La prova del cuoco – Puntata del 18 gennaio 2016 – Cassoeula light, pennette alla vodka, sformato di cavolfiori, girello con provola e funghi.

c5

Lunedì 18 gennaio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

llp1

Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha da poco pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

c11

Ancora è ancora con gli occhiali, ma senza trucco (causa congiuntivite), dopo i saluti iniziali si avvicina alla valigia che cela “il mondo di…“. All’interno del baule troviamo un metro, un pennello, ortaggi e frutta, una bilancia ed un aggeggio che “misura il grasso“…

llp2

E’ lei, ‘l’incubo’ di Antonella, la dietologa Evelina Flachi. A cucinare però c’è Anna Moroni, che prepara un classico della cucina milanese, la cassoeula light.

Ingredienti:

  • 800 g di verza, 120 g di salsiccette fresche (verzini), 60 g di carote tritate, 60 g di cipolle tritate, 60 g di sedano tritato, 240 g di arista di maiale, brodo vegetale qb, triplo concentrato di pomodoro, 20 g di olio evo, sale e pepe qb

c12

Sbollentiamo in abbondante acqua salata le verze tagliate a listarelle. Facciamo lo stesso con le salsicce. In padella, facciamo soffriggere il trito di sedano, carota e cipolla con un filo d’olio ed un mestolo d’acqua calda (o brodo). In padella, scottiamo gli straccetti di maiale con un mestolo d’acqua bollente. Saliamo. Uniamo le salsicce sbollentate, private del budello e tagliate a fette.

llp3

Scoliamo le verze ormai morbide e le uniamo in padella, con il soffritto. Facciamo cuocere per 10-15 minuti. Uniamo il concentrato di pomodoro, allungando con un mestolo d’acqua calda. Facciamo insaporire ancora per qualche minuto. Uniamo il maiale e lasciamo cuocere ancora, aggiustando di sale.

c10

La ricetta del giorno oggi ce la prepara  Natalia Cattelani, la cuoca più… “materna” del cast. Questa voltauna ricetta anni ’70, cavallo di battaglia di Natalia, quella delle pennette alla vodka.

Ingredienti:

  • 320 g di pennette, 100 g di pancetta dolce, 1 cipolla piccola, 1 bicchiere di passata di pomodoro, 1/2 bicchiere di panna, 1/2 bicchiere di vodka, olio extravergine di oliva

c9

Cuociamo le pennette in acqua bollente e salata. In padella, facciamo soffriggere il trito di cipolla con un filo d’olio ed un goccio d’acqua. La cipolla dev’essere ben stufata: occorreranno circa 5 minuti. Uniamo la pancetta a cubetti o affettata sottile e lasciamo cuocere qualche minuto, in modo da farla diventare un po’ croccante; sfumiamo con la vodka (alziamo il fuoco e facciamo evaporare l’alcool). Uniamo la passata di pomodoro, saliamo (poco: c’è la pancetta!) e, quando ha raggiunto nuovamente il bollore, uniamo la panna.

llp4

Lasciamo cuocere per qualche minuto, ovvero fino a cottura ultimata della pasta. Scoliamo la pasta con 1-2 minuti di anticipo e concludiamo la cottura in padella, con il sugo. Per servire in modo creativo, prepariamo delle roselline di pancetta, che infilziamo con degli stuzzicadenti e passiamo per un paio di minuti in forno a 180°, in modo da farle diventare croccanti.

c8

Anna Moroni torna in cucina, preparando uno sformato con della verdura di stagione, dei cavoli siciliani (i “bastardi“), dall’incantevole colore lilla. Ovviamente, possiamo usare anche i cavolfiori più comuni, quelli bianchi. Ecco la ricetta dello sformato di “bastardi”.

Ingredienti:

  • 1 cavolfiore viola, 6-7 cipolline novelle, 3 acciughe salate, 100 g di olive nere, 100 g di formaggio ragusano, 1/2 bicchiere di vino rosso, olio extravergine di oliva, sale e pepe

c7

Foderiamo una tortiera (possibilmente a cerniera) con della carta forno. Disponiamo sul fondo le cimette (piccole) di cavolfiori. Mettiamo sopra i cipollotti tagliati a listarelle, le acciughe a pezzettini, le olive nere tagliate a rondelle, il pecorino a cubetti ed un filo di vino rosso; ricominciamo con i cavolfiori, cipollotti, acciughe, olive e pecorino. Facciamo 3-4 strati, perchè quando viene cotto si abbassa molto. Anna consiglia di farlo il giorno prima, poichè più riposa e più è buono.

llp5

Concludiamo irrorando con il vino rimanente e 1/3 di bicchiere d’acqua. Saliamo e pepiamo.Richiudiamo la carta forno sopra e inforniamo a 180° per 1 ora circa. Mangiamolo freddo, con un filo d’olio a crudo.

c6

Torna il macellaio del programma, el bekèr Fabrizio Nonis, che, come consuetudine, ci spiega cosa, o meglio, quale parte della bestia mangiamo, spiegandoci le qualità del taglio. Fabrizio, utilizzando il girello, prepara appunto il girello con provola e funghi.

Ingredienti:

  • 12 fettine di girello, 1 provola affumicata, 8 funghi champignon, un mazzetto di prezzemolo, 1 bicchiere di vino bianco secco, 100 g di pistacchi, farina qb, olio evo, sale e pepe qb

c4

Affettiamo, o facciamo affettare, il girello; quindi, lo incidiamo sui bordi, praticando dei piccoli tagli sul bordo, verso l’esterno, in modo da non farlo arricciare in cottura. Infariniamo la carne. Scaldiamo un filo d’olio in padella e mettiamo a soffriggere le fette di girello. Dopo qualche minuto, giriamo le fette e sfumiamo con il vino bianco.

llp6

In un’altra padella, cuociamo i funghi affettati con un filo d’olio generoso; lasciamo cuocere per qualche minuto. Affettiamo la provola affumicata e ne mettiamo una fetta (spessa) su ciascuna fetta di girello. Copriamo con il coperchio, in modo che il formaggio si sciolga. Sopra la provola ormai morbida mettiamo un po’ di funghi. Lasciamo che il formaggio si sciolga per bene e serviamo con dei pistacchi salati.

c3

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Francesco Piparo con Maria Eva Giannone e nel peperone Francesca Marsetti con Giuseppe Previtera. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

llp8

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta daFede, Tinto e Tiziana Stefanelli, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al peperone. Il primo punto va quindi a Giuseppe, che vince i soldi in palio.

llp7

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter