La prova del cuoco – Puntata del 7 aprile 2015 – Ricette della tradizione, ricetta di Barzetti, Maria Grazia Calò e dolce di Anna.

La prova del cuoco“: la diretta e le ricette della puntata del 7 aprile 2015, con Antonella Clerici.

pp1

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Sigla ed ecco Antonella con in dono un mazzo di rose rosse, i saluti iniziali, Antonella comunica che questa per lei è una settimana molto importante visto che sabato sera debutta con Senza Parole, si torna in diretta dopo la puntata registrata di ieri, quindi da oggi torna regolarmente il gioco telefonico Dolcetto o scherzetto.

pp2

Si inizia con la rubrica I primi siamo noi, in cui due cuochi del cast del programma si sfidano nella preparazione di un piatto della tradizione. A proporre i loro primi piatti, quest’oggi, Marco Parizzi e Maurizio Altamura. Il primo, in particolare, propone i tortelli di erbetta alla parmigiana.

Ingredienti:

  • Per la pasta: 400 g di farina, 2 uova, 8 tuorli
  • Per la farcia: 400 g di ricotta mista, 1 mazzo di erbette (bietoline), 100 g di formaggio grana, noce moscata q.b., sale q.b.
  • Per condire: burro chiarificato q.b., formaggio grana q.b.

pp1

Prepariamo la sfoglia per i tortelli impastando la farina con le uova, lasciamo riposare il panetto coprendolo con la pellicola e poi lo stendiamo con il mattarello. Separiamo le foglie dell’erbetta dalle coste, le laviamo e le cuociamo in abbondante acqua salata, quindi fermiamo la cottura raffreddandoli in acqua e ghiaccio e poi tritiamo al coltello. Mettiamo in una ciotola e uniamo la ricotta, il grana, un pizzico di noce moscata e di sale e amalgamiamo bene tutto. Ricaviamo dalla sfoglia dei quadrati di circa  cm, li farciamo con il composto fatto e li richiudiamo formando i tortelli. Li lessiamo in abbondante acqua salata, li scoliamo e li condiamo con il burro chiarificato e abbondante grana. Buon appetito.

pp3

Maurizio Altamura, invece propone un tipico pèiatto pugliese: le orecchiette alle cime di rapa.

Ingredienti:

  • Per la pasta: 400 g di farina di semola di grano duro, 200 g di acqua calda.
  • Per il sugo: 1,5 kg di cime di rapa, 200 g di olio extravergine di oliva, 8 pomodorini, 2 spicchi di aglio, 8 filetti di acciuga, 2 peperoncini, 4 g di sale

pp1

Prepariamo la pasta e impastiamo la farina di semola con l’acqua calda sino ad ottenere un impasto elastico, copriamo con una pellicola trasparente e lasciamo riposare per circa un’ora, quindi formiamo dei filoncini di pasta, ne ritagliamo dei piccoli pezzi e li trasciniamo con un coltello sulla spianatoia in modo da ottenere le orecchiette. Adesso puliamo la verdura separando le foglie dalle cime, le laviamo in acqua fredda e le cuociamo per dieci minuti in abbondante acqua salata.

pp2

In una padella antiaderente scaldiamo un goccio di olio, aggiungiamo il peperoncino e le acciughe, facciamo soffriggere bene e poi mettiamo i pomodorini tagliati a pezzetti e lasciamo cuocere appena un minuto. Nella stessa pentola della cottura delle cime mettiamo le orecchiette e le facciamo cuocere con la verdura per un paio di minuti, scoliamo sia la pasta che le cime di rapa nella padella del sugo, mantechiamo e serviamo. Buon appetito. Per Federico Quaranta, giurato dell’esecuzione, ottima realizzazione di entrambi: se fosse un’accademia darebbe 29 a Marco e 28 a Maurizio, quindi voti altissimi.

pp3

Antonella raggiunge Mister Alloro, Sergio Barzetti, il maestro di cucina di oggi, che ci propone una delle sue imperdibili ricette, con verdura, frutta o prodotti di stagione, nella sua rubrica dedicata alla cucina creativa. Oggi prepara i rotoli di uova e carote farcite.

Ingredienti:

  • 8 uova, 4 carote, 200 g di spinaci novelli, 400 g di ricotta di pecora, 4 cucchiai di grana grattugiato, maggiorana, burro, sale e pepe, misticanza di insalata

pp1

In una ciotola sbattiamo le uova con il grana, uniamo le foglioline di maggioranae un pizzico di sale, uniamo tre carote grattugiate finemente, amalgamiamo bene e versiamo il composto in due teglie rettangolari precedentemente imburrate, quindi cuociamo in forno  160° per 10/12 minuti, ottenendo così due frittate al forno. In una padella sciogliamo una noce di burro e uniamo a stifare gli spinaci novelli aggiungendo anche un goccio di acqua, infine li saliamo a piacere. In una ciotola mettiamo la ricotta e la lavoriamo con sale e pepe e una carota grattugiata finemente.

pp2

Splamiamo sulle frittate fatte il composto di ricotta e mettiamo sopra gli spinaci strizzati. Le arrotoliamo, avvolgiamo nella carta stagnola e mettiamo a raffreddare infrigorifero. Quindi le tagliamo a tocchetti e le serviamo su un letto di insalata di misticanza e a piacere guarniamo con un goccio di succo di carote e di olio. Buon appetito.

pp3

E ora un grande ritorno a La prova del cuoco: torna oggi nelle cucine del programma una maestra di cucina molto amata che ha partecipato al programma qualche anno fa per diverse edizioni. La musichetta del rondò veneziano introduce Maria Grazia Calò, la maestra di cucina di Venezia. Antonella la accoglie con gioia, e via a cucinare il savarin di maccheroncini e melanzane.

Ingredienti:

  • 400 g di maccheroncini, 1 kg di melanzane, 1 tazza di latte, olio di semi di arachide, 250 g di mozzarella, 400 g di pomodoro concassè, 3 cucchiai di besciamella, 300 g di salsa fresca di pomodoro, 100 g di formaggio grana grattugiato

pp1

Sbucciamo 400 g di melanzane, ne ricaviamo la polpa, la tagliamo a dadini e la mettiamo per 30 minuti a bagno nel latte, quindi la asciughiamo bene e la friggiamo nell’olio bollente. Le restanti melanzane, 600 g, le tagliamo a fettine tenendo la buccia e le friggiamo nell’olio bollente. Lessiamo la pasta ossia i maccheroncini in acqua bollente e salata, li scoliamo e li condiamo con il grana, il pomodoro, i dadini di melanzana fritta e due cucchiai di besciamella (quella fatta nel classico modo), lasciamo intiepidire e mettiamo anche la mozzarella tagliata a pezzetti.

pp2

Prendiamo uno stampo da savarin e mettiamo le fette di melanzana fritte leggermente sovrapposte sul fondo, riempiamo lo stampo con la pasta condita premendo bene per non lasciare vuoti d’aria, inforniamo 180° fino a doratura della superficie. La sforniamo e la gurniamo mettendo al centro  le bucce di melanzane tagliate a listarelle sottili e fritte. Buon appetito.

pp3

Dolci dopo il tiggì, la fortunata appendice de La prova del cuoco dedicata alla pasticceria, diventa Dolci prima del tiggì, la rubrica più golosa del programma culinario condotto da Antonella Clerici. Oggi, protagonista della rubrica in questione è Anna Moroni, che prepara i biscotti al cioccolato.

pp1

Ingredienti:

  • 3 uova intere, 250 g di zucchero, 80 g di burro, 80 g di latte, 1 bustina di vanillina, mezza bustina di lievito per dolci, 500 g di farina, 300 g di cioccolato fondente, 150 g di cioccolato al latte

pp2

In una ciotola sbattiamo le uova, uniamo lo zucchero, il latte, il burro, la farina, la vanillina e il lievito. Amalgamiamo quindi bene tutto ottenendo un impasto simile a quello di un ciambellone. Tagliamo a pezzetti il cioccolato a pezzetti fondente e quello al latte e lo versiamo  nell’impasto, quindi amalgamiamo ancora bene tutto. Foderiamo con la carta da forno una placca, formiamo con il composto ottenuto 3 o 4 taralli grandi e li mettiamo sulla placca. Li spolveriamo  con lo zucchero semolato e inforniamo a 180°, forno questa volta ventilato, per 30 minuti. Buon appetito.

pp3

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter