La prova del cuoco – Puntata del 18 dicembre 2015 – Diretta e ricette.

18 dicembre 2015

Venerdì 18 dicembre 2015, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha anche pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Apriamo, come consuetudine, la casellina del calendario dell’avvento. Oggi, ‘entriamo‘ nel Natale di Daniele Reponi, il paninaro modenese lascia i suoi amati panini per proporre un primo piatto golosissimo, i tortelli al Natale modenese.

c3

Ingredienti:

  • Per la sfoglia: 2 uova, 200 g di farina di grano tenero semi-integrale tipo 2 macinata a pietra
  • Per il ripieno: 1 zampone fresco artigianale di Modena (da circa 1 kg), 4 patate pasta gialla di Montese cotte al vapore, 1 lt di Lambrusco di Modena
    pangrattato qb
  • Per la salsa: 400 g di Parmigiano stravecchio, 100 g germogli di ravanello, aceto balsamico tradizionale di Modena qb, olio, sale e pepe qb

Per la sfoglia, impastiamo la farina con le uova; lasciamo riposare il panetto ottenuto, coperto da pellicola. Prepariamo la cialda di parmigiano; scaldiamo una padella antiaderente: quando è ben calda, spolveriamo con abbondante parmigiano grattugiato; facciamo fondere. Quando ha raggiunto la giusta consistenza ed ambratura. Togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare. Aiutandoci con la farina, tiriamo la sfoglia. Per il ripieno: schiacciamo le patate lesse; sbricioliamo dentro il cotechino, che passiamo nella vaporiera, con il lambrusco. Impastiamo per bene e, se vogliamo, profumiamo con finocchietto selvatico o aneto; posizioniamo il ripieno sulla sfoglia a mucchietti; ritagliamo dei quadrati e diamo la forma di tortelloni. Tuffiamo in acqua bollente e salata.

c4 - Copia

Per la besciamella, facciamo fondere il burro in padella; uniamo la farina e facciamo friggere per qualche istante; uniamo il latte freddo; uniamo il parmigiano stravecchio. Quando la besciamella si addensa, scoliamo i tortelloni e li tuffiamo nella besciamella. Arricchiamo con gocce di aceto balsamico, germogli di ravanello. Serviamo con la cialda di grana sbriciolata sopra al momento.

Per la settimana del Telethon, quest’oggi, a raccontare il suo Natale è Gabriele, un ragazzo di 14 anni con problemi di salute che, insieme ad Anna Moroni, prepara un classico delle feste, l’insalata russa di Natale. Gabriele frequenta l’istituto alberghiero e viene dalla provincia di Torino. Veniamo alla ricetta.

c4

Ingredienti:

  • 2 patate medie, 200 g di carote, 100 g di piselli surgelati, 150 g di fagiolini, cetriolini sott’aceto, 1 barbabietola precotta, olive nere qb, 2 uova sode, olio evo, sale e pepe bianco, aceto bianco qb

Mescoliamo insieme le patate, i fagiolini, le carote, i piselli e la barbabietola; le verdure devono essere lessate in acqua, limone e aceto e tagliate a cubetti; non devono essere troppo cotte: devono mantenere un po’ di croccantezza. Mescoliamo le verdure alla maionese e serviamo, decorando con le uova, i cetriolini e le olive.

c5 - Copia

Venerdì pesce con Gianfranco Pascucci, che quest’oggi si accompagna ad un amico, Riccardo, che è il custode dell’oasi che conserva gli aromi usati dallo chef nella sua cucina stellata. Oggi, la ricetta del salmone marinato rape bianche ed erbe spontanee.

Ingredienti:

  • salmone in filetti
  • Per la marinata: 1 kg di sale marino, 800 g di zucchero, 1 bicchiere gin o genziana, Lentisco, pepe, ginepro, erbe spontanee, 2 rape bianche, 1 cucchiaino colatura di alici, 1 cucchiaio di panna, 1 cucchiaio di yogurt bianco, parmigiano

c5

Prendiamo un salmone già pulito. Se è fresco, teniamolo per un paio di giorni in freezer, in modo da uccidere eventuali parassiti. Per la marinata, mescoliamo sale e zucchero; quindi uniamo gli aromi, le erbe aromatiche in foglie e bacche, e il gin. Su un piatto, formiamo uno strato di marinata; adagiamo sopra i filetti di salmone, quindi copriamo con la marinata rimasta; lasciamo riposare per 6-7 ore almeno. Quindi, laviamo i filetti sotto l’acqua. Sfilettiamo, in modo da ottenere una sorta di carpaccio. Oppure, tagliamo a cubetti. Serviamo con della panna acida: mescoliamo la stessa quantità di yogurt con la stessa quantità di panna; qualche goccia di succo di limone e lasciamo riposare. Mettiamo nel piatto anche la rapa tagliata sottile sottile e tenuta in frigorifero con un po’ di sale (o colatura di alici) e le erbe aromatiche.

c6 - Copia

Alessandro Scorsone è ora protagonista dello spazio dedicato al galateo, in cui svela ad Antonella e a tutti noi, i comportamenti da evitare durante i pranzi e le cene di questo periodo di festa.

  • Non dare mai un dono prezioso davanti a tutti
  • Con il brodo, anche se scotta, evitare di soffiarlo
  • I colori adatti alla tavola di questo periodo sono l’oro, il rosso ed il verde
  • Brindare non significa fare rumore
  • Il panettone deve essere servito intero, ma in realtà già tagliato a piccolissimi pezzi e poi ricomposto
  • Quando si spaccano le noci, coprire sempre il guscio con le mani

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter