Sanremo 2016 – Il testo di “Il primo amore non si scorda mai” di Enrico Ruggeri.

Sanremo 2016 Testi

Ruggeri 1

A pochi giorni dall’inizio del 66° Festival della Canzone Italiana di Sanremo, su UnDueTre.com vi proponiamo i testi delle venti canzoni in gara nella categoria Big.

Per Enrico Ruggeri si tratta della decima partecipazione al Festival di Sanremo. La prima fu nel 1980 coi Decibel e la celebre Contessa, l’ultima nel 2010 con La notte delle fate, che non arrivò nel novero delle finaliste. Tuttavia, il cantautore milanese ha ben due vittorie nel suo palmares: quella del 1987, condivisa con Gianni Morandi Umberto Tozzi Si può dare di più e quella del 1993 in solitaria con Mistero. A suo dire, tutte le precedenti partecipazioni al Festival sono state leggere e che si diverte un mondo. Il brano che porterà quest’anno a Sanremo non è una canzone che si adagia su ritmi leggeri, tipica di chi, come lui, proviene dal punk.

La cover che Enrico Ruggeri canterà nella quarta serata è A canzuncella degli Alunni del Sole.

ENRICO RUGGERI
Il primo amore non si scorda mai
(E. Ruggeri)

È passato il tempo, ci ha scavato dentro
La vita che ci ha trasformato
Il mondo è cambiato da allora
Ma ricordo ancora tutti i giorni persi
Adesso che siamo diversi
E niente sappiamo di noi, io non dimentico
Non ti dimentico
Il primo amore non si scorda mai
Non è stato spento quel profumo intenso
Parole, vestiti, canzoni
E certe emozioni rapite
Lungo le salite dietro questo viaggio
E ancora mi fanno coraggio
Parole lasciate da te che non dimentico
Non ti dimentico
Il primo amore non si scorda mai
Siamo il prodotto di gioia e dolore
Di segni che lascia la vita
Figli di sogni segreti perduti nel vento
Innamorati di giorni d’amore
Magari nemmeno vissuti
Nella memoria trasfigurati al sole
Come noi
Corre forte il tempo e ogni sentimento
È nato da quello che è stato
È già diventato una spina
Tutto come prima ma su nuove sponde
Si nuota passando le onde
E niente sappiamo di noi, ma non dimentico
Non ti dimentico
Il primo amore non si scorda mai
Siamo il prodotto di antiche passioni
Che ci hanno svelato la vita
Figli di spine segrete perdute nel vento
Innamorati di certi sapori
Magari nemmeno vissuti
Nella memoria trasfigurati al sole
Come noi
Siamo il prodotto di gioia e dolore
Di segni che lascia la vita
Figli di sogni segreti perduti nel vento
Innamorati di giorni d’amore
Magari nemmeno vissuti
Nella memoria trasfigurati al sole
Come noi
Ma il primo amore non si scorda mai

Segui UnDueTre.com su

Facebook | Twitter