La prova del cuoco – Puntata del 23 gennaio 2016 – Campanile italiano, girasoli al sesamo, timballo di ziti, bicchierino di cioccolato alla nocciola.

Cuoco1

Sabato 23 gennaio 2016, come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche.

Cuoco8

Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, che ha da poco pubblicato l’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

Cuoco2

La breve sigla, l’ingresso di Antonella in compagnia di Bigazzi e al via con la puntata del sabato. Subito pronti per una nuova sfida che vede confrontarsi due diverse regioni del nostro Paese, ne il Campanile italiano, raccontato ed arbitrato come sempre da Beppe Bigazzi.

Cuoco3

Abbiamo in gara oggi i campioni del  Piemonte, Terruggia, Alessandria , rappresentata da Carlo e antonella, marito e moglie, che preparano la battuta di fassone con crema di robiola e nocciole e i ravioli di patate e porri con castelmagno  contro  gli sfidanti  dell’Abruzzo, Picciano, Pescara, rappresentato da Antonio e Cristrina, anche loro marito e moglie, che invece propongono  i cif ciaf di maiale e la fracchiata.

Cuoco4

Lorenzo Branchetti ha un oggetto misterioso del passato proveniente da Terruggia,e il pubblico deve indovinare a che cosa serviva. Una rubrica questa che è un vero e proprio viaggio tra i profumi, i sapori e i colori della bella e ricca tavola italiana.

Cuoco5

Beppe e Antonella nelle due cucine presentano  tutti i prodotti tipici delle due località portati dai concorrenti. Un modo per conoscere le tradizioni, gli usi ed i costumi dei vari luoghi.

Cuoco6

A giudicare lo stesso Beppe, che  analizzando i prodotti portati ed utilizzati dalle due regioni,  affascinato da tutti i prodotti, decide di premiare l’Abruzzo, che quindi è la nuova località campione.

Cuoco7

Luca Montersino, torna a proporre le sue idee per il brunch, ossia per la colazione rinfornzata. L’obiettivo di questa colazione è quella di arrivare sazi fino a cena, saltando quindi il pranzo. Oggi scegliendo tra una preparazione dolce ed una salata, opta per la prima, preparando dei biscotti, i girasoli al sesamo.

Ingredienti:

  • per la massa esterna: 360 g di burro, 145 g di zucchero a velo, 60 g di albumi, 435 g di farina 180 w, una bacca di vaniglia vaniglia
  • per la massa interna: 150 g di sciroppo di glucosio, 75 g di mandorle a filetti, 75 g di semi di sesamo, 150 g di zucchero di canna, 150 g di burro

image

Iniziamo facendo la massa esterna e prendiamo il burro che deve essere bello morbido, a pomata, è molto importante, lo mettiamo in planetaria e lo facciamo montare, con una frusta, insieme allo zucchero a velo. Una volta che si è formata una bella schiuma uniamo, a filo poco alla volta, gli albumi delle uova, aggiungiamo i semini della bacca di vaniglia. Quando il tutto è ben montato, aggiungiamo la farina, azioniamo ancora le fruste solo fino a quando si è bella incorporata.

image

Facciamo ora la massa interna, quella per il ripieno, e mettiamo in una boulle il burro in crema, lo zucchero di canna, amalgamiamo bene con un cucchiaio, aggiungiamo lo sciroppo di glucosio intiepidito al microonde, amalgamiamo bene quindi mettiamo i filetti di mandorla e i semi di sesamo, quindi amalgamiamo ancora. Mettiamo la massa esterna fatta in un sacco a poche con bocchetta runians oppure con quella rigata, formiamo i biscotti su una placca foderata da carta da forno, biscotti che avranno un buco centrale in cui poi mettiamo, aiutandoci con un cucchiaio, il composto della massa interna. Inforniamo i biscotti a 180° per 10 minuti. Buon appetito.

image

Anna Moroni, in compagnia di Di Buono, prepara anche questo sabato la ricetta della domenica, che oggi prevede un primo piatto che è un piatto unico in quanto ricco e variegato: facciamo il timballo di ziti.

Ingredienti:

  • per il ragù: 150 g di macinato di vitello, 150 g di macinato di manzo, 150 g di macinato di pollo. mezzo bicchiere di vino bianco secco, 3 cucchiai di Marsala, 50 g di burro, sedano carota e cipolla tritati, mezzo litro di besciamella
  • per il ripieno: 250 g di ziti, 50 g di funghi secchi, 30 g di burro, 50 g di grana grattugiato, olio evo

Cuoco1

Lessiamo gli ziti interi in acqua bollente e salata e li scoliamo bene al dente. In una padella antiaderente sciolgiamo una nocina di burro con un goccio di olio extravergine, aggiungiamo il trito di sedano,  carota e cipolla e lasciamo rosolare bene tutto, aggiungiamo il macinato di carne di vitello, di manzo e di pollo e facciamo ben rosolare, sfumiamo con il vino bianco secco, una volta evaporato aggiungiamo il Marsala e lasciamo cuocere il tutto per almeno 15 minuti. Condiamo gli ziti con della classica besciamella e con un po’ di formaggio grana grattugiato.

Cuoco2

In un’altra padella antiaderente sciogliamo un pezzetto di burro e aggiungiamo i funghi e li facciamo ben saltare. Componiamo il timballo, mettendo alla base di uno stampo da plumcake uno strato di ziti, sopra un po’ di ragù e qualche fungo, ancora uno strato di ziti e così via ripetendo il tutto. Terminiamo con della besciamella, spolveriamo di pangrattato e inforniamo a 180° per circa 20 minuti. Buon appetito.

Ziti

La rubrica dedicata alla grande pasticceria vede oggi protagonista il Re del cioccolato, ossia Guido Castagna che, assistito da Antonella e da Lorenzo Branchetti, oggi prepara una vera golosità: il bicchierino di cioccolato alla nocciola.

Ingredienti:

  • per il biscotto al cioccolato: 312 g di crema pasticcera, 160 g di pasta di nocciola, 500 g di panna semimontata, 5 g di gelatina
  • per il caramello: 185 g di zucchero, 140 g di glucosio, 30 g di burro, 2 g di sale, 320 g di panna fresca
  • per il crumble alla nocciola: 90 g di nocciole in polvere, 110 g di zucchero, 110 g di farina, 100 g di burro, 1 albume

Cuoco1

Facciamo il crumble mettendo in una ciotola il burro, lo zucchero, amalgamiamo e uniamo  la farina di nocciole e l’albume e amalgamiamo bene tutto, aggiungendo a piacere anche qualche aroma, infine mettiamo la farina e mescoliamo bene, poi mettiamo a rapprendere nel frigorifero, poi passiamo nella schiumarola ottenendo i crumble croccanti. Foderiamo una placca con carta da forno, prendiamo dei bicchierini di carta da caffè con dei cucchiaini di plastica, li facciamo ghiacciare, poi li immergiamo in del cioccolato fuso.

Cuoco2

Dopo poco togliamo i bicchierini di carta ottenendo così i bicchierini di cioccolato. Facciamo il caramello mettendo in un pentolino lo zucchero, il burro e lasciamo ben sciogliere tutto, poi mettiamo un pizzico di sale, la panna, lasciamo rappredenere e cuocere il tutto fino ad ottenere il caramello che lasciamo raffreddare e mettiamo in un sacco a poche. In una ciotolina lavoriamo della classica crema pasticcera con la gelatina e la pasta di nocciola, quindi aggiungiamo il tutto alla panna semimontata non zuccherata e amalgamiamo dal basso verso l’alto.

Cuoco3

Spennelliamo il piatto con il caramello, mettiamo sopa i bicchierini di cioccolato che prima mettiamo in freezer, li riempiamo mettendo alla base il caramello, sopra la mousse di cioccolato e infine decoriamo con il crumble e dei pezzetti di cioccolato. Buon appetito.

Bicchierino

Infine la gara dei cuochi che al sabato vede moglie e marito contrapposti. Abbiamo nel pomodoro Gilberto Rossi con il marito Ludovico e nel peperone Luigi Gandola con la moglie Federica. Anche al sabato ci sono due panieri di ingredienti segreti a disposizione, il marito per galanteria cede la scelta del  paniere  alla moglie per la sua squadra. Scoperti gli ingredienti e pensato a come utilizzarli parte la gara. A giudicare il pubblico in studio, con le palette che sceglie se far vincere la moglie o il marito. Il pubblico decide che a vincere è il marito, quindi il pomodoro.

image

Ed ora tutti a tavola, e a lunedì.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter