La prova del cuoco – Puntata del 5 gennaio 2016 – Polenta concia, arrosto con noci funghi lenticchie e formaggio, focaccia con prosciutto e fichi, sorbetto al limone.

cuoco1

Martedì 5 gennaio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

cuoco3

Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha da poco pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata. Antonella ringrazia il pubblico per il record di ascolti di ieri, sottolineando come il programma sia sempre leader nella sua fascia oraria.

cuoco4

Al via con la rubrica dedicata alle feste, l’ultima visto che con domani l’Epifania tutte le feste si porta via. A chiudere questa rubrica delle feste oggi la nostra Antonella, che si racconta con a farle le domande Gigi Marzullo, mentre a cucinare ci pensa Anna Moroni che prepara la polenta concia.

Ingredienti:

  • per la polenta: 150 g di farina di polenta di grano saraceno, 350 g di polenta bramata, 2 l di acqua, 1 cucchiaino di sale

image

  • per mantecare: 200 g di burro di alpeggio, 200 g di taleggio, 100 g di fontina
  • per contorno: 100 g di speck, 100 g di coppa, 100 g di salame cacciatora

cuoco2

Anna cucina, mentre Antonella viene intervistata da Marzullo e parla un po’ della sua vita, in particolare delle vacanze natalizie e di come le ha trascorse.  Facciamo la polenta mettendo in una pentola molto capiente antiaderente, 2 litri di acqua, la facciamo scaldare e quando ancora non bolle aggiungiamo la farina di grano saraceno e la farina di mais grosso (quella da polenta bramata), un cucchiaino di sale, amalgamiamo bene e la facciamo cuocere per un’ora.

image

Aggiungiamo poi quasi a fine cottura ben 200 g di burro, amalgamiamo bene e uniamo anche il taleggio e la fontina tagliati a dadini e ultimiamo la cottura mescolando continuamente il tutto. La serviamo mettendo sopra a piacere dei pezzettini di gorgonzola e la accompagniamo con un tagliere di salumi misti. Buon appetito.

polenta

Natalia Cattelani ,protagonista dello spazio de La ricetta del giorno, propone oggi un secondo piatto vegetariano, adatto quindi a tutti quelli a cui non piace la carne o il pesce. Prepariamo l’arrosto con noci funghi lenticchie e formaggio.

Ingredienti:

  • per la salsa di pomodoro: 500 g di passata di pomodoro, 1 spicchio di aglio, rosmarino, sale e pepe
  • 1 cipolla bianca tritata finemente, 2 gambi di sedano, 200 g di funghi champignon, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, 1 peperone rosso, 1 carota, 200 g di lenticchie già cotte, 100 g di pane raffermo fatto a briciole, 100 g di gherigli di noci, 3 uova, origano e pepe qb, 150 g di formaggio provolone, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro

cuoco1

Prepariamo la salsa di pomodoro scaldando in una casseruola un goccio di olio con uno spicchio di aglio, aggiungiamo la passata di pomodoro, un pizzico di sale e un po’ di rosmarino e la lasciamo cuocere.  Prepariamo la base per l’arrosto mettendo in una padella antiaderente, senza aggiungere condimenti, sedano, carota e cipolla tagliati molto finemente, li facciamo ben appassire, saliamo.  Nel mixer frulliamo i funghi e il peperone tagliato a falde.

cuoco2

Uniamo quindi funghi e peperoni frullati al soffritto in padella e amalgamiamo bene lasciando cuocere poi 10 minuti. Aggiungiamo le lenticchie già cotte (vanno benissimo quelle avanzate, così come altri legumi), il concentrato di pomodoro, un pochino di origano, un pizzico di sale e di pepe e amalgamiamo. In una ciotola mettiamo il pane raffermo frullato, le uova, un pizzico di sale e di pepe, il provolone tagliato a julienne, due cucchiai di prezzemolo tritato e amalgamiamo tutto. Aggiungiamo nella ciotola anche tutto il composto di funghi e verdure fatto in padella, i gherigli di noci che prima tritiamo al coltello e amalgamiamo tutto.

cuoco3

Versiamo il composto in uno stampo da plumcake di 25 cm e foderato con carta forno, pressiamo bene, mettiamo sopra qualche cucchiaiata di salsa di pomodoro e inforniamo per 45-50 minuti a 180°. Lo tagliamo a fettine e lo serviamo con qualche salatino fatto a piacere con della salsa brisè. Buon appetito.

arrosto

Gabriele Bonci, per la rubrica dedicata alla pizza e alla focaccia questa volta, non può che proporre una focaccia a fare venire immediatamente voglia di mangirla, ossia la focaccia prosciutto crudo e fichi. Per l’impasto in una boulle bella capiente mettiamo 1 kg di farina di tipo 1, 4 g di lievito di birra, amalgamiamo, uniamo 500 g di acqua e impastiamo.

cuoco

Poi aggiungiamo 5 g di sale, 200 g di prosciutto crudo tagliato a listarelle, un po’ di rosmarino tritato e impastiamo ancora tutto bene unendo anche 15 g di olio extraergine. Impastiamo, diamo due pieghe sulla spianatoia e lo lasciamo lievitare per 18 ore. Ungiamo bene una teglia con l’olio, stendiamo l’impasto e ne foderiamo la teglia, pressiamo bene facendo uscire tutta l’aria, quindi mettiamo sopra dei fichi secchi tagliati in quattro.

focaccia

La copriamo con la pellicola trasparente e la lasciamo riposare ancora per un’ora. Quindi la inforniamo, a forno caldo alla massima temperatura, poi lo abbassiamo a 160° e lasciamo cuocere fino a che sarà bella dorata. La tagliamo a pezzi e versiamo sopra del burro fuso in padella con un po’ di alloro e rosmarino e mettiamo sopra una fetta di crescenza. Possiamo abbinarla a dell’insalata a piacere e della rapa bianca.

focaccia2

Dolci prima del tiggì, la rubrica appunto dedicata al dolce, vede oggi protagonista Pietro Di Noto che ovviamente prepara qualcosa della sua Sicilia, ovvero il sorbetto al limone di Sicilia.

Ingredienti:

  • 700 g di limoni biologici, 400 cl di acqua, 100 g di stelvia oppure 300 g di zucchero di canna grezzo, 10 g di bicarbonato di sodio, 20 g di farina di semi di carruba
  • per guarnire: 100 g di miele millefiori, 10 g di curcuma, scorza grattugiata di un limone

image

Usiamo i limoni di Sicilia non trattati. Sbucciamo i limoni, lasciando più bianco possibile. In un pentolino mettiamo dell’acqua a bollire con un pizzico di bicarbonato di sodio, quindi a fuoco spento uniamo la buccia di tutti i limoni e lasciamo in infusione un pochino. Poi uniamo la stevia, che è un dolcificante non calorico (in alternativa possiamo usare lo zucchero di canna), la farina di semi di carruba, lasciamo in infusione il tutto per un giorno intero, a temperatura ambiente.

image

Spremiamo i limoni, mettiamo il succo in un contenitore, aggiungiamo tutta l’acqua che abbiamo lasciato in infusione e che prima filtriamo, quindi diamo una leggera frullata ad immersione. Trasferiamo nella gelatiera e lasciamo andare per 40 minuti. Serviamo in coppe ghiacciate e decoriamo a piacere con miele e curcuma e una grattugiata di scorza di limone. Buon appetito.

image

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter