La prova del cuoco – Puntata del 15 ottobre 2015 – La parmigiana di Bianchi e le varie gare.

c4

Ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

pdc1

Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha appena pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata. Oggi, una versione più short, breve, a causa della diretta di Rai Parlamento che ha preceduto la puntata odierna. Antonella, dopo la sigla delle 12:25, raggiunge Marco Bianchi. Il giovane cuoco, nonchè ricercatore, dopo una lunga, ma giustificata assenza (è diventato papà; auguri!), torna a confezionare ricette genuine e salutari, all’interno della sua rubrica dedicata alla cucina della salute. Marco. dopo aver raccontato la nascita della bambina, Vivien, e che i suoi genitori avevano perso il loro cane, poi fortunatamente ritrovato, reinterpreta un classico della cucina nostrana, realizzando la parmigiana di zucchine alla napoletana.

Ingredienti:

  • 8 zucchine, 1 cipolla, 700 g pomodori, 1 manciata di origano, 3 mozzarelle light, olio evo qb, sale e pepe qb
  • Per impanare: 200 g pangrattato, 200 g fairna di mais fioretto

c5

Tagliamo le zucchine a fettine sottili, quindi le cuociamo al vapore per 10 minuti. Mescoliamo il pangrattato con la farina di mais e l’origano, quindi impaniamo le fettine di zucchina con questo composto. Non servono uovo in quanto essendo cotte al vaore sono umide. Mettiamo le fettine di zucchine impanate su una teglia foderata con la carta da forno e le inforniamo a 180° per 10 minuti circa.

pdc2

Per il sugo, in una casseruola, cuociamo i pomodori, tagliati a pezzettoni, con la cipolla affettata finemente,  un filo d’olio, sale e pepe a piacere, quindi lasciamo cuocere a lungo. Prendiamo ora una teglia e alla base mettiamo uno strato di fettine di zucchine che saranno belle croccanti,  sopra uno strato di sugo fatto, quindi la mozzarella tagliata a fettine e così via ripartendo da uno strato di zucchine ripetendo i vari strati e ultimando con il sugo. Inforniamo per 20 minuti a 180°. Buon appetito.

c3

In Chi batterà gli chef?, il cuoco che oggi le due sfidanti di Garlasco, Annamaria e Irene, mamma e figlia, devono cercare di battere è il giapponese Hiro Shoda. Con passata di pomodoro, cipolla, noce moscata, burro, patata lessa, formaggio grattugiato, pane in crosta, prosciutto cotto, aceto e verza preparano l‘involtino di verza, mentre lo chef con tutti gli stessi prodotti realizza le girelle al pomodoro con prosciutto.

pdc3

A giudicare la sfida Fabio Picchi che, come ogni giovedì fanno gli altri giurati che si alternano nelle varie settimane, rende più complicata la gara portando un ingrediente segreto da insierire obbligatoriamente nelle ricette: stavolta si tratta delle spezie, in particolare curcuma e pepe nero. Picchi ringrazia per come siano stati utilizzato tutti gli ingredienti, è soddisfatto, oggi però le concorrenti sono state emozionate, quindi penalizzate, e a vincere è quindi lo chef.

pdc4

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Francesca Marsetti con lo sfidante Gabriele  e nel peperone Alfonso Dellla Croce con la campionessa Enrica. Alla campionessa la scelta tra i due panieri di ingredienti segreti quello che vuole per la sua squadra. I venti minuti dlela gara scorrono sotto agli occhi vigili dei giurati Fede, Tinto e la Stefanelli. I tre hanno trovato diversi errori ed imprecisioni, più per demeriti della squadra avversaria che per propri meriti, non all’unanimità, assegnano la vittoria al peperone. Enrica si conferma campionessa, ma non vince i soldi in palio.

pdc5

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter