneranno sino ai primi di aprile.

bianca4

Nella settima puntata di oggi, faremo un viaggio, con Massimiliano Ossini e Alessandra del Castello,alla scoperta dell’Appennino Tosco-Emiliano, dal Cimone, al Corno alle Scale, all’Abetone.
Si andrà a Sestola, ai piedi del monte Cimone, sulla pista Lamaccione, con gli agenti del Corpo Forestale dello Stato, per conoscere il progetto “Meteomont”, finalizzato al monitoraggio e alla previsione del pericolo valanghe e, successivamente, con i volontari della Federazione Italiana Sicurezza Piste da Sci, la “Telemedicina”, progetto nato per garantire la migliore assistenza a chi viene colpito da patologia cardiaca sulle piste da sci. Si assisterà di notte ai festeggiamenti e ad una spettacolare fiaccolata per la qualifica ad honorem di “maestro di sci” per il conduttore.
Con i bambini delle scuole medie, si conoscerà il progetto “Vivere la neve”, interessante iniziativa, promossa dal MIUR e dalla FISI, finalizzata alla conoscenza e al rispetto dell’ambiente, unitamente alle buone pratiche per vivere la neve in sicurezza. Insieme ad Alberto Tomba per una divertente sfida all’ultima porta con la squadra di Lineabianca. Ma anche devozione: ai piedi degli impianti di risalita, in un meraviglioso bosco di conifere, sotto una fitta nevicata, si scopriranno le magiche atmosfere alla scoperta del Santuario della Madonna dell’Acero.

bianca3
Si salirà a quota 1200-1600 metri per percorrere il sentiero dell’amicizia, con oltre seicento ettari di estensione, per scoprire la flora e la fauna della riserva dell’Abetone, e il progetto, promosso dal Corpo Forestale dello Stato, per la valorizzazione dei prodotti del sottobosco a “chilometro zero”.

Da Zeno Colò a Celina Seghi a Paride Miglianti: sulle piste innevate, i personaggi dell’Abetone che hanno fatto la storia dello sci italiano. Infine, non mancheranno, all’interno di una cascina di montagna, dinanzi un fuoco scoppiettante, gustose ricette della tradizione culinaria locale alla scoperta delle proprietà nutrizionali del mirtillo.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter