La prova del cuoco – Puntata del 26 febbraio 2015 – Ricette di Spisni, Anna Moroni e Messeri.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 26 febbraio 2015, con Antonella Clerici.

cp4

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

cp1

Dopo un panino con prosciutto e formaggio fatto da Luisanna Messeri nella breve anteprima e con l’acquolina in bocca, ecco la sigla e l’ingresso di Antonella. I saluti iniziali e al via con uno speciale campaniele italiano, oggi uno speciale senza televoto, non essendo in diretta, della cucina di frontiera. Beppe Bigazzi accoglie i siciliani di Lampedusa, Agrigento, Vincenzo Di Palma e Anna Maria La Rosa, zia e nipote, che propongono un cous cous con zuppa di pesce e le costolette di agnello speziato con verdure e salsa di mandorla e i coniugi fruliani di Savogna D’Isonzio,Gorizia, Augustin e Gabriella Devtak che invece presentano i mliz con ragù di coniglio e finocchietto e il  salame fresco al vino rosso con rosa di Gorizia e cicciole.

cp2

Due tradizioni e stili di cucina completamente opposti, che Beppe racconta sapientemente narrando i segreti dei vari prodotti e le tradizioni dei luoghi. Non è una gara stavolta, non c’è quindi nessun giudizio, è un modo carino per vedere due cucine diverse con ottimi prodotti.

cp3

La cucina della pasta fresca ha un nome: Alessandra Spisni. Come noto, alla cuoca bolognese piace mangiare, e bene, e di certo non ci prepara un piatto dietetico, ma un piatto godurioso, consistente e anche molto allegro alla presentazione, questi infatti sono gli ingredienti di grande successo della simpaticissima cuoca, che questa volta propone un secondo piatto: la torta salata con cipolla e salsiccia.

Ingredienti:

  • Per la torta: 400 g di farina, 1 cucchiaino di sale fino, 1 noce di burro, 1 bustina di lievito chimico per torte salate, latte qb
  • Per il ripieno: 1 grossa cipolla bianca, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 300 g di salsiccia, 5 uova, 100 g di panna fresca, 60 g di grana grattugiato, sale fino, noce moscata, pepe nero, mezzo bicchiere di vino bianco secco

cp1

Prepariamo la pasta brisè impastando la farina con il burro, quindi uniamo il lievito, il latte e il sale e impastiamo bene tutto lavorando poco l’impasto. Lo dividiamo in due e lo lasciamo riposare. Scaldiamo in una padella antiaderente un goccio di olio e uniamo a stufare la cipolla tagliata finemente unendo anche un goccio di acqua. In una ciotola rompiamo le uova, le sbattiamo e uniamo la panna, il formaggio grattugiato, saliamo, pepiamo, uniamo un pizzico di noce moscata e amalgamiamo bene tutto.

cp2

Una volta che la cipolla è ben appassita sfumiamo con il vino, saliamo, pepiamo,. Stendiamo la prima parte di frolla, foderiamo con l’impasto una tortiera antiaderente, mettiamo sopra la cipolla ben stufata, le salsicce aperte e sbriciolate, quasi tutto il composto di uova, stendiamo l’altro impasto di sfoglia, la mettiamo sopra chiudendo la torta, spennelliamo con il rimanente composto di uova e inforniamo per 25 minuti a 180/200°. Buon appetito.

cp3

Accantonati i dolci, che oramai propone quasi quotidianamente nell’appendice pomeridiana di Dolci dopo il Tiggì, Annina Moroni, al giovedì, propone le sue frivolezze, ossia dei piatti semplici e golosi da realizzare nelle occasioni più disparate. Quest’oggi facciamo un piatto tipico marchigiano: le cresce salate.

Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt bianco intero, 3 uova, 1 vasetto di olio di mais, 3 vasetti di farina, 1 bustina di lievito liofilizzato, 1 mazzetto di erbe fresche, 1 vasetto di pecorino grattugiato, noce moscata, sale e pepe

cp1

Versiamo in una ciotola il vasetto di yogurt, poi usiamo il contenitore come unità di misura e uniamo un vasetto di olio, tre uova, amalgamiamo, uniamo le erbe aromatiche tritate a piacere, tre vasetti di farina, la bustina di lievito per torte salate, amalgamiamo bene, uniamo il vasetto di pecorino, un pizzico di noce moscata, di sale e pepe e mescoliamo bene tutto.

cp2

Versiamo il composto in dei pirottini, o in una tortiera se si vuole farne uno solo, riempiendoli per 3/4 e inforniamo a forno già caldo a 180/190° per 20 minuti. Li abbiamo a dei salumi, come la mortadella. Buon appetito.

cp2

La rossa preferita di Antonella, e non solo, la simpaticissima brociona Luisanna Messeri, introdotta dalla canzoncina “Luisanna dai capelli rossi“, all’interno della sua rubrica del c’era una volta, quest’oggi propone un’altra ricetta della tradizione, della signora Petronilla, donna medico vissuta nei primi del Novecento, una ricetta  davvero goduriosa, si tratta del vitello alla besciamella.

Ingredienti:

  • 6 fette di fesa di vitella, farina qb, 100 ml di latte fresco intero, 30 g di burro, 2 uova, 1 limone, 2 cucchiai di capperi sotto sale, 1 mazzo di prezzemolo, sale e pepe nero, olio extravergine di oliva, 8 patate

cp1

Scaldiamo in una padella antiaderente un goccio di olio e uniamo a sciogliere una noce di burro, passiamo nella farina le fette di fesa di vitella e le mettiamo a cuocere nella padella per pochi minuti, girandole poi dlal’altra parte, quindi saliamo e pepiamo. Una volta cotte le conserviamo al caldo. Prepariamo una salsina rompendo in una ciotola un uovo intero, sbattiamo uniamo il succo di mezzo limone, mescoliamo, uniamo una manciata di capperi, il latte e amalgamiamo.

cp1

Versiamo la salsina nella padella in cui abbiamo cotto le bistecche e la cuociamo alcuni minuti mescolando bene. Sbucciamo le patate, facciamo degli intagli come fossero delle dita, le mettiamo in una placca foderata con carta da forno, versiamo sopra l’olio, le massaggiamo affinchè entri l’olio nei tagli, saliamo, pepiamo e le inforniamo a 200° per 35 minuti. Serviamo le bistecche, mettiamo sopra la salsa, un po’ di prezzemolo tritato e abbiniamo alle patate croccanti. Buon appetito.

cp2

E’ ora il momento dei panini, con Daniele Repone, esperto di panini di Modena, che oggi ce ne propone due, usando sempre panini di grano duro: uno con la pancetta di Parma, emmenthal e pere (si scalda leggermente il pane con le fettine di emmenthal, poi si mette sopra la pancetta a fette e fettine di pera matura), l’altro con formaggio veneto con latte di mucca che prima fondiamo nel fornetto, quindi lo spalmiamo sul pane, aggiungiamo dei porcini sott’olio e del radicchio di campo. Una leggera pepata e …buon appetito.

cp1

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter