La prova del cuoco – Puntata del 4 dicembre 2015 – Diretta e ricette.

c5

Venerdì 4 dicembre 2015, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha appena pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Anna Moroni apre il menu odierno, proponendo un secondo piatto ricco, sontuoso, un polpettone da gustare alle 13:30. Ecco la ricetta del polpettone ai carciofi.

c4

Ingredienti:

  • 4 carciofi, 600 g di carne mista tritata, 1 mozzarella, 100 g di prosciutto cotto a fette, 50 g di grana grattugiato, pane grattugiato, 50 g di burro, noce moscata qb, 1 spicchio d’aglio, 4 uova, olio extravergine di oliva, sale e pepe

Puliamo i carciofi, mantenendo solamente i cuori, che tagliamo a fette e mettiamo a bagno in acqua e limone. Scoliamoli e saltiamoli in padella, con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio, sale e pepe. Per il polpettone, lavoriamo il macinato con le uova (1 intero e 2 rossi: i bianchi serviranno per impanare), il formaggio grattugiato, sale e pepe, noce moscata o la scorza di limone grattugiata. Impastiamo per bene. Appiattiamo il composto ottenuto su un foglio di carta forno; disponiamo sopra il prosciutto cotto, i carciofi non troppo cotti e la mozzarella tagliata a dadini o a fette; arrotoliamo il polpettone, che spennelliamo con i bianchi d’uovo e spolveriamo col pangrattato. Un filo d’olio e deifiocchetti di burro sopra ed inforniamo a 180° per circa 1 ora.

c3

Venerdì pesce, con Gianfranco Pascucci. Lo chef stellato attende già Antonella, che impugna la sua crescentina come fosse un trofeo… Il cuoco, dopo aver addentato una crescentina, si cimenta nella preparazione dei calamari arrosto.

c7

Puliamo i calamari, togliendola pelle, e li asciughiamo per bene con della carta assorbente. Sfilettiamo, in modo da ottenere una sorta di carpaccio. Oppure, incidiamo la superfice, creando una griglia. Saliamo leggermente e mettiamo su una griglia già infuocata (il carpaccio va posizionato come fosse una rosa: tutto insieme), con un goccio d’olio. Mettiamo, sulla griglia, anche degli aromi, come il mirto o l’alloro. Prepariamo una salsina con olio, aceto, acqua, sale e, se piace, salsa di soia; mettiamo in infusione, all’interno, gli aromi grigliati. Quando i calamari formano una crosticina leggermente dorata, sono pronti. Li togliamo dalla griglia e serviamo con la salsina.

c8

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter

aaa