La prova del cuoco – Puntata del 16 febbraio 2015 – Beppe Bigazzi, ricette di Spisni, Mainardi.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 16 febbraio 2015, con Antonella Clerici.

c3

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. 

La cucina della pasta fresca ha un nome: Alessandra Spisni. Come noto, alla cuoca bolognese piace mangiare, e bene, e di certo non ci prepara un piatto dietetico, ma un piatto godurioso, consistente e anche molto allegro alla presentazione, questi infatti sono gli ingredienti di grande successo della simpaticissima cuoca, che questa volta propone gli gnocchi colorati cicorietta e pancetta.

Ingredienti:

  • Per gli gnocchi: 1 kg di patate, 400 g di farina, 100 g di grana, 2 uova, 1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro, 1 bustina di zafferano, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • Per condire: 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 150 g di pancetta, 300 g di cicorietta selvatica, 30 g di pecorino grattugiato, pepe

Cuocere le patate in acqua salata fino a che risultano cotte fino al cuore. Schiacciare le patate con lo schiacciapatate ancora calde affinché la buccia rimanga separata dalla polpa lasciando cadere la polpa direttamente su di un piano, meglio tagliere. Condire con sale, noce moscata e parmigiano. Aggiungere la farina a formare una montagna, creare un cratere e all’interno rompere le uova. Impastare rapidamente e dividere il composto ottenuto in tre parti. Aggiungere in una parte il concentrato di pomodoro, in un’altra il prezzemolo tritato e nell’ultima lo zafferano. Lavorare separatamente ogni pezzo d’impasto e formare gli gnocchi. Nel frattempo pulire e lavare la cicorietta, tagliare a pezzetti di piccole dimensioni e mettere da parte. In una padella dai bordi alti, scaldare l’olio e soffriggere la pancetta fino a far uscire il grasso. Aggiungere la cicorietta e condire con poco pepe. Fai insaporire bene per qualche minuto a fuoco medio. Tuffare gli gnocchi in acqua bollente salata e appena vengono a galla toglierli dall’acqua e passarli direttamente in padella con la poca acqua di cottura rimasta attaccata. Lasciare insaporire pochissimi minuti e spengere. Aggiungere il pecorino, mescolare e servire caldissimi.

c1

Andrea Mainardi, per la sua rubrica della cucina nel mondo, oggi ci porta in oriente. Andrea ha scelto oggi uno dei cavalli di battaglia della cucina romana, un piatto inimitabile dove il pepe è protagonista al 50%. La ricetta classica viene reinterpretata in chiave nuova e servita all’interno di un panino. Grazie al pepe rosa ed ai noodles udon (vermicelli giapponesi), la cacio e pepe viene proposta in una accattivante versione all’orientale. Prepariamo quindi la cacio e pepe all’orientale.

Ingredienti:

  • Per la cacio e pepe: 400 g di noodles udon (vermicelli giapponesi), 160 g di pecorino romano, pepe rosa in grani q.b., sale q.b.
  • Inoltre: 4 panini per hot dog, 50 g di guanciale, 10 foglie di salvia

Grattugiare il pecorino e, nel frattempo, portare ad ebollizione una pentola con dell’acqua salata; versare i noodles e scolarli al dente tenendo da parte qualche mestolo di acqua di cottura. In una ciotola calda versare gli spaghetti ancora gocciolanti, aggiungere un mestolo di acqua di cottura, il pecorino grattugiato e mescolare bene. Unire quindi il pepe rosa sbriciolato e mantecare con cura in modo che l’amido della pasta renda gli “spaghetti” cremosi. Tagliare i panini nel senso della lunghezza, grigliarne la parte interna e spalmarli con la salsina ottenuta frullando il guanciale con la salvia. Farcire con i noodles mantecati e poi servire.

c2

La dottoressa Evelina Flachi, come ogni volta, fa sì che una missione impossibile diventi possibile. Ci permette quindi di gustare un piatto elaborato, alleggerendolo nel suo peso calorico, ma senza renderlo meno appetitoso. Prepariamo oggi il tramezzino light.

Ingredienti:

  • 40 g di pane a cassetta integrale, 50 g di tonno in salamoia sgocciolato, 20 g di pomodoro, 1 foglia di lattuga, 5 g di maionese light, 10 g di salsa rossa.

Preparare la “finta”maionese: mescolare tra loro 1 cucchiaino di purea di carota con 2 cucchiaini di purea di finocchio, 3 gocce di limone ed un pizzico di sale. Per la salsa rossa: mescolare tra loro ½ cucchiaino di concentrato di pomodoro con 1 cucchiaino di passata e 3 gocce di aceto di vino rosso. Salsa yogurt: mescolare 2 cucchiaini di yogurt compatto con un pizzico di sale e di aglio, 1 fogliolina sminuzzata di menta fresca ed un cucchiaino di cetriolo tritato ( anche sottaceto, lavato). Quindi, comporre a proprio gusto il tramezzino, usando le salse e gli ingredienti sopra elencati. Con questa ricetta, passiamo dalle 420 calorie del tramezzino classico, alle 190 del tramezzino light.

c4

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter