Reazione a catena Extra – Puntata del 20/09/2015 – Le migliori coppie del game show condotto da Amadeus si sfidano in prima serata.

image

Lo scorso 31 maggio cominciava la nona edizione di Reazione a catena, il tradizionale game show estivo che, durante la stagione più calda dell’anno, si sostituisce all’Eredità di Carlo Conti Fabrizio Frizzi. La trasmissione, condotta per il secondo anno consecutivo da Amadeus dopo le quattro stagioni in mano a Pino Insegno e le tre con Pupo alla guida, si è confermata leader degli ascolti nella fascia preserale, grazie anche alla debole concorrenza di Canale5, che prima ha proposto l’inedito Caduta libera, le repliche dell’ormai logoro Avanti un altro! e le puntate (in prima visione o in replica) della telenovela Il Segreto, che in preserale fa numeri ben distanti rispetto a collocazioni ben più consone.

image

Con ciò, però, non bisogna negare che gli ascolti di Reazione a catena sono stati ancora una volta soddisfacenti. Nelle 110 puntate trasmesse (non è andato in onda il 18 giugno a causa dell’Europeo Under-21 e il 3 luglio a causa di una celebrazione di Sua Santità Papa Francesco che ha costretto alla messa in onda di un collage di spezzoni delle precedenti puntate), il game ha infatti totalizzato una media di 2.952.000 spettatori e del 23,65% nella prima parte, denominata L’intesa vincente (dalle 18:45 alle 19:40), mentre nella seconda parte, prossima al Tg1, la media è stata di 4.310.000 spettatori col 27,66% di share. La puntata più seguita è stata quella dello scorso 15 settembre con 3.880.000 spettatori e il 26,04% nella prima parte e 5.992.000 spettatori e il 30,55% nella seconda.

image

Questa sera, quindi, Reazione a catena andrà in onda alle 18:50 la puntata n.111 di questa stagione, che vedrà le neo-laureate campionesse, Le Liquirizie, giocarsi il titolo contro una nuova squadra, con la possibilità di tornare a difendere il titolo nella stagione 2016. Alle 21:30, invece, andrà Reazione a catena Extra, una sorta di Coppa dei Campioni tra quattro delle squadre che hanno fatto la storia del programma con la loro simpatia, bravura e popolarità. Ritroveremo in gara, quindi, Le Ombre di Pino (settima stagione), I Tiri da Tre (sesta stagione), Le Tre civette (ottava edizione) e Le Intese a distanza (ottava-nona edizione). Le squadre si affronteranno in una gara ad eliminazione diretta nei giochi di Reazione a catena a noi ormai noti.

  • Caccia alla parola: Una parola, composta da un numero di lettere variabile, si forma lentamente e in modo casuale. La squadra che trova la parola, guadagna 2.000€ fino ad un massimo di 12.000€ in caso di en plein.
  • La catena musicale: Due catene da sei parole. Si parte da una parola-indizio che può aiutare ad indovinare il motivo misterioso. Per ogni parola indovinata si guadagnano 2.000€ e uno strumento musicale in più nella base. L’individuazione della canzone vale 5.000€. Il massimo che si può guadagnare in questa fase è 34.000€.
  • Quando, dove, come e perché: Quattro quartine da quattro indizi ciascuno per indovinare la parola misteriosa. Se si indovina al primo indizio si guadagnano 8.000€, altrimenti 4.000€, fino ad un massimo di 32.000€.
  • Una tira l’altra: Due catene, aperte e chiuse da due parole date. In mezzo ci sono cinque parole da indovinare. Le squadre possono scegliere se partire dalla parola superiore o da quella inferiore per completare la catena. Nella prima ogni parola vale 3.000€, nella seconda 5.000€. Si giocano, al termine di ogni manche, due zip composte da quattro parole, di cui due date, da indovinare in dieci secondi: la prima vale 15.000€, la seconda 20.000€. In caso di errore, si cede il valore della zip agli avversari. In caso di percorso netto, si possono vincere fino a 75.000€.
  • L’intesa vincente: Due componenti della squadra compongono una definizione dicendo una parola a testa per dare la possibilità al proprio compagno di indovinare la parola misteriosa. Ogni parola individuata vale un punto, mentre in caso di errore si perde un punto. In caso di telegrammi (frasi non formulate correttamente, prive di proposizioni, ecc.) si dà un’amminizione; alla seconda, la squadra perde un punto. In caso di uso di sinonimi, di parole che contengono la radice di quella da indovinare o di marche, si perde automaticamente un punto. Sessanta secondi a disposizione e tre passo. La vittoria vale 30.000€ più 1.000€ per ogni parola indovinata. Il record è de Le Intese a distanza con 17 parole individuate.

La squadra vincente dell’ultima manche si giocherà il montepremi finale nella fase conclusiva del gioco.

  • L’ultima catena: I concorrenti giocano dapprima singolarmente, individuando la parola che ne lega altre due. Ci sono due jolly a disposizione con cui si può passare la mano all’altro compagno di squadra, lasciando intatto il montepremi e aggiungendo una lettera alla parola. In caso di errore, il montepremi si dimezza. Una volta completata la catena, si passa alla fase di gruppo.
  • L’ultima parola: Si gioca con l’ultima parola della catena, una parola misteriosa di cui vengono date le prime due e l’ultima lettera, ed una parola-indizio sconosciuta. Si ha un minuto di tempo per indovinare o decidere di comprare il terzo elemento per metà del montepremi. Una volta comprato l’indizio, si ha un ulteriore minuto per individuare la parola misteriosa.

A vincere, ed era facilmente immaginabile, sono state le Intese a distanza, campionesse che chiusero la scorsa edizione e restarono in carica per oltre 15 puntate nell’edizione di questa estate. Hanno pure vinto 63 mila euro indovinando l’ultima parola.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter