La prova del cuoco – Puntata del 8 febbraio 2016 – Spaghettoni con prosciutto crudo, bignè di patate e acciughe, bombette di carnevale ripiene.

c12

Lunedì 8 febbraio 2016,come ogni giorno, puntualissimo a mezzogiorno, c’è solo un programma che dispensa consigli, ricette e divertimento, altro non può essere che La prova del cuoco che, oltre ad insegnare a cucinare ormai da quindici anni a milioni di persone, fa passare anche a chi lo segue un’ora e mezza serena, spensierata e di risate. Anche nella puntata odierna Antonella e tutto lo staff del programma sono pronti con nuove ricette e nuove rubriche. Breve anteprima con l’almanacco di Antonella, la mini rubrica in cui la nostra conduttrice, autrice dell’omonimo ricettario/agenda, elenca il santo del giorno, il detto e le curiosità legate alla data, la pubblicità, la sigla e l’inizio della puntata.

pp1

Dopo i saluti iniziali si inizia con una nuova edizione, rinnovata di Chi batterà gli chef?. Due gare, una al lunedì e la rivincita al martedì, per cercare di portare a casa, per gli sfidanti, tutto il montepremi di quasi 8 mila euro se riescono a vincere entrambe le sfide.

pp3

A sfidare lo chef Gilberto Rossi, fisso al lunedì nella rubrica, abbiamo due giovani ragazzi, amici e compagni di scuola dell’istituto alberghiero di Chieti, Rodolfo e Luca. Avendo a disposizione gli stessi ingredienti, i ragazzi propongono il rollè di pollo con salsiccia, albicocche secche, zenzero e noci, mentre lo chef risponde con un timballo di pollo e cicoria con purè di noci e albicocche allo zenzero.

pp4

Il giudice del lunedì è Fabio Picchi che, psserbato tutto da una postazione privilegiata in cui può vedere le due cucine in una nuova ambientazione a centro studio, messe spalla a spalla, e dopo aver assaggiato, deve vedere il pelo nell’uovo e quindi assegna la vittoria allo chef.

pp2

La ricetta del giorno oggi la prepara Sergio Barzetti. Antonella lamenta, come al solito, il caldo di Roma (ma in estate, anzichè andare al mare, andasse in Antartide!), quindi lascia la parola a Barzetti, che accantona i suoi risotti per preparare gli spaghettoni con prosciutto crudo al vino rosso e quartirolo.

Ingredienti

  • 300 g di spaghettoni di Gragnano, 150 g di prosciutto crudo, 200 ml di conserva di pomodorini ciliegini, 150 g di quartirolo fresco, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 bicchiere di vino rosso, 1 peperoncino fresco, alloro, olio evo, 1 pizzico di zucchero, sale

c7

Scaldiamo una padella antiaderente. Tagliamo il prosciutto crudo a cubetti, come fosse la pancetta in commercio. Lo mettiamo in padella, alzando il fuoco, con del peperoncino (se lo volete) ed un filo d’olio, ma non è necessario, essendoci già il grasso del prosciutto. Quando quest’ultimo inizia a diventare un po’ croccante, sfumiamo con la bonarda (il vino rosso). Lasciamo evaporare, quindi uniamo i pomodorini pelati. Lasciamo cuocere, intanto lessiamo gli spaghetti.

pp5

Quando il sugo è rappreso, ma i pomodorini pelati sono ancora interi, allunghiamo con un paio di mestoli d’acqua di cottura della pasta, quindi profumiamo con abbondante prezzemolo tritato; scoliamo gli spaghetti e li saltiamo in padella con il sugo. Serviamo con del quartirolo tritato.

c8

Domani finisce Carnevale e finiamo anche di friggere, promette Anna Moroni, già pronta a proporre uno dei suoi golosissimi sfizi. Prepariamo i bignè di patate e acciughe.

Ingredienti

  • 1 kg di patate, 15 filetti di acciughe salate, olio evo
  • Per la pastella: 180 g di farina, 30 g di burro, 1 pizzico di lievito, 2 uova, sale, 1 cucchiaino di curcuma

c4

Lessiamo e peliamo le patate; non devono sfaldarsi, devono essere compatte ma cotte. Una volta fredde, le tagliamo a fette. Per la pastella, misceliamo la farina ad un pizzico di lievito secco; aggiungiamo le uova intere sbattute ed il burro morbido; impastiamo aggiungendo l’acqua ed un pizzico di curcuma e, ottenuto un composto omogeneo e morbido, lasciamo lievitare, coperta da pellicola, per 1 ora o 1 ora e mezza se c’è freddo. Quando il composto ha raddoppiato, tritiamo grossolanamente delle acciughe e le mescoliamo alla pastella.

pp6

Prendiamo le fette di patate e le immergiamo nella pastella, quindi le prendiamo con un cucchiaio e le tuffiamo in olio profondo e a temperatura (170° circa). Una volta dorate, le lasciamo sgocciolare su carta assorbente. Serviamo calde. Un consiglio di Anna: possiamo sostituire le acciughe con prosciutto cotto, salame o altro salume.

c5

Infine, la cuoca-mamma de La prova del cuoco, Natalia Cattelani, propone l’ennesimo fritto di Carnevale, che però potremmo anche servire nella variante al forno. Dunque, facciamo le bombette di carnevale ripiene.

Ingredienti

  • Per l’impasto: 300 g di farina 0, 250 g di yogurt bianco naturale, sale, un cucchiaio di olio evo, un cucchiaino di lievito di birra disidratato
  • Per il ripieno: 250 g di funghi champignon, 50 g di pancetta affumicato, 1 patata lessata, prezzemolo, 80 g di formaggio cheddar

c9

In una ciotola, mettiamo lo yogurt con un cucchiaino di lievito di birra, 1 cucchiaio di olio evo, la farina e, infine, la farina ed il sale. Ottenuto un composto omogeneo, lasciamo lievitare fino a raddoppiare il volume del composto (ci vorranno 1-2 ore). In una padella calda, mettiamo i funghi tritati grossolanamente. Quando cominciano a tirar fuori l’acqua, uniamo la pancetta e lasciamo insaporire qualche minuto; saliamo e pepiamo. Se vogliamo un ripieno più compatto, uniamo la purea di una patata lessa in padella. Mescoliamo ed arricchiamo con del prezzemolo tritato. Lasciamo raffreddare.

pp7

Per la versione al forno, prendiamo una noce di ripieno, mettiamo al centro un cubetto di formaggio, quindi mettiamo la polpettina di ripieno su un dischetto di impasto; copriamo con un altro dischetto di impasto, sigilliamo i bordi, coppiano in modo da ottenere un tondo perfetto; spennelliamo con olio evo e inforniamo a 180-200° per 10 minuti circa.

c11

Per la versione fritta, facciamo una polpettina di ripieno con al centro un cubetto di formaggio; mettiamo al centro di un dischetto di impasto, richiudiamo a mò di sfera, sigillando le estremità, quindi tuffiamo in olio profondo e a 170°. Possiamo proporre anche una versione dolce: stendiamo l’impasto, ritagliamo delle listarelle, quindi le friggiamo. Le facciamo scolare su della carta assorbente e le condiamo con dello zucchero semolato quando sono ancora calde.

c10

Infine la gara dei cuochi che vede nel pomodoro Natale Giunta con Mariella Meschi e nel peperone GianPiero Fava con Pasquale Di Giorgio. Per estrazione si decide chi sceglie tra i due panieri di ingredienti segreti quello che preferisce per la sua squadra, quindi si scoprono gli ingredienti e il via alla gara.

pp9

I  concorrenti restano in gara una settimana intera, con la possibilità di vincere i 500 euro in palio ad ogni vittoria giornaliera. La giuria composta da Fede, Tinto e Tiziana Stefanelli, osservato e assaggiato tutto, assegna la vittoria al pomodoro. Il primo punto va quindi a Mariella, che vince i soldi in palio.

pp8

Ed ora tutti a tavola, e a domani.

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter