La prova del cuoco – Puntata del 13 gennaio 2016 – Diretta e ricette.

c10

Mercoledì 13 gennaio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha da poco pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Con un paio di occhiali a dir poco appariscenti, dovuti ad una violenta allergia ad un occhio, Antonella si avvicina all’ormai celebre valigia, che oggi contiene i ricordi di… Scorsone e Mallozzi. I due sommelier, oltre alla professione, condividono l’origine romana, per questo propongono un classico della cucina laziale, l’amatriciana.

c9

Ingredienti
  • 500 g di mezzemaniche, 125 g di guanciale sano, 7/8 pomodori San Marzano pelati, 100 g di pecorino grattugiato, 1 peperoncino fresco, vino bianco secco qb, olio, sale e pepe qb
Procedimento

Cuociamo in abbondante acqua bollente e salata le mezzemaniche. Tagliamo a cubetti il guanciale e lo lasciamo sudare in padella, senza aggiungere null’altro. Sfumiamo con il vino, che lasciamo evaporare in parte, e togliamo i cubetti di carne. Nella stessa padella, mettiamo il pomodoro ed il peperoncino e facciamo cuocere. Scoliamo la pasta e la mantechiamo in padella con il sugo ed una manciata di pecorino. Uniamo il guanciale e spolveriamo con dell’altro pecorino.c8

La ricetta del giorno porta la firma di una new entry del cast, un romagnolo doc, degno erede della compianta Alessandra Spisni, Daniele Persegani. L’ex volto di AliceTv, nella sua prima uscita a La prova del cuoco, prepara la lasagna goccia d’oro.

c7

Ingredienti
  • 300 g di pasta all’uovo verde, 500 g di porcino freschi, 300 g di prosciutto cotto in fetta unica, 5 uova, 1 bicchiere di panna fresca, 750 g di besciamella, 100 g di gruviera, 100 g di grana, 2 cucchiai di prezzemolo tritato
Procedimento

c6Affettiamo i funghi; scaldiamo abbondante olio d’oliva in padella; tuffiamo i funghi, saliamo e lasciamo cuocere a fiamma alta; spegniamo ed arricchiamo con del prezzemolo tritato. Prepariamo la besciamella nel modo classico: in un pentolino, sciogliamo il burro; uniamo la farina e facciamo tostare qualche istante; uniamo, tutto d’un colpo, il latte (freddo o caldo). Mescoliamo sul fuoco fino a farla addensare; profumiamo con la noce moscata e teniamo da parte. Componiamo la lasagna: sporchiamo la pirofila di besciamella; facciamo uno strato di pasta all’uovo (verde o gialla), mettiamo sopra del formaggio grattugiato e del prosciutto a cubetti. In una ciotola, mescoliamo il tuorlo con il parmigiano ed un goccio di panna; mescoliamo bene e facciamo colare il composto ottenuto, a gocce, sulla lasagna; continuiamo con i funghi e dell’altra besciamella; continuiamo a fare degli strati allo stesso modo, fino ad esaurire gli ingredienti. L’ultimo strato dovrà essere formato dalla pasta, da abbondante besciamella, un po’ di funghi, un po’ di prosciutto e parmigiano grattugiato. Inforniamo per 15-20 minuti a 180° (dipende se avete sbollentato o meno la pasta).c5

Si torna nel passato, con un ricettario del 1934, rivenuto da Luisanna Messeri, che attinge a questo libricino per preparare un goloso secondo piatto. Dunque, ecco la ricetta del pollo con salsa piccante.

c11

Ingredienti
  • 1 pollo pulito e fatto a pezzi, 30 g di burro, olio evo, 1 bicchierino di brandy, 1 dl di vino bianco secco, timo allora e prezzemolo legati, 2 mele renette, 50 g di olive verdi snocciolati, 200 g di pomodori pelati interi, 1 pizzico di curry, tabasco, 2 peperoncini verdi freschi, sale e pepe, farina di mais
Procedimento

Saliamo e pepiamo la carne già sezionata; massaggiamo per bene. In un tegame, sciogliamo insieme il burro e l’olio. Tuffiamo la carne e facciamo rosolare per bene su tutti i lati per mezz’oretta circa. Buttiamo via tutto il seghino formatosi nella pentola. Sfumiamo con il brandy e flambiamo; quando la fiamma è andata via, sfumiamo con il vino e lasciamo cuocere, scoperto, aggiungendo le olive verdi, il mazzettino di erbe aromatiche, le mele a cubetti, i pomodorini pelati, il peperoncino verde a pezzi, il tabasco ed il curry. Copriamo e facciamo cuocere per 40 minuti. Serviamo su un letto di polenta.c12

Come sempre, a concludere la carrellata odierna di fantastiche portate, è il piatto di Anna Moroni, che oggi propone una “ricetta difficilina“, ma di stagione. Ecco la ricetta della verza ripiena. A vigilare sulla preparazione, il severo Beppe Bigazzi, che torna a bacchettare la cuoca per la gioia degli spettatori più affezionati…

c4

Ingredienti
  • 1 cavolo verza, 200 g di salsiccia, 4 uova intere, 150 g di mollica di pancarré, 100 g di latte, 100 g di grana grattugiato, 1 cipolla tritata, 1 cucchiaino di prezzemolo, 50 g di pangrattato, 1 cucchiaino di semi di finocchio, salsa di pomodoro, sale e pepe nero
Procedimento

Prendiamo la verza e la priviamo delle foglie esterne; quest’ultime, le tuffiamo in acqua bollente e le sbollentiamo per un paio di minuti. Nella stessa acqua, tuffiamo le salsicce. Dopo un paio di minuti, le tiriamo fuori dall’acqua e le teniamo da parte. Sgraniamo le salsicce e le rosoliamo in padella con della cipolla tritata; poco dopo, uniamo le foglie di verza sbollentate e tagliate a listarelle. Mescoliamo e lasciamo insaporire. A parte, ammolliamo la mollica del pane in cassetta con il latte; uniamo il grana grattugiato ed il prezzemolo tritato. Uniamo anche la salsiccia con la verza e mescoliamo bene. Uniamo le uova intere (se serve, unitene un’altra) ed il pangrattato. Mescoliamo per bene. Foderiamo una ciotola con un canovaccio pulito. Foderiamo la base ed i lati con le foglie di verza; versiamo all’interno tutto il ripieno; richiudiamo verso l’interno le foglie, quindi le blocchiamo con il canovaccio e leghiamo per bene. Nell’acqua dove abbiamo sbollentato le verze, mettiamo i semi di finocchio e immergiamo dentro la verza ripiena. Apriamo il canovaccio e condiamo con curcuma e ketchup. Serviamo tagliando a fette.c3

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter