AnnoUno – Ultima puntata del 11/06/2015

a1

In attesa dell’ultima puntata di Servizio Pubblico, in onda la prossima settimana, il 18 giugno, in diretta da Firenze, su La7, torna AnnoUno, con la quarta ed ultima puntata della nuova serie, che ha avuto un esito non proprio ‘brillante‘ (4,83% di share, con oltre un milione di telespettatori; 3,50% di share, alla seconda puntata; 3,19% alla terza). Michele Santoro, alla conferenza stampa di presentazione del programma con Giulia Innocenzi, a proposito dell’esperienza, ormai conclusa, di Servizio Pubblico (“che ha segnato una parte importante della storia della tv italiana perché nata senza avere un canale di distribuzione, riuscendo a fare in modo che una piattaforma distributiva della portata dello 0,3% di share arrivasse a contenere l’8% di ascolto. Un risultato difficilmente ripetibile, una performance straordinaria studiata nelle università europee, mentre in Italia è passata inosservata, senza innescare l’attenzione dell’imprenditoria“), ha anticipato: “Ho tante idee, ma devo avere la possibilità di realizzarle. Mi rivolgerò a La7, alla Rai, a Sky“. Poi, a proposito della ‘crisi del talk show’, Santoro commenta: “È una situazione d’inflazione: abbiamo pochi ospiti e sempre gli stessi, a dimostrazione di una crescita assurda nella offerta politica in un momento di domanda molto bassa. Persino i programmi del mattino hanno assunto la medesima forma dei talk show”. Infine, assicura: “Non realizzerò più, o almeno non lo farò per un periodo importante, decine e decine di puntate per ogni stagione di un futuro programma”.

Ma veniamo alla quarta ed ultima puntata di AnnoUno, ci si chiederà: dal leader della Lega nord Matteo Salvini che dice che “le ruspe sono un simbolo di equità sociale”, all’incidente di Boccea a Roma, dove un’auto guidata da un rom ha travolto e ucciso una donna, sembra partita la caccia al rom. Intanto il Tribunale civile di Roma ha condannato il Comune per il “carattere discriminatorio” dei campi nomadi e l’inchiesta giudiziaria “Mafia capitale” svela che la politica e il sistema hanno lucrato sull’assistenza agli immigrati e sui campi rom. Siamo sicuri che sia tutta colpa dei rom?

Tra gli ospiti, Daniela Santanchè, Antonio Di Pietro e il giornalista Lirio Abbate. Tornano i “The Jackal” e per la prima volta ad Announo il comico Saverio Raimondo

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter