Palinsesti Raitre 2015/2016 – Daytime e prima serata

fazio litty

Oggi, a Roma, sono stati presentati i palinsesti Rai per la stagione 2015/2016, quella che partirà nel mese di settembre e terminerà a fine maggio. I direttori delle varie Reti, il Dg generale e i vertici dapprima hanno incontrato la stampa per parlare dell’anadamento delle reti e degli obiettivi prefissatisi, poi hanno diramato i palinsesti delle reti televisive. Dopo aver rivelato il palinsesto di Raiuno e Raidue, esaminiamo nel dettaglio il palinsesto di Raitre.

Daytime Dal lunedì al venerdì

  • Agorà (ore 8:00) – Il programma, condotto da Gerardo Greco, si conferma leader del genere in quella fascia e segna l’inizio della giornata
    con capacità di racconto e di notizie che lo rendono particolarmente pregiato.
    Mi Manda Raitre (ore 10:00) – Il brand storico della rete rilanciato da Elsa Di Gati con uno occhio particolarmente attento alle problematiche dell’economia
  • Elisir (ore 11:00) – Con Michele Mirabella e Virginie Vassart, il programma, nella sua
    nuova veste, ha raccolto l’apprezzamento del pubblico ritrovando buoni ascolti.
  • Pane Quotidiano (Al termine degli spazi informativi della Tgr e del Tg3) – Concita De Gregorio rende il libro un appuntamento quotidiano, riflettendo e rispettando in pieno la vocazione culturale del canale.

Seguiranno Il tempo e la storia, gestito da Rai Storia, e la soap pomeridiana. Quindi, sarà la volta di un altro programma che ha giocato un ruolo fondamentale per rilancio di immagine e ripresa degli ascolti, Geo, incentrato sui temi dell’ambiente e della scienza con Sveva Sagramola e la rivelazione Emanuele Biggi.

Daytime Weekend – Sabato e domenica

Altre conferme: lo spazio di Community, il programma sugli italiani all’estero prodotto da Rai Italia; Tv Talk, l’analisi Tv di Massimo Bernardini e soci il sabato; il punto sulla settimana della politica e dell’attualità con le interviste di In mezz’ora di Lucia Annunziata; Kilimangiaro, nella nuova versione targata Camila Raznovich e Dario Vergassola la domenica: anche in questa edizione si prevede la sfida tra i più bei borghi d’Italia che sfocerà
in primavera in una prima serata che negli ultimi due anni ha riscosso grande successo.

Access-prime timeDal lunedì al venerdì

L’access time è caratterizzato dal susseguirsi del programma cult Blob (che ha celebrato il 25esimo anno), di Sconosciuti, uno dei brand più innovativi, convincenti ed empatici degli ultimi anni, e della soap di casa nostra Un posto al sole. È previsto in alcuni periodi anche il ritorno di
Tretre3, che attinge allo straordinario repertorio delle teche di soli programmi della nostra Rete e che ha avuto buoni risultati in questa primavera.

Prima serataNovità

Al giovedì – Rivivremo la grande avventura della casa discografica RCA, con un programma evento dal vivo in 4 puntate che racconterà in parole, musica e immagini uno dei periodi più luminosi della nostra storia recente, i favolosi anni 60, indimenticabili sia per gli artisti che si affermarono sulla scena musicale (da Rita Pavone a Francesco de Gregori, da Gianni Morandi a Renato Zero), sia per l’atmosfera carica di spensieratezza che li caratterizzò. Un nuono format, Host in the box, che ha avuto molto successo in Germania e Spagna. Il viaggio a sorpresa di un personaggio noto in realtà lontane o molto particolari, italiane ed estere, che si trasformerà in un’indagine/reportage on the road. Seguirà un docureality, Indovina chi mi sposo, che analizzerà, non senza un tocco di ironia, il fenomeno sociale dei matrimoni interculturali ormai molto diffusi nel nostro paese, accompagnando all’altare e al ricevimento di nozze coppie composte da italiani di nascita e italiani di adozione, portatori di usi e costumi a volte molto diversi ma rappresentativi del nuovo melting pot italiano.

Al venerdì – Il ritorno della grande fiction di produzione Rai, assente da anni su Rai3, con un prodotto in linea con il profilo e la mission della Terza Rete, pensato per rendere più variegata e ampia l’offerta del nostro palinsesto. Pertanto per dodici settimane a partire da settembre programmeremo la serie Non uccidere, poliziesco ricco di risvolti sociali e psicologici, realizzato a Torino da Rai Fiction con un linguaggio moderno, adatto al grande pubblico di una generalista e interpretato tra gli altri da Miriam Leone e da una regina del nostro teatro come Monica Guerritore.

Al lunedì – Debutta L’erba dei vicini, che mette a confronto l’Italia con sei Paesi europei e con gli USA su temi chiave: una competizione basata su una solida analisi giornalistica e su reportage informativi, ma giocata anche in chiave ironica e leggera, per sfatare pregiudizi e falsi miti, nonché conoscere meglio noi stessi e gli altri Paesi.

Prima serataCinema

Tra i titoli previsti: Venere in pelliccia di Roman Polanski, Dietro i candelabri di Steven Soderbergh, Millennium – Uomini che odiano le donne di David Fincher, Il cecchino di Michele Placido, Anni felici di Daniele Lucchetti.

Prima serataConferme

  • Che tempo che fa, Report e Presa Diretta alla domenica;
  • Nuovi cicli di Amore Criminale al lunedì;
  • Ballarò, con Massimo Giannini, al martedì. Per lo storico talk, un po’ in affanno, sono allo studio progetti di innovazione che ne rilancino il brand
  • Il mercoledì torna la cronaca di Chi l’ha visto? con Federica Sciarelli
  • Al sabato Che fuori tempo che fa con Fabio Fazio e Massimo Gramellini, seguito da Ulisse di Alberto Angela.

Seconda serata – Novità e conferme

Progetti nuovi: Io e George, un viaggio attraverso l’Italia della bravissima scrittrice Simonetta Agnello Hornby, e nel 2016 la docureality di un brillante regista come Ivan Cotroneo Chiedi a papà, interessante e divertente esperimento sociale di alcuni papà che verranno lasciati per gioco dalle proprie mogli per un periodo a dover gestire i figli piccoli. Torna un grande marchio della Rete in coproduzione con Rai Sport, nei cui canali tematici era attualmente collocato: si tratta de Il Processo del lunedì, l’approfondimento sulle partite di calcio del giorno prima con Enrico Varriale che ci permette di riportare su un canale generalista il commento calcistico ma anche di valorizzare per primi le immagini in chiaro del posticipo.

Si prevede la riconferma di Gazebo, con Diego Bianchi in arte Zoro e tutta la banda, con un doppio appuntamento la domenica e il giovedì. Al venerdì tornerà il grande racconto itinerante de I dieci comandamenti con Domenico Iannacone, che a settembre sarà in onda anche con due puntate di prima serata dedicate a Roma e Milano, osservate e attraversate in modo diverso, lontano dagli stereotipi e dai luoghi comuni che le caratterizzano. Il sabato infine prosegue la serie noir, con titoli collaudatissimi e di successo, come Un giorno in pretura, Storie Maledette e Stelle nere.

2016 – Le novità della nuova stagione

Nel 2016, al prime time del sabato, nostra collocazione dedicata al genere divulgativo, si prevede il ritorno di Scala Mercalli, il programma di Luca Mercalli sui grandi temi ambientali del pianeta che ha esordito pochi mesi fa con un primo ciclo molto positivo nelle critiche e nel risultato complessivo. Ma il pezzo forte su cui stiamo lavorando per il prossimo anno è la versione 2.0 di uno dei programmi più amati e mai dimenticati della storia della tv italiana. Nientemeno che il Rischiatutto, lo storico quiz di Mike Bongiorno. L’intenzione è riproporlo con una veste rinnovata e modernizzata, seppur con un fascino vintage, affidato al conduttore considerato dallo stesso Mike il suo potenziale erede e nostro vincente volto di Rete: Fabio Fazio. Il progetto prevede un ciclo di 10 puntate nella sua storica collocazione del giovedi sera e intende rilanciare non solo un intrattenimento intelligente che ha formato intere generazioni, ma anche il concetto di un quiz meritocratico. Come si ricorderà al Rischiatutto i concorrenti si sfidano sulla base di forti competenze, nessuna risposta multipla a disposizione, ma un vero esercizio di cultura personale e di memoria.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter